Lavoro nero, blitz nel cosentino. Trovate irregolari 42 aziende agricole su 45 - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Lavoro nero, blitz nel cosentino. Trovate irregolari 42 aziende agricole su 45

É quanto emerso da due attività straordinarie di vigilanza condotte dall’Ispettorato del Lavoro di Cosenza. Erogate multe per oltre 77mila euro

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Su 45 aziende agricole del cosentino ispezionate, 42 sono risultate irregolari. É quanto emerso da due attività straordinarie di vigilanza, nel contesto del Programma Su.Pr.Eme. Italia, condotte dall’Ispettorato del Lavoro di Cosenza con personale degli Ispettorati di Bari, Brindisi, Cagliari-Oristano, Caserta, Foggia, Reggio Calabria e Sassari, i carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro; il personale dello Spisale e mediatori culturali dell’Oim. La prima attività ha interessato il territorio di Amantea, per la raccolta delle cipolle, e le Piane di Tarsia (Tarsia, Bisignano, San Marco Argentano e Roggiano Gravina) e Sibari (Cassano allo Ionio) per la coltivazione degli ortaggi. Sono state controllate 32 aziende, di cui 30 sono risultate irregolari (93,75%) o i cui accertamenti sono ancora in corso. Verificate anche le posizioni di 281 lavoratori, (113 italiani, 59 comunitari e 109 provenienti da Paesi extra-UE) di cui 83 sono risultate irregolari per lavoro “in nero”, violazioni al Ccnl, violazioni in materia di orario di lavoro e sicurezza sui luoghi di lavoro. Tra i lavoratori irregolari 63 sono di provenienza extra-UE (76%).

Sono ancora in corso accertamenti per verificare due ipotesi di caporalato di cui una in collaborazione con l’Ispettorato di Catanzaro. Tra gli altri provvedimenti di natura penale, sono state adottate 38 prescrizioni scaturite da violazioni prevenzionistiche in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro per le quali sono state erogate ammende per complessivi 77.199,60 euro. La seconda attività è stata svolta nei territori di Altomonte, Spezzano Albanese, San Lorenzo del Vallo, Castrovillari e Cassano allo Ionio, per la raccolta delle pesche. Nella zona, sono state controllate 13 aziende e ne sono state riscontrate 12 irregolari o i cui accertamenti sono ancora in corso. Le posizioni lavorative verificate sono state 160 (133 italiani, 10 comunitari e 17 provenienti da Paesi extra-UE), di queste, allo stato degli accertamenti, 18 sono risultate irregolari per lavoro “in nero”, violazioni al Ccnl e violazioni in materia di orario di lavoro e sicurezza sui luoghi di lavoro. Per 3 lavoratori di Paesi extra-UE privi di permesso di soggiorno è scattata la denuncia all’Autorità giudiziaria. Sono stati 13 i provvedimenti penali per violazioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro con ammende erogate pari a complessivi 19.533 euro a seguito di prescrizioni.

Provincia

Roberto Occhiuto: “la statale 106 va fatta tutta a 4 corsie”

VIDEO – É quanto afferma Roberto Occhiuto, candidato per il centrodestra alla presidenza della Regione Calabria, in un video postato su facebook

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – “Non possiamo avere, in una regione civile, una strada che si chiama ‘Strada della morte’“. É quanto afferma Roberto Occhiuto, candidato per il centrodestra alla presidenza della Regione Calabria, in un un video postato sulla sua pagina facebook, mentre a bordo di un’auto percorre la strada statale 106. Nel video, Occhiuto interviene per richiamare l’attenzione sulle condizioni di un’arteria che attraversa tutta la fascia che dall’Alto Ionio cosentino, ma anche con proiezioni fino a Taranto e in Basilicata, conduce a Reggio Calabria. “Questa è la 106 – dice Occhiuto – la strada della morte, l’unica strada che collega tutto lo Ionio calabrese a due corsie. Non ci prendano in giro: la 106 va fatta a quattro corsie perché è un’arteria troppo importante, un’infrastruttura assolutamente necessaria”.

Continua a leggere

Provincia

“Special Olympics 2.1”, Castrovillari premia gli atleti: “un vero inno alla dignità”

Consegnati i riconoscimenti agli atleti di Castrovillari che hanno partecipato ai giochi nazionali. I complimenti anche ai loro accompagnatori

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CASTROVILLARI (CS) – Inclusione, sport, abilità e dedizione. Sono stati premiati i 16 atleti, partecipanti locali, (tesserati con i team AFD Totum, Il Filo di Arianna, e MeglioInsieme Castrovillari) ai Giochi Nazionali Special Olympics #SmartGAmes 2.1. Il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, ha plaudito all’encomiabile iniziativa, svoltasi al Protoconvento francescano, indirizzando un caloroso augurio a tutti i ragazzi partecipanti alla competizione sportiva e per le abilità messe, con dedizione, in campo.

Il momento locale, organizzato dal team della dirigente provinciale Mariella Greco, è stato contraddistinto dal saluto di benvenuto curato dalle ASD Dojo Bushi e Olimpic Viola di Castrovillari per affermare l’importanza di azioni ed attività del genere per debellare ogni forma di violenza che patisce l’individuo come riprende l’iniziativa a livello mondiale #weare15% per rilanciare tale urgenza educativa per il “cambiamento”.

A condividere sensazioni, gioia ed emozioni pure la Garante del Comune per i diritti della persona disabile, Caterina Tamburi, il Consigliere Carmelo Vacca, presidente della commissione Cultura, Antonio Limonti per la Polisportiva del Pollino, Claudio Zicari per il Sistema Museale “Città di Castrovillari”, Luigi Postorivo presidente Lions Club di Castrovillari in rappresentanza dei Club Service che supportano Special Olympics, e la vicepresidente CAI Castrovillari, Carla Primavera, in rappresentanza degli enti territoriali e il mondo del volontariato.

Nella manifestazione uno speciale ringraziamento è andato anche a tutti i responsabili, tecnici, accompagnatori e famiglie che “in questo evento affermano, da anni, affiancandolo con amore e dedizione il ruolo sociale ed educativo dello sport contro ogni logica di discriminazione”. Un vero inno alla dignità – è stato ribadito in più modi nei contributi espressi – che coinvolge tanti in Città, nel comprensorio, in regione e ad ogni latitudine sulla Terra, convinti della portata dell’appuntamento e di questi meeting per ribadire principi e diritti fondamentali, invalicabili, ma anche opportunità di crescita per ciascun individuo che non può prescindere da uno Sguardo e una considerazione dell’altro nonché da quelle collaborazioni sinergiche che fanno la differenza nelle aggregazioni per uno sviluppo diffuso ed armonioso di ognuno, così com’è, integralmente inteso.

19 discipline

L’appuntamento nazionale ha coinvolto mettendo alla prova, così, giovanissimi donne e uomini nell’Atletica, nel Badminton, Basket, Bocce, Bowling, Calcio, Canottaggio, Karate, Ginnastica, Golf, Nuoto, Pallavolo, Racchette da neve, Rugby, Sci Alpino, Sci di fondo, Snowboard, Tennis e Tennistavolo.

Qui la disabilità dà prova, fortemente e senza mezze misure, del suo Essere a prescindere, in un mondo spesso appiattito sull’esteriorità, contro il “diverso” nonché afferrato dal quel vuoto di senso e stregato da un relativismo che non gli dà tregua senza, però, per una Forza comunque presente, poter intaccare quel sano desiderio di ciascuno di mettersi in gioco, che viene suscitato ed ispirato sorprendentemente e misteriosamente sempre per affermare il valore persona.

“Queste iniziative che si innalzano sempre più forti nel segno dell’inclusione imprescindibile per ogni crescita che si dica tale – ha dichiarato a margine del momento il Sindaco Lo Polito, richiamando il senso ed il messaggio profondo dei Giochi- fanno intendere che tutto questo è possibile quando c’è qualcuno che sa “dialogare” con quel bisogno profondo di ciascuno, di essere voluto veramente bene. Anche da qui’ passa l’agognata Ripresa…della società”.

Continua a leggere

Ionio

Conte a Corigliano Rossano: “Nessun euro sarà deviato al Nord. Favorevoli al Green Pass”

Il leader M5S Giuseppe Conte è Corigliano Rossano per la prima tappa di una due giorni in Calabria. Nel pomeriggio sarà a Cosenza. Sul Green pass: “il M5s è assolutamente favorevole alla sua diffusione”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO ROSSANO – “Il vaccino salva le vite e siccome adesso siamo in una fase in cui la stragrande maggioranza della popolazione risulta vaccinata, noi dobbiamo riappropriarci delle nostre vite, quindi ripartiamo in modo pieno anche con la cultura, con lo spettacolo e con gli eventi sportivi oltre che con le attività economiche. Adesso possiamo farlo e dobbiamo farlo”.

A dirlo il leader M5S Giuseppe Conte, questa mattina a Corigliano Rossano, prima tappa di una due giorni in Calabria: “Dobbiamo ripristinare un senso di normalità perché i cittadini hanno fatto tanto sacrificio quindi la politica deve rispondere per fare ripartire tutte queste attività”.

“Non trascuriamo le amministrative”

“Questo passaggio elettorale delle amministrative è un passaggio che non trascuriamo affatto. Il dialogo con il Pd va avanti, al di là dei risultati che otterremo. Stiamo costruendo un progetto Paese, il M5s si è completamente rinnovato e occorrerà del tempo per dispiegare appieno questo nuovo corso, questo rinnovamento e continueremo il dialogo con il Pd al di là dei risultati”.

Regionali, opportunità per i calabresi

“Più che il test di un’alleanza io vedo questa come un’opportunità per tutti i calabresi qui presenti. E per questo che ci abbiamo messo la faccia e per questo io sono qui e lo stesso dicasi anche per Enrico Letta. Noi crediamo che ai calabresi occorra offrire una prospettiva alternativa rispetto al Governo regionale che c’è stato e riteniamo che questa prospettiva debba essere concreta“.

“Sono già stato qui da presidente del Consiglio più volte – ha aggiunto Conte – e ho dedicato molta attenzione perché è tra le aree del sud più dimenticate, più emarginate del piano della politica nazionale ed è per questo che il riscatto può ripartire e deve ripartire dalla Calabria. Non permetteremo che nessun euro destinato al Sud sia deviato al nord. Sono partito dal nord perché ho detto che il Nord deve ripartire forte, va benissimo che ci siano delle locomotive in Italia, infatti ho parlato di Milano locomotiva, ma che nessuno fraintenda”.

Il leader dei Cinquestelle interviene anche sul nodo Green Pass: “Il M5s è assolutamente favorevole alla sua diffusione. L’obbligo vaccinale l’ho sempre dichiarato una estrema ratio, quindi adesso spero che la Lega possa chiarire al proprio interno una posizione definitiva e non cambi idea adesso come già successo in passato. Il Paese ci chiede responsabilità”.

Per il lavoro “serve una risposta forte del Governo sulla crisi delle imprese”

“Con il blocco dei licenziamenti siamo riusciti a fronteggiare il periodo più duro dell’emergenza, ma adesso ci sono delle crisi d’impresa che meritano una risposta forte da parte della politica, in particolare da parte del ministro Giorgetti. C’è un progetto al quale ha lavorato la viceministra Todde per l’ex Embrago per esempio e vorremmo sapere che fine ha fatto. Ci sono 11 mila famiglie di Alitalia, vorremmo capire bene quali soluzioni vengono portate al tavolo. Undicimila famiglie sono tante, veramente tante”.

“C’è anche Gkn. Adesso c’è stata una sentenza favorevole – spiega Conte – ma la politica deve assumersi le sue responsabilità. Quindi invito il Governo ad adottare subito un progetto, delle norme, per favorire il salvataggio dei lavoratori perché è l’unico modo per assicurare reale, effettiva continuità aziendale”.

“Abbiamo fatto tanto per il Sud introducendo una fiscalità di vantaggio e la vogliamo strutturare e lavoreremo come movimento cinque stelle perché questa fiscalità di vantaggio si mantenga in modo strutturale. Se vogliamo offrire occupazione e prospettive di lavoro ai giovani, alle donne del Sud, bisogna tener conto che chi investe al Sud incontra maggiori difficoltà anche per le infrastrutture materiali che ci sono e che sono meno efficienti rispetto al nord. Addirittura la statale jonica va ripensata e rinforzata assolutamente. Dobbiamo assolutamente perseguire la fiscalità di vantaggio, destinare tutti i fondi programmati per il sud che devono andare al sud perché altrimenti il divario non si colmerà mai. Faremo di tutto per lavorare e per investire sulla statale 106 ionica”.

Continua a leggere

Di tendenza