Alla Camera si discute un ddl sul Santuario di San Francesco di Paola - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Alla Camera si discute un ddl sul Santuario di San Francesco di Paola

A darne notizia è il deputato pentastellato Alessandro Melicchio “Con questa legge si vuole salvaguardare il nostro patrimonio storico, artistico e culturale”

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – “Parte oggi, in Commissione Cultura alla Camera, la discussione della proposta di legge d’iniziativa della collega Frassinetti per la valorizzazione del santuario di San Francesco di Paola. Il provvedimento, di cui sarò relatore, prevede il finanziamento di interventi per il risanamento, il restauro e, dunque, la tutela della chiesa dedicata al Santo Patrono della Calabria”. A darne notizia è il deputato del Movimento 5 Stelle Alessandro Melicchio.

“Con questa legge – prosegue Melicchio – si vuole salvaguardare il nostro patrimonio storico, artistico e culturale, operando un recupero della memoria storica e rilanciando la funzione civile e religiosa del santuario di San Francesco di Paola, in coincidenza con il primo centenario, che cade quest’anno, dell’elevazione dell’antica chiesa di Paola a Basilica. E sono diversi gli interventi previsti, come il restauro degli elementi strutturali e decorativi, il risanamento e la muratura degli intonaci interessati da fenomeni di infiltrazioni e di umidità da risalita nelle sale limitrofe al chiostro e all’antica tipografia, il restauro delle coperture e dei tetti, dei manufatti e degli affreschi della Basilica, del chiostro e dei locali dell’antica tipografia”.

“Come tutti i calabresi – sostiene ancora il parlamentare pentastellato – sono molto legato al Santo Patrono della nostra regione e spero in un rapido iter di questa legge, per proteggere il prezioso patrimonio artistico custodito dai Frati minimi, un luogo che regala emozioni e mistiche sensazioni, simbolo della cristianità calabrese e che attira fedeli e visitatori in numero sempre crescente e in ogni periodo dell’anno”

Area Urbana

Cosenza, ancora 24 ore di allerta rossa. Il maltempo non allenta la presa

La comunicazione della Prociv regionale al Comune di Cosenza che torna a ribadire le misure precauzionali da adottare con un quadro delle previsioni

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Cetraro marina - 27/11/2021

COSENZA – Non si allenta la presa del maltempo e dalla mezzanotte di oggi fino alle ore 24,00 di domani, domenica 28 novembre, sono annunciate dal Dipartimento della Protezione civile regionale altre 24 ore di allerta meteo rossa. La comunicazione che la Prociv regionale ha inviato al Comune di Cosenza ha indotto la Dirigente della protezione civile di Palazzo dei Bruzi, ing.Antonella Rino a rendere noto, su indirizzo del Sindaco Franz Caruso e dell’Assessore comunale alla Protezione civile Veronica Buffone, il quadro previsionale diffuso e a ripetere le consuete raccomandazioni ai cittadini.

Piogge diffuse, temporali e forti raffiche di vento

Anche nell’ultimo avviso che preannuncia le condizioni meteo avverse nelle prossime 24 ore, la Prociv regionale fa riferimento a piogge diffuse e temporali sparsi, anche a carattere di rovescio, di forte intensità. I fenomeni – si sottolinea ancora nell’avviso – saranno accompagnati da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. In ragione di questo quadro previsionale viene  ribadito l’invito ai cittadini alla massima prudenza.

Le raccomandazioni

La Protezione civile raccomanda di: non mettersi in viaggio se non strettamente necessario, evitare i sottopassi, abbandonare i piani seminterrati o interrati se ubicati in zone depresse o a ridosso di fiumi, torrenti tombati o con sezioni d’alveo ristrette per cause antropiche. Nelle predette aree è consigliato di raggiungere i piani superiori, non sostare in prossimità di aree con versanti acclivi che potrebbero dare origine a colate rapide di fango e crolli di blocchi rocciosi. La situazione sarà monitorata, costantemente, dal servizio di Protezione civile comunale e dalla Polizia municipale.

In caso di necessità, contattare i seguenti numeri:

VIGILI URBANI 0984 813760 – VIGILI DEL FUOCO 115 – CARABINIERI 112

Continua a leggere

Provincia

Infastidiva persone e commercianti della zona, arrestato 47enne nel cosentino

La chiamata al “112” dei presenti e l’immediato intervento della gazzella della locale che ha avuto bisogno dell’ausilio di altro personale

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Nella serata di ieri, a Corigliano Calabro, i Carabinieri del Reparto Territoriale di Corigliano Rossano hanno arrestato un marocchino di 47anni, il quale, senza alcun plausibile motivo infastidiva le persone e gli esercenti commerciali di quella via, M. Buonarroti. La chiamata al numero d’emergenza “112” dei presenti e l’immediato intervento della gazzella della locale Sezione Radiomobile che hanno consentito di interrompere, non senza la tenace resistenza del 47enne, i propositi criminosi dello stesso.

É stato necessario l’ausilio di altro personale, in servizio nel territorio della città, per neutralizzare l’arrestato, senza che nessuno rimanesse ferito. Espletate le formalità di rito il marocchino è stato condotto nel carcere di Castrovillari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dovendo rispondere del reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Imprenditore molestato e aggredito

Sempre nella serata di ieri, nell’area urbana di Rossano, i militari della Stazione Carabinieri di Rossano hanno eseguito nei confronti di M.G. 40enne, un’ordinanza applicativa della misura cautelare personale del divieto di avvicinamento alla parte offesa ed ai luoghi abitualmente frequentati dalla stessa, emessa dall’Ufficio G.I.P. presso il Tribunale di Castrovillari. La misura scaturisce dall’attività investigativa svolta dai militari procedenti che hanno accertato le responsabilità penali dell’indagato in ordine ai reati di atti persecutori e lesioni personali nei confronti di un imprenditore del luogo.

Continua a leggere

Provincia

“I 5 Sensi di Fiore” alla scoperta del monte Zingomarro

Un percorso di trekking suggestivo per apprezzare una vista impareggiabile che si presta a scatti fotografici eccezionali

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – «Prosegue il programma I 5 Sensi di Fiore. Domani, domenica 28 novembre gli amanti del trekking conosceranno il monte Zingomarro, tra le vette più panoramiche e suggestive di San Giovanni in Fiore e del Parco Nazionale della Sila». Ad illustrare i dettagli è la sindaca di San Giovanni in Fiore, Rosaria Succurro. L’iniziativa da lei ideata è realizzata in collaborazione con il Parco nazionale.

«Delle guide specializzate – prosegue la sindaca – accompagneranno i camminatori lungo un sentiero tra pini larici e abeti, fino alla cima sopra i 1500 metri dello Zingomarro, o Cozzo del Principe, da cui è possibile ammirare un paesaggio mozzafiato: la catena dei monti silani con il lago Ampollino ai piedi, sullo sfondo il mare Ionio e la valle del Neto a est, ad ovest il Tirreno, cioè uno spettacolo della vastità e varietà della Calabria, che regala emozioni uniche. La vista che si apprezzerà dallo Zingomarro è impareggiabile e si presta a scatti fotografici eccezionali. Giunti in vetta, si degusteranno dolci e liquori tipici del territorio». «Con prenotazione obbligatoria, l’escursione è gratuita ed è alla portata di tutti, compresi i bambini da otto anni in avanti».

Il ritrovo dei partecipanti è fissato alle ore 9,30 dal municipio di San Giovanni in Fiore. Da lì si proseguirà in auto sino al luogo di inizio della camminata. «Con I 5 Sensi di Fiore – conclude la sindaca – promuoviamo la bellezza e ricchezza del territorio, anche coinvolgendo le famiglie rispetto alla tutela dell’ambiente».

Continua a leggere

Di tendenza