Firmato il Cis Calabria, 227 milioni di progetti finanziati. Ecco quelli del cosentino - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Firmato il Cis Calabria, 227 milioni di progetti finanziati. Ecco quelli del cosentino

Sono 36 i progetti in 35 Comuni della provincia. Una firma che rappresenta un “work in progress in Calabria” ha detto il Ministro Carfagna

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Il tanto atteso Contratto Istituzionale di Sviluppo è arrivato anche per la Calabria e “rappresenta un unicum rispetto agli altri CIS che abbiamo avviato finora: riguarda l’intero territorio regionale, attraversa le competenze di sei Ministeri, ha raccolto un numero record di adesioni e progetti e impegna risorse altrettanto significative”. Con queste parole, il ministro Mara Carfagna ha introdotto la firma del Contratto Istituzionale di Sviluppo ‘Svelare bellezza’, riservato al territorio calabrese.

Raggiunge così una tappa importante il percorso avviato il 19 ottobre 2021 con il primo tavolo di concertazione e proseguito con l’invio di ben 1.180 proposte, per un valore di 6,75 miliardi di euro, da parte degli enti territoriali. “Un lavoro che rappresenta un bell’esempio di dialogo e di rapporti istituzionali, di cui questo Paese ha bisogno”, ha sottolineato la sottosegretaria Dalila Nesci, che detiene la delega a questo CIS e quindi ha seguito l’intero percorso, fino alla firma di oggi a Tropea, e continuerà a farlo.

La prima selezione, condotta dagli uffici dell’Agenzia per la Coesione territoriale insieme a quelli della Regione Calabria, ha individuato 890 interventi (valore: circa 3,5 miliardi di euro), distribuiti lungo tutto il territorio regionale e presentati da 325 enti diversi, tra i quali circa l’80% dei Comuni calabresi, le 4 Province, la Città metropolitana di Reggio Calabria e gli enti parco del Pollino e dell’Aspromonte. I progetti sono stati quindi valutati sulla base delle loro strategicità (sostenibilità ambientale, creazione di partnership, impatto sociale e occupazionale, integrazione con altri investimenti pubblici e stimolo all’iniziativa privata), complementarietà (cioè, l’integrazione con la programmazione regionale e con altre progettualità sul territorio) e cantierabilità (rapidità di ‘messa a terra’).

Sono stati così selezionati 110 interventi a priorità alta, che riceveranno subito un finanziamento pari a 226,97 milioni di euro provenienti dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020, che dovrà essere approvato in via definitiva dal CIPESS. Si tratta della quota più elevata di risorse riservata finora a un CIS proposto dal ministro per il Sud e la Coesione territoriale. I 318 progetti a priorità media e, a seguire, i 462 a priorità bassa potranno essere finanziati a seguito di ulteriori disponibilità di risorse.

Per questo – ha precisato il ministro Carfagna – il CIS Calabria “rappresenta un work in progress, che via via integrerà amministrazioni e progetti per allargare la sua sfera d’azione e renderla più incisiva sui territori”. La maggior parte degli interventi individuati sono legati a tematiche ambientali, alla valorizzazione di risorse naturali e alla riqualificazione urbana, seguiti da quelli dei comparti della cultura e del turismo e dalla tutela delle minoranze etno-linguistiche.

Tutti i progetti finanziati nei Comuni del cosentino

Sono 36 i progetti in 35 Comuni e oltre  50 milioni di euro per la provincia di Cosenza. Eccoli qui di seguito riportati:

Altomonte (CS): Borgo del gusto: 1.418.000,00 €
Buonvicino (CS) : Sveliamo la bellezza/beaubourg – borghi, arte & gusto della riviera dei cedri” –  interventi per la promozione e la valorizzazione delle risorse ambientali, turistiche e di mobilità sostenibile nel comune di Buonvicino: 1.000.000,00 €
Campana (CS) – Valorizzazione del territorio e creazione di un museo della cultura contadina: 1.200.000,00 €
Canna (CS) – Percorso di fede e via dei mulini: 3.000.000,00 €
Cassano allo Ionio (CS) –  Parco naturalistico “Torre di Milone” e teatro all’aperto: 1.785.000,00 €
Castrovillari (CS) – Recupero e riqualificazione della piazza antistante il castello aragonese, del fossato e dell’arena: 1.715.800,00 €
Celico (CS) – Orme gioachimite: i cammini dell’abate: 1.000.000,00 €
Cerchiara di Calabria (CS) – “Alla scoperta del borgo di Cerchiara di Calabria: il terrazzo panoramico sullo Jonio” Recupero e rifunzionalizzazione di percorsi storici e valorizzazione delle risorse naturali: 2.050.000,00 €
Cerisano (CS) – Cerisano borgo swing: 1.300.000,00 €
Cerzeto (CS) – Percorsi identitari Arbereshe, tra cultura, tradizioni e fede: 1.000.000,00 €
Corigliano-Rossano (CS) – Recupero e valorizzazione del faro di capo Trionto da destinare a parco biomarino ed hub culturale: 1.930.000,00 €
Crosia (CS) – Recupero e valorizzazione di Palazzo de Capua, da adibire a museo: 1.080.000,00 €
Diamante (CS) – Beaubourg dei borghi arte & gusto della riviera dei cedri”- rigenerazione urbana del centro Storico di diamante /restlyng del borgo ed accessibilita’ globale: 1.400.000,00 €
Ente Parco Pollino – Valorizzazione del territorio attraverso la conoscenza: rifunzionalizzazione dei caselli Ferroviari dismessi, lungo la pista ciclabile del pollino, per un percorso tra paesaggio, biodiversità e cambiamenti climatici: 2.980.000,00 €
Francavilla Marittima (CS) – “Il borgo dei sapori dei tesori e della conoscenza”: 2.850.000,00 €
Grimaldi (CS) – Il borgo di Isabella D’Aragona, un itinerario tra legenda e tradizione: 2.389.374,56 €
Laino borgo (CS) – Intervento integrato di ospitalità diffusa nel comune di Laino Borgo: 2.207.131,24 €
Lungro (CS) – Ristrutturazione del fabbricato “domestico” da adibire a casa della cultura arbёreshё e museo Intitolato a Enzo Domestico “Kabregu”: 1.200.000,00 €
Mandatoriccio (CS) – Realizzazione del nuovo parco avventura “Montagnella“: 1.234.198,40 €
Mangone (CS) – Tradizione – interventi di riqualificazione urbana e realizzazione di un percorso naturalistico -ambientale dal centro storico alla necropoli: 1.200.000,00 €
Montegiordano (CS) – Ammodernamento lungomare Montegiordano marina: 1.250.000,00 €
Mormanno (CS) – Vivere il Pollino – interventi integrati per lo sviluppo del turismo tramite la valorizzazione. del patrimonio esistente, la realizzazione di strutture ricettive e la mobilità sostenibile: 2.075.000,00 €
Oriolo (CS) – Riqualificazione polo culturale teatrale “La Portella – San Giacomo”: 1.400.000,00 €
Paola (CS) – Lungomare s. Francesco di Paola e completamento centro di accoglienza, promozione turistica e servizi annessi sul lungomare San Francesco di Paola: 2.686.410,00 €
Papasidero (CS) – Riqualificazione aree pubbliche lungo il fiume e recupero dei percorsi naturalistici nella valle del lao: 2.326.176,00 €
Paterno Calabro (CS) – Progetto di riqualificazione urbana, cultura e turismo religioso: 2.443.497,41 €
Roseto Capo Spulico (CS) – Progetto di riqualificazione delle aree rurali “il circuito della bellezza”. Recupero delle ex scuole di campagna per la creazione di poli integrati di un percorso turistico sportivo: 2.000.000,00 €
San Basile (CS) – Lungo le strade di Skanderberg: 2.500.000,00 €
San Demetrio Corone (CS) – Recupero fabbricato ex farmacia macchia albanese e casa de rada: 1.100.000,00 €
San Giovanni in Fiore (CS) – Flor-Food: Parco agroalimentare ed enogastronomico all’interno del  borgo florense: 1.550.000,00 €
San Pietro in Amantea (CS) – Il borgo tra terra e mare di San Pietro in Amantea: 1.000.000,00 €
Santa Maria del Cedro (CS) – Welcome costa dei cedri, porta di apollo “i giardini del mare” – riqualificazione e Sistemazione costiera a servizio delle attività balneari”: 1.510.000,00 €
Sant’Agata D’Esaro (CS) – Riqualificazione del borgo: 1.500.000,00 €
Terranova da Sibari (CS) – Sulle orme di Federico II ‐ la terra dei due papi ‐ Terranova da Sibari borgo della fede: 1.500.000,00 €
Tortora (CS) – beaubourg dei borghi “arte e gusto” riviera dei cedri – il borgo degli antichi sapori e dei vicoli d’arte: 1.212.000,00 €
Vaccarizzo Albanese (CS) – Udhët gjitonia: 2.000.000,00 €

Ionio

“Carovana della pace”, il vescovo di Cassano ad Odessa

L’iniziativa è promossa dalla rete #Stopthewarnow, che riunisce 175 associazioni, movimenti ed enti impegnati in azioni nonviolente e umanitarie

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Monsignor Francesco Savino, Vescovo di Cassano e vice presidente della CEI, parteciperà da domani, domenica 26, e fino al 29 giugno alla “Carovana della pace” a Odessa, in Ucraina, per esprimere la vicinanza e la solidarietà delle Chiese che sono in Italia a quanti soffrono per il conflitto in corso. “Dentro le paradossali contraddizioni di una guerra che, in quattro mesi, secondo le fonti delle Nazioni Unite, ha registrato diecimila vittime civili, non possiamo non schierarci dalla parte di tutte le vittime testimoniando la non violenza attiva che è l’opposto dell’indifferenza. Contro la violenza, la sopraffazione, la guerra avvertiamo l’esigenza di essere una interposizione di pace nei luoghi di conflitto”, afferma monsignor Savino che alla Carovana sarà accompagnato da due operatori di Caritas Italiana.

Ad Odessa sono previsti incontri con i rappresentanti delle istituzioni, con le associazioni e con famiglie di profughi provenienti da Mykolaiv, Kherson e da altre zone colpite dal conflitto. Il 29 giugno, sulla via del ritorno, è in programma a Chisinau un incontro con Mons. Anton Coşa, Arcivescovo cattolico della Moldavia, e con la Caritas locale. La visita sarà occasione per consegnare aiuti umanitari, segno di vicinanza concreta, ma rappresenterà soprattutto un gesto dal forte valore simbolico ed educativo. “Senza alcuna strumentalizzazione – sottolinea monsignor Savino – vogliamo testimoniare che la pace è possibile. Dalla guerra, da ogni guerra si esce tutti sconfitti. La guerra non è mai una soluzione”.

Continua a leggere

Provincia

Laino Borgo, Cis finanzia progetto albergo diffuso nel cuore del centro storico

Soddisfazione del sindaco, Mariangelina Russo, per il risultato ottenuto che permetterà di realizzare il progetto di ospitalità diffusa nel centro storico

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

LAINO BORGO (CS) – Un albergo diffuso con 35 posti letto. E’ questo il sogno che inizia a diventare realtà per Laino Borgo che si è vista riconoscere un finanziamento di oltre due milioni di euro (2.207.131,24 €) per il progetto di ospitalità diffusa nel centro storico riconosciuto valido ed alta priorità dal Contratto Istituzionale di Sviluppo “Svelare Bellezza” sottoscritto ieri a Tropea con il ministro Mara Carfagna. Il progetto prevede il recupero di alloggi, il miglioramento dell’aspetto estetico e funzionali dei luoghi ed elementi di arredo urbano in grado di ampliare la rete di ospitalità nel centro storico di Laino Borgo.

«Un sogno che si realizza – ha commentato il sindaco Russo – e che permette di rafforzare l’attività di promozione e valorizzazione del nostro borgo. Con questo importante contributo – ha aggiunto l’amministratore – realizzeremo un albergo diffuso completo di arredi, ma soprattutto renderemo più accogliente e vivibile il centro storico».

Questa attività oltre a permettere il recupero di abitazioni del centro, riqualificando l’aspetto estetico del borgo, permetterà di aggiungere capacità ricettiva a Laino Borgo, ormai riconosciuta meta degli sport outdoor nel Pollino che punta sempre più e meglio a strutturare una offerta turistica completa ed esperienziale.

«Prosegue e si rafforza con questa azione la volontà di costruire una rete diffusa di accoglienza per i tanti turisti che scelgono Laino Borgo per le proprie vacanze a contatto con la natura e in un ambiente di pieno relax. Il nostro centro storico si prepara a diventare un modello di ospitalità diffusa capace di coccolare il viaggiatore ed inserirlo nel contesto urbano di grande fascino, in diretto contatto con la comunità ospitante che diventa protagonista dell’accoglienza e della proposta di ospitalità che vogliamo mettere in campo».

Continua a leggere

Provincia

Ospedale di Cariati verso la riapertura? “Confidiamo nelle rassicurazioni di Occhiuto”

La battaglia del sindaco Filomena Greco per la riapertura del nosocomio prosegue ormai da tempo “ci auguriamo che venga dotato di tutto”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CARIATI (CS) – Ospedale di Cariati, esprimiamo soddisfazione per le opportune e quanto mai gradite rassicurazioni del Governatore della Calabria, Roberto Occhiuto, sull’impegno di riaprire l’ospedale di Cariati. Da parte dell’Amministrazione Comunale, il Presidente e la Giunta Regionale troveranno pieno sostegno per il raggiungimento di questo obiettivo.

È quanto dichiara il Sindaco Filomena Greco ringraziando con l’assessore alla sanità Rosaria Bianco e l’intero Esecutivo, il Presidente e Commissario della Sanità calabrese per aver voluto ribadire l’impegno preso sul futuro del presidio ospedaliero.

Dopo tutti questi anni – aggiunge il Primo Cittadino – la preoccupazione della comunità e del territorio che si è sempre battuta per rivendicare il diritto alla salute, è più comprensibile e giustificabile. Ma siamo fiduciosi sul fatto che la Giunta Regionale stia lavorando bene e stia andando nella giusta direzione per garantire ai cittadini di questo territorio servizi assistenziali di qualità, mettendo fine a tutti questi anni di disagi e viaggi della speranza.

Ci auguriamo – conclude la Greco – che il Vittorio Cosentino venga dotato presto di tutte le strumentazioni e risorse umane e professionali utili al funzionamento di tutti quei reparti che sono stati e devono tornare ad essere punto di riferimento e fiore all’occhiello della sanità locale.

Continua a leggere

Di tendenza