Schiavonea: violazione norme anticovid e lavoratori in nero, sospesa attività - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Ionio

Schiavonea: violazione norme anticovid e lavoratori in nero, sospesa attività

I carabinieri di Corigliano nel weekend hanno ispezionato diversi locali notturni insistenti nelle zone della movida della località di Schiavonea

Avatar

Pubblicato

il

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Il 20% del personale dipendente era impiegato in nero ed esattamente 4 lavoratori su 8 non erano assunti. I carabinieri hanno sospeso l’attività commerciale e all’imprenditore sono state inoltre contestate salate sanzioni per la mancanza di rispetto della normativa sui protocolli di sicurezza per contrastare la diffusione del Covid 19. Il totale delle sanzioni applicate all’imprenditore, tra l’altro recidivo in quanto circa due anni fa presso un’altra sua attività commerciale venivano riscontrate simili violazioni in materia di lavoro in nero, ammonta a circa 17 mila euro.

Giovani segnalati per uso di stupefacenti

I carabinieri hanno proseguito anche l’attività di contrasto allo spaccio ed al consumo di sostanze stupefacenti nella località di Schiavonea, a seguito delle quali, nel fine settimana, sono stati sanzionati per uso personale di droga rispettivamente un trentenne ed un ventisettenne trovati in possesso di modiche quantità di marjuana ed hashish. I due sono stati segnalati alla Prefettura di Cosenza mentre la droga è stata sottoposta a sequestro amministrativo.

Ionio

Cassano: dipendente positivo al covid, chiusi gli uffici demografici

Uffici chiusi al pubblico fino a venerdì 17 settembre mentre gli uffici di Lauropoli resteranno chiusi fino 21 settembre

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CASSANO ALLO IONIO – Un dipendente del Comune di Cassano è risultato positivo al covid-19 e per questo è stata disposta la chiusura temporanea degli uffici demografici della sede centrale e della delegazione municipale della frazione Lauropoli. La responsabile dell’Area 1 – Affari Generali del Comune, Monica Fazzita, con una comunicazione urgente diramata stamattina, ha avvisato gli utenti che gli uffici demografici della sede di Cassano resteranno chiusi al pubblico da oggi fino a venerdì 17 settembre, mentre gli uffici della delegazione di Lauropoli resteranno chiusi sempre da oggi fino a martedì prossimo, 21 settembre.

Continua a leggere

Ionio

Schiavonea: l’ambulanza ritarda, muore 56enne. Presentato un esposto

La donna sarebbe stata colta da infarto. Il cadavere è stato posto sotto sequestro in attesa che l’autopsia stabilisca le cause del decesso

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – La Procura di Castrovillari ha aperto un’inchiesta per far luce sulla morte di una donna di 56 anni, avvenuta qualche giorno fa a Schiavonea di Corigliano Rossano. Secondo quanto si apprende la donna, avrebbe avvertito un malore e si sarebbe precipitata fuori dall’abitazione per chiedere aiuto per poi accasciarsi a terra.

Alcuni passanti hanno allertato i soccorsi e nel frattempo sono arrivati anche i carabinieri sul posto. L’ambulanza però sarebbe arrivata in notevole ritardo e tra l’altro senza il medico a bordo. Inutili i tentativi dei sanitari di rianimare la donna. Sono stati i familiari a presentare un esposto per far luce sull’accaduto e per sapere se la 56enne poteva essere salvata. La salma è stata sottoposta a sequestro per effettuare l’esame autoptico.

Continua a leggere

Ionio

Arrestato un 48enne di Cariati. Era destinatario di un mandato di cattura europeo

L’uomo è accusato di aver commesso reati contro il patrimonio e la persona anche con l’uso di armi

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CARIATI (CS) – Destinatario di un mandato di cattura europeo, finisce in carcere un 48enne residente a Cariati rintracciato nelle campagne tra le province di Cosenza e Crotone. L’arresto è stato eseguito nella mattinata di oggi dai Carabinieri della Stazione di Cariati. Il 48enne M.T., era ricercato in tutta Europa e accusato di aver commesso sul territorio internazionale diversi reati contro il patrimonio e contro la persona, spesso con l’uso di armi. All’arrivo dei militari, dopo l’identificazione, si è immediatamente consegnato alla giustizia senza opporre resistenza nominando nell’immediatezza l’avvocato Raffaele Meles quale proprio legale di fiducia. Al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso il carcere di Castrovillari in attesa delle operazioni di estradizione.

Continua a leggere

Di tendenza