Cosenza, il Consiglio provinciale ha adottato il rendiconto consuntivo 2021 - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Cosenza, il Consiglio provinciale ha adottato il rendiconto consuntivo 2021

Questa mattina a maggioranza, con 15 voti favorevoli e un astenuto, il documento è stato approvato con il parere favorevole del Collegio dei Revisori dei Conti

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Il Consiglio Provinciale ha adottato questa mattina a maggioranza, con 15 voti favorevoli e un astenuto, il Conto consuntivo 2021 con il parere favorevole del Collegio dei Revisori dei Conti.

La Presidente in apertura di seduta ha espresso le più sentite condoglianze alla Consigliera Pina Sturino per la tragica perdita del suocero, ringraziandola per l’alto senso istituzionale dimostrato con la sua presenza in aula in un frangente così doloroso. Nel merito del punto all’Ordine del Giorno, Rosaria Succurro ha quindi evidenziato che «oggi approviamo il primo consuntivo di questa Amministrazione, che riguarda però la precedente gestione politica e amministrativa. Il documento contabile è stato inizialmente redatto da altro tecnico e oggi concluso dal nuovo Dirigente dott. Giuseppe Meranda, che ringrazio per il puntuale lavoro svolto. Analoghi ringraziamenti vanno agli Uffici e ai Consiglieri tutti, perché ritengo fondamentali la trasparenza e la correttezza degli atti e delle procedure che questa Amministrazione ha voluto assicurare e gli uffici hanno garantito».

La Presidente Succurro ha quindi dato atto che provengono sollecitazioni da tutti i territori per la soluzione di problematiche anche annose e che «in questo Palazzo c’è una Presidente disponibile e aperta al dialogo e al confronto con tutti, auspicando una proficua collaborazione fra maggioranza e minoranza a beneficio dell’intera collettività». Infine, la Presidente della Provincia ha ricordato che, dopo l’adozione dell’atto, il secondo passaggio riguarderà il parere dell’Assemblea dei Sindaci e per ultimo l’approvazione definitiva in Consiglio Provinciale, così come previsto dalla Legge Delrio.

Nel merito del Consuntivo, la relazione del Dirigente Meranda ha evidenziato un risultato di amministrazione di € 29.397.247,71. Il risultato di amministrazione, parte disponibile, alla data del 31/12/2021 chiude con un saldo negativo di € -22.695.076,87, migliorativo rispetto al risultato di amministrazione alla data del 31/12/2020, la cui parte disponibile mostrava un saldo negativo di € – 22.726.548,43.

Il quadro generale riassuntivo presenta, per la parte “entrate”, un totale a pareggio di € 389.938.184,51 per la voce accertamenti e di € 243.207.081,63 per la voce incassi; sul fronte delle spese, il totale a pareggio presenta impegni  pari ad € 389.938.184,51 e pagamenti per € 243.207.081,63.

Al dibattito che ha preceduto il voto sono intervenuti i Consiglieri Porco, Papasso, Aceto, Tavernise, Frammartino, Nociti, De Donato, Lamensa e Tenuta. Tutto il Consiglio ha espresso le proprie condoglianze alla Consigliera Sturino.

Ionio

“Carovana della pace”, il vescovo di Cassano ad Odessa

L’iniziativa è promossa dalla rete #Stopthewarnow, che riunisce 175 associazioni, movimenti ed enti impegnati in azioni nonviolente e umanitarie

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Monsignor Francesco Savino, Vescovo di Cassano e vice presidente della CEI, parteciperà da domani, domenica 26, e fino al 29 giugno alla “Carovana della pace” a Odessa, in Ucraina, per esprimere la vicinanza e la solidarietà delle Chiese che sono in Italia a quanti soffrono per il conflitto in corso. “Dentro le paradossali contraddizioni di una guerra che, in quattro mesi, secondo le fonti delle Nazioni Unite, ha registrato diecimila vittime civili, non possiamo non schierarci dalla parte di tutte le vittime testimoniando la non violenza attiva che è l’opposto dell’indifferenza. Contro la violenza, la sopraffazione, la guerra avvertiamo l’esigenza di essere una interposizione di pace nei luoghi di conflitto”, afferma monsignor Savino che alla Carovana sarà accompagnato da due operatori di Caritas Italiana.

Ad Odessa sono previsti incontri con i rappresentanti delle istituzioni, con le associazioni e con famiglie di profughi provenienti da Mykolaiv, Kherson e da altre zone colpite dal conflitto. Il 29 giugno, sulla via del ritorno, è in programma a Chisinau un incontro con Mons. Anton Coşa, Arcivescovo cattolico della Moldavia, e con la Caritas locale. La visita sarà occasione per consegnare aiuti umanitari, segno di vicinanza concreta, ma rappresenterà soprattutto un gesto dal forte valore simbolico ed educativo. “Senza alcuna strumentalizzazione – sottolinea monsignor Savino – vogliamo testimoniare che la pace è possibile. Dalla guerra, da ogni guerra si esce tutti sconfitti. La guerra non è mai una soluzione”.

Continua a leggere

Provincia

Laino Borgo, Cis finanzia progetto albergo diffuso nel cuore del centro storico

Soddisfazione del sindaco, Mariangelina Russo, per il risultato ottenuto che permetterà di realizzare il progetto di ospitalità diffusa nel centro storico

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

LAINO BORGO (CS) – Un albergo diffuso con 35 posti letto. E’ questo il sogno che inizia a diventare realtà per Laino Borgo che si è vista riconoscere un finanziamento di oltre due milioni di euro (2.207.131,24 €) per il progetto di ospitalità diffusa nel centro storico riconosciuto valido ed alta priorità dal Contratto Istituzionale di Sviluppo “Svelare Bellezza” sottoscritto ieri a Tropea con il ministro Mara Carfagna. Il progetto prevede il recupero di alloggi, il miglioramento dell’aspetto estetico e funzionali dei luoghi ed elementi di arredo urbano in grado di ampliare la rete di ospitalità nel centro storico di Laino Borgo.

«Un sogno che si realizza – ha commentato il sindaco Russo – e che permette di rafforzare l’attività di promozione e valorizzazione del nostro borgo. Con questo importante contributo – ha aggiunto l’amministratore – realizzeremo un albergo diffuso completo di arredi, ma soprattutto renderemo più accogliente e vivibile il centro storico».

Questa attività oltre a permettere il recupero di abitazioni del centro, riqualificando l’aspetto estetico del borgo, permetterà di aggiungere capacità ricettiva a Laino Borgo, ormai riconosciuta meta degli sport outdoor nel Pollino che punta sempre più e meglio a strutturare una offerta turistica completa ed esperienziale.

«Prosegue e si rafforza con questa azione la volontà di costruire una rete diffusa di accoglienza per i tanti turisti che scelgono Laino Borgo per le proprie vacanze a contatto con la natura e in un ambiente di pieno relax. Il nostro centro storico si prepara a diventare un modello di ospitalità diffusa capace di coccolare il viaggiatore ed inserirlo nel contesto urbano di grande fascino, in diretto contatto con la comunità ospitante che diventa protagonista dell’accoglienza e della proposta di ospitalità che vogliamo mettere in campo».

Continua a leggere

Provincia

Ospedale di Cariati verso la riapertura? “Confidiamo nelle rassicurazioni di Occhiuto”

La battaglia del sindaco Filomena Greco per la riapertura del nosocomio prosegue ormai da tempo “ci auguriamo che venga dotato di tutto”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CARIATI (CS) – Ospedale di Cariati, esprimiamo soddisfazione per le opportune e quanto mai gradite rassicurazioni del Governatore della Calabria, Roberto Occhiuto, sull’impegno di riaprire l’ospedale di Cariati. Da parte dell’Amministrazione Comunale, il Presidente e la Giunta Regionale troveranno pieno sostegno per il raggiungimento di questo obiettivo.

È quanto dichiara il Sindaco Filomena Greco ringraziando con l’assessore alla sanità Rosaria Bianco e l’intero Esecutivo, il Presidente e Commissario della Sanità calabrese per aver voluto ribadire l’impegno preso sul futuro del presidio ospedaliero.

Dopo tutti questi anni – aggiunge il Primo Cittadino – la preoccupazione della comunità e del territorio che si è sempre battuta per rivendicare il diritto alla salute, è più comprensibile e giustificabile. Ma siamo fiduciosi sul fatto che la Giunta Regionale stia lavorando bene e stia andando nella giusta direzione per garantire ai cittadini di questo territorio servizi assistenziali di qualità, mettendo fine a tutti questi anni di disagi e viaggi della speranza.

Ci auguriamo – conclude la Greco – che il Vittorio Cosentino venga dotato presto di tutte le strumentazioni e risorse umane e professionali utili al funzionamento di tutti quei reparti che sono stati e devono tornare ad essere punto di riferimento e fiore all’occhiello della sanità locale.

Continua a leggere

Di tendenza