Soccorso alpino e Guardia di finanza, esercitazione congiunta nel Parco della Sila - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Soccorso alpino e Guardia di finanza, esercitazione congiunta nel Parco della Sila

Esercitazione congiunta per migliorare le operazioni di ricerca e soccorso di persone in difficoltà o disperse in territori ostili

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Si è conclusa con successo, ieri pomeriggio, l’esercitazione congiunta in ambiente montano nei comuni di Spezzano Sila, Celico e Casali del Manco nel Parco della Sila, alla quale hanno preso parte i tecnici ed il personale medico del Soccorso Alpino e Speleologico Calabria (SASC) ed i militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (SAGF).  rimo addestramento ufficiale organizzato dopo la sottoscrizione, avvenuta il 9 marzo scorso, del protocollo di intesa tra il Comando Regionale Calabria della Guardia di Finanza ed il Soccorso Alpino e Speleologico Calabria, e nasce con l’intento di affinare e consolidare le procedure e il coordinamento tra il personale coinvolto nelle operazioni di ricerca e soccorso di persone in difficoltà o disperse in territori ostili per offrire, in caso di vera emergenza, un servizio ancor più efficiente e collaudato.

Il simulato di ricerca disperso ha coinvolto numerosi tecnici e militari oltre le unità cinofile da superficie del SASC e del SAGF. I tecnici di entrambi i corpi sono stati elitrasportati dall’equipaggio della Sezione Aerea della GdF di Lamezia Terme a bordo dell’elicottero AW-139, da quota 1550 m.  fino a raggiungere quota 1700 m. in località Macchia Sacra, meta di escursionisti e fungaioli. Diverse sono state le squadre che hanno battuto la zona di ricerca e tanti i sorvoli del mezzo aereo.  All’esercitazione ha presenziato il Tenente Demi della Sezione Aerea di Lamezia Terme della GdF.

Provincia

Omicidio Aquino a Schiavonea: blitz dei carabinieri, 10 misure cautelari

L’operazione scattata alle prime ore di oggi è legata al delitto compiuto a maggio scorso. Il 57enne venne freddato a colpi d’arma da fuoco nei pressi della sua abitazione

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Operazione dei carabinieri di Corigliano Rossano questa mattina nell’ambito delle indagini sull’omicidio del 57enne Pasquale Aquino, compiuto il 4 maggio del 2022. In corso d’esecuzione 10 ordinanze di custodia cautelare in carcere. Nell’inchiesta sono indagati anche altri soggetti. Aquino venne ucciso mentre scendeva dalla sua auto dopo aver parcheggiato vicino casa a Schiavonea.

In aggiornamento 

Continua a leggere

Provincia

Investita da un’auto sulla 106, è deceduta durante il trasporto in ospedale

La donna investita aveva 31 anni e pare lavorasse come badante nella zona. Il tratto di strada è stato chiuso al traffico in entrambe le direzioni

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CALOPEZZATI (CS) – E’ deceduta mentre veniva trasportata in ospedale al Giannettasio di Rossano, la donna investita da un’auto nel pomeriggio di oggi, intorno alle 18, sulla Statale 106 Jonica, nel territorio di Calopezzati in provincia di Cosenza. La vittima di nazionalità straniera è stata travolta da un’auto. Secondo le prime ricostruzioni la 31enne potrebbe essersi lanciata sotto il veicolo e potrebbe trattarsi di un caso di suicidio ma la dinamica è al vaglio dellapolizia stradale.

Alcune persone infatti, avrebbero raccontato che la vittima avrebbe provato a farsi investire da un camion già intorno alle 16,30 ed era stata evitata solo per la manovra del conducente del mezzo. Quando sono arrivati i sanitari del 118 le sue condizioni erano già molto gravi e nel tragitto verso l’ospedale è deceduta. Il traffico ha subito rallentamenti e il tratto di strada è stato temporaneamente chiuso al traffico in entrambe le direzioni.

 

Continua a leggere

Provincia

Diamante, Guardie venatorie recuperano un gufo ferito. Affidato al CIPR di Rende

L’esemplare, recuperato in località Pietrarossa agro del comune di Diamante, presentava una vistosa ferita all’ala sinistra

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

DIAMANTE (CS) – Durante uno dei tanti servizi di vigilanza, a tutela del Patrimonio Faunistico e dell’Ambiente in generale, il Tenente Domenico Magurno e il Luogotenente Carlo Paternoster, Guardie Venatorie Volontarie della A. N. L. C., hanno rinvenuto, in località Pietrarossa agro del comune di Diamante, un esemplare di Gufo (Asio otus) che presentava una vistosa ferita all’ala sinistra, sicuramente causata dall’urto accidentale, nella fase di volo, con i cavi della rete elettrrica che, in alcuni punti, rasenta la folta vegetazione.

L’esemplare, appartenente alla famiglia degli Strigidi, è un animale esclusivamente notturno. La Legge 157, del 11 febbraio 1992, lo tutela in modo partcolare, punendone severamente la detenzione, la cattura e l’abbattmento. Prontamente recuperato, con la necessaria attenzione e professionalità, trattandosi di un rapace, la pattuglia, appartenente alla Zona Operativa “Alto Tirreno” con sede a Diamante, nel più breve tempo possibile, lo trasportato e affidato al C.I.P.R., (Comitato Italiano per la Protezione degli Uccelli Rapaci) sino alla sede di Contrada Lacone di Rende, per le opportune e necessarie cure del caso.

Continua a leggere

Di tendenza