Disabilità, l'Asp di Cosenza sblocca gli assegni di cura del 2016 - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Area Urbana

Disabilità, l’Asp di Cosenza sblocca gli assegni di cura del 2016

La conferma arriva dall’assessore regionale al Welfare, Gianluca Gallo: «ora correre per recuperare altri ritardi»

Avatar

Pubblicato

il

CATANZARO – L’Asp di Cosenza già nei prossimi giorni procederà a pubblicare le graduatorie per assegnare le risorse dell’annualità 2016 del Fondo delle non autosufficienze, riservato alle persone affette da disabilità gravissime. La conferma arriva dall’assessorato regionale al Welfare, guidato da Gianluca Gallo.

«Nelle ultime settimane – spiega Gallo – si è intensificata l’interlocuzione tra l’assessorato e tutte le Asp calabresi, per imprimere un’accelerazione alle procedure di spesa delle risorse ad esse devolute, che sono essenziali per centinaia di persone e per le loro famiglie, ancor più nel periodo storico attuale, segnato dalla pandemia. In questo quadro, attraverso l’Uoc Coordinamento Servizi Sociali, l’Asp bruzia ha ultimato l’iter che consentirà a breve di provvedere alla pubblicazione delle graduatorie».

Nello specifico, saranno più di 300 i beneficiari dell’assegno di cura destinato a cittadini in condizione di dipendenza vitale, necessitanti di assistenza continuativa a domicilio per bisogni complessi, derivanti da gravi condizioni psico-fisiche, con compromissione delle funzioni respiratorie e nutrizionali, oltre che dello stato di coscienza, o comunque bisognosi – ai fini della tutela della propria integrità psicofisica – di assistenza vigile da parte di terze persone.

«In tutta la Calabria – sottolinea l’assessore Gallo – si registrano gravi ritardi nella spesa del Fna, sia in riferimento alle quote trasferite agli Ambiti, sia per ciò che concerne quelle invece spettanti alle aziende sanitarie. Per quanto riguarda queste ultime, con il commissario dell’Asp di Cosenza si è instaurata, sul versante delle politiche sociali, una collaborazione istituzionale che siamo impegnati a suggellare anche con le altre aziende sanitarie, affinché l’erogazione di finanziamenti fondamentali per la cura delle persone fragili avvenga con la dovuta celerità e, con altrettanta rapidità, gli enti competenti provvedano agli adempimenti burocratici che ne consentano l’effettiva fruizione da parte dei destinatari».

Area Urbana

Rende, la Coppa Italia di Torball non si terrà al Palazzetto dello Sport “costretti a cambio sede”

Un sopralluogo ha constatato delle problematiche acustiche che inficerebbero sulla prestazione degli atleti non vedenti

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

RENDE (CS) – “A seguito della comunicazione pervenuteci stamane, siamo costretti a spostare la manifestazione prevista per oggi al Palazzetto dello Sport nella struttura di via Meucci a Quattromiglia”. Così il consigliere con delega allo sport del comune di Rende, Giovanni Gagliardi, in merito alla finale di Coppa Italia di  Torball che si terrà a Rende oggi e domani. In una lettera arrivata in municipio stamane, la sezione provinciale dell’Unione Italiana Ciechi e la Polisportiva Olympia hanno comunicato la decisone presa questa mattina dai dirigenti della FISPIC a seguito del sopralluogo effettuato per omologare il campo nel quale doveva svolgersi la finale di Coppa Italia Di Torball.

“Necessario ambiente idoneo alla gara”

“Ci duole non poter aprire oggi le porte del Palazzetto dello sport, ma l’obiettivo primario resta quello di poter permettere ai nostri ragazzi dell’Olympia di svolgere in serenità e in un ambiente idoneo l’importante gara che dovranno disputare col massimo della concentrazione”, ha spiegato Gagliardi.

Nella comunicazione arrivata in comune si legge infatti che: “Il Torball, così come il Goalball, è uno sport che si pratica in completa assenza della vista e col massimo silenzio assoluto, perlomeno nella fasi di gioco, di tutti i partecipanti (arbitri, team e pubblico). Ciò comporta che l’unico senso a cui possono concretamente affidarsi gli atleti durante il gioco sia proprio l’udito (da cui l’utilizzo di una palla sonora).

L’ampiezza interna del nuovo palazzetto unita, nell’attuale momento storico che impone restrizioni rilevanti, dal numero esiguo di spettatori, aggrava le problematiche acustiche pregiudicando concretamente e pervasivamente la fruibilità del gioco per gli atleti. Nello specifico, gli esami eseguiti dalla Federazione per quanto concerne i tempi di riverbero del suono all’interno dell’area di gioco, sono superiori alla media consentita”.

La gara si svolgerà a Quattromiglia

La finale di Torball si svolgerà dunque all’interno del palazzetto di via Meucci, dove si è già tenuto con successo il precedente evento di campionato di Goalball il 16 e 17 aprile: “ora concentriamoci e sosteniamo la nostra squadra. Ci sarà tempo, appena le restrizioni COVID lo permetteranno, di far utilizzare loro il Palazzetto dello Sport. Forza Olympia: la vostra città tifa per voi!”, ha concluso il consigliere con delega allo sport.

Continua a leggere

Area Urbana

Rende, sorpresi a consumare ai tavoli a mezzanotte. Sanzioni e birreria chiusa

20 clienti consumavano bevande e cibo oltre l’orario consentito, trasgredendo il coprifuoco

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

RENDE (CS) – Nella serata di ieri i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno elevato una sanzione amministrativa nel confronti del titolare di una birreria del centro e di 20 clienti, sorpresi intorno alla mezzanotte, all’interno del locale, intenti a consumare cibo e bevande ai tavoli, in chiara violazione dei divieti imposti dall’ultimo D.L. n. 52 del 22 aprile. I Carabinieri hanno anche disposto la chiusura immediata per cinque giorni della struttura recettiva.

Proseguiranno nei prossimi giorni i controlli effettuati dai militari dell’Arma, volti ad assicurare il rispetto delle disposizioni adottate a tutela dell’incolumità e della salute pubblica.

Controlli finalizzati alla prevenzione dell’illegalità

Nell’ambito dei quotidiani servizi di controllo del territorio, finalizzati alla prevenzione dei fenomeni di illegalità, i Carabinieri della Compagnia di Rende pongono particolare attenzione anche al rispetto delle prescrizioni in ragione dell’esigenza epidemiologica da Covid-19, intervenendo, d’iniziativa o su segnalazione dei cittadini, per sanzionare eventuali comportamenti scorretti.

Continua a leggere

Area Urbana

Cosenza, Asp “ieri 7mila vaccinati. Procediamo nonostante difficoltà giudiziarie”

Obiettivo raggiunto, comunicano “grazie ad un efficace lavoro di squadra, che vede impegnati sanitari, volontari, medici e sindaci”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – L’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza comunica che, “il Commissario Vincenzo La Regina e la propria struttura sono anche oggi al lavoro per continuare a far fronte alle molteplici richieste di Salute che provengono dalla stessa Azienda”. Così scrive in una nota l’Ente.

“Corre l’obbligo sottolineare che l’ASP di Cosenza viene fuori da anni difficili, come testimonia anche il lavoro della Magistratura la quale, con le inchieste che hanno visto a vari livelli i propri management coinvolti, in questi ultimi mesi sta svolgendo la propria attività per garantire il rispetto della legalità. Il lavoro del Commissario straordinario è pertanto – proseguono – rivolto a meglio poter offrire e rispondere al bisogno di Salute del proprio territorio allo scopo di garantirle soprattutto durante l’attuale Pandemia. Importante esempio è il maggior numero di vaccinazioni effettuate ieri, (circa settemila),- conclude l’Asp di Cosenza – obiettivo raggiunto grazie ad un efficace lavoro di squadra, che vede impegnati sanitari, volontari, terzo settore e Medici di Medicina Generale con il contributo istituzionale dei Sindaci”.

Continua a leggere

Di tendenza