Sindaci dell'alto Ionio a Roma contro Recovery Fund: "aspettative tradite" - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Ionio

Sindaci dell’alto Ionio a Roma contro Recovery Fund: “aspettative tradite”

Il Nord della Calabria, in particolare lo Ionio, non è stato destinatario di alcun intervento strutturale che potesse contribuire a migliorare lo sviluppo del comprensorio

Avatar

Pubblicato

il

 

ROMA – I sindaci di Trebisacce, Franco Mundo, di Oriolo, Simona Colotta di Montegiordano, Rocco Introcaso, di Rocca imperiale, Giuseppe Ranù e di Nocara, Maria Antonietta Pandolfi, hanno partecipato a Roma alla manifestazione di protesta contro le scelte relative al Recovery fund adottate dal governo, ed hanno espresso rammarico e delusione rispetto alle aspettative che si erano create. Tale delusione deriva, non solo per la riduzione degli investimenti nel sud, limitati al 40%, anziché presenti in misura del 60% così come previsto dalle linee guida della Comunità Europea, ma soprattutto perché ancora una volta tutte le aspettative sono state tradite.

“Il Nord della Calabria, in particolare lo Ionio, non è stato destinatario di alcun intervento strutturale che potesse contribuire a migliorare lo sviluppo del comprensorio. Non è previsto – scrivono i sindaci – alcun intervento né per quanto riguarda la mobilità stradale di collegamento con le aree interne né l’ammodernamento della ferrovia ionica con previsione dell’alta velocità che colleghi Sibari a Metaponto-Taranto-Bari. La cosa grave è che in tale contesto, escluso il senatore Magorno, nessuno dei parlamentari o degli esponenti politici calabresi regionali ha contestato le scelte operate dal governo”.

“Ancora una volta la fascia ionica e le aree interne vengono penalizzate e relegate ai margini, non solo dell’Italia, ma della Calabria. A nulla sono valse le manifestazioni e le proteste di questi giorni. Il Parlamento e il Governo, a trazione nordista, sono rimasti sordi rispetto alle richieste formulate dai sindaci, mortificando ancora una volta un importante territorio, lasciando inalterato il divario nord/sud. È chiaro che si pone un problema di rappresentanza politica, che riesca a porre al centro dell’attenzione questo importante comprensorio della Calabria. Se non cresce il mezzogiorno non cresce neanche l’Italia”.

Ionio

Corigliano, controlli dei carabinieri nel weekend. Tre persone denunciate

Tra sabato e domenica diversi veicoli sottoposti a sequestro amministrativo per mancanza della copertura assicurativa e 120 persone controllate

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO – ROSSANO (CS) – I carabinieri nelle ultime 48 ore hanno intensificato i controlli e denunciato tre persone alla Procura della Repubblica di Castrovillari, diversi veicoli sottoposti a sequestro amministrativo per mancanza della copertura assicurativa o ciclomotori per il mancato uso del casco protettivo, nonché quasi 120 persone controllate fra sabato e domenica.

Nello specifico, è stato fermato un 37enne del posto, che viaggiava a bordo di un mezzo poi risultato sprovvisto della copertura assicurativa da quasi due anni. Il 37enne, inoltre, il giorno precedente era stato già sanzionato dai carabinieri per la medesima infrazione con un’altra autovettura, poi sottoposta a sequestro amministrativo. L’uomo, infine, pur ammettendo di aver bevuto si è rifiutato di sottoporsi alla prova con l’etilometro in dotazione e per questo è stato denunciato in stato di libertà e gli è stata ritirata la patente di guida. Il veicolo, invece, è stato sottoposto a sequestro amministrativo per la mancata copertura assicurativa, al quale si aggiunge un verbale di quasi mille euro.

Sempre a Schiavonea, i militari dell’Arma hanno fermato un 35enne di Napoli ma residente a Corigliano, che, non avendo la patente di guida ha fornito false generalità. Per tale motivo il 35enne è stato denunciato per falsa attestazione ad un pubblico ufficiale sulla propria identità e rischia fino a sei anni di reclusione, se condannato. Inoltre, è stato denunciato per guida senza aver mai conseguito la patente di guida, mentre il veicolo veniva sottoposto a fermo amministrativo.

Continua a leggere

Ionio

The Guardian racconta Roseto Capo Spulico, sindaco: “siamo orgogliosi”

Un percorso appena avviato, ma di cui si è già interessato uno dei più importanti e autorevoli quotidiani nel Regno Unito, portando sulle proprie pagine un interessante articolo sui borghi italiani

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

 

ROSETO CAPO SPULICO (CS) – La meravigliosa cittadina jonica del cosentino e le sue bellezze sul giornale The Guardian. Dalla partnership con ITS Italy, società londinese a guida di un network di iniziative sul territorio nazionale per la promozione e l’attrazione di investimenti esteri a carattere immobiliare e di riqualificazione del territorio, alle pagine del giornale inglese “The Guardian”. Continua il percorso di posizionamento di Roseto Capo Spulico sullo scenario nazionale ed ora internazionale. Grazie ad un protocollo d’intesa siglato tra l’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Rosanna Mazzia e la ITS Italy si punta alla rigenerazione urbana del borgo attraverso la creazione di opportunità residenziali e lo sviluppo immobiliare dal quale far nascere un nuovo programma di crescita socio-economica della Comunità.

Un programma ambizioso, senza oneri per il Comune, attraverso il quale poter avviare un nuovo processo di riqualificazione e recupero del patrimonio architettonico, paesaggistico e culturale del Borgo di Roseto Capo Spulico con l’obiettivo di attrarre investimenti esteri volti alla riqualificazione immobiliare del Centro Storico e alla creazione di nuove modalità di fruizione. Un percorso appena avviato, ma di cui si è già interessato uno dei più importanti e autorevoli quotidiani nel Regno Unito, portando sulle proprie pagine un interessante articolo sui Borghi italiani. Un mercato, quello inglese, particolarmente interessato alla “grande bellezza” custodita nei piccoli borghi d’italia, luoghi dove assaporare la vera essenza del “Made in Italy”. “Siamo davvero orgogliosi – ha affermato il Sindaco di Roseto, Rosanna Mazzia – che il progetto di cui facciamo parte abbia suscitato tanta attenzione e curiosità in uno dei quotidiani più importanti del Regno Unito e di poterci presentare al pubblico d’oltremanica tra i Borghi partner di Its Italy… siamo sulla strada giusta e non vogliamo fermarci”.

Continua a leggere

Ionio

Cassano Ionio, morto l’anziano travolto da un’auto fuori controllo

Luigi Casella era stato centrato in pieno da un’auto fuori controllo lo scorso 27 aprile nel centro di Cassano. L’anziano non ce l’ha fatta

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CASSANO IONIO (CS) – Si è spento all’ospedale di Cosenza Luigi Casella, l’uomo che lo scorso 27 aprile venne investito in centro a Cassano da un’auto fuori controllo. La vettura, una Panda vecchio tipo, guidata da una donna che secondo i primi riscontri aveva perso il controllo del mezzo, a velocità sostenuta lo aveva centrato in pieno finendo la sua corsa di fronte alla Basilica Minore. L’uomo, in gravissime condizioni, venne immediatamente trasferito in elisoccorso all’ospedale di Cosenza ma dopo quasi due settimane in stato di coma è deceduto. Il sindaco di Cassano Ionio, Gianni Papasso ha espresso cordoglio per la “triste notizia che – ha scritto su Facebook – mi ha scosso e colpito profondamente”.

“Luigi Casella era una persona onesta, perbene, seria, riservata. Insomma, un cittadino eccellente. Quando mi incontrava – racconta Papasso – non mi faceva mai mancare il suo semplice sorriso di saluto. La notizia della sua tragica morte ha scosso moltissimo la nostra comunità.
A Luigi il mio ultimo, estremo saluto e quello dell’intera comunità cassanese. Ai famigliari tutti sentimenti di affetto, vicinanza e profonda solidarietà”. Sul caso della morte dell’anziano indaga la Procura di Castrovillari.

Continua a leggere

Di tendenza