Quattro giorni di vaccinazioni di massa in onore di San Francesco di Paola - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Quattro giorni di vaccinazioni di massa in onore di San Francesco di Paola

Lo rende noto l’Asp di Cosenza. Le vaccinazioni in provincia sono rivolte agli under 60, docenti e caregiver

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – In onore del Santo Patrono della Calabria, San Francesco di Paola, il Consiglio Regionale calabrese ha deciso una quattro giorni dedicata alle vaccinazioni anti Covid-19. L’evento eccezionale che si terrà dal 1 al 4 Maggio prossimo, è riservato alla fascia d’età 60/79 anni, ai care-giver, ai docenti di ogni ordine e grado, nonchè alla rimanente parte di ultraottantenni. Lo rende noto una nota stampa dell’Asp di Cosenza.

Resta inteso l’obbligo della prenotazione sulla piattaforma regionale raggiungibile attraverso il seguente link oppure chiamando il call center al seguente numero: 800-009966 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 (esclusi sabato e festivi); indispensabile essere in possesso della tessera sanitari con codice fiscale.

Gli Hub vaccinali

Gli Hub Vaccinali, sono stati individuati dalla Protezione Civile. L’Azienda Sanitaria di Cosenza, ospiterà l’iniziativa presso le seguenti sedi: Parco Acquatico di Rende; Hub Corigliano; Ospedale Paola; la Locomotiva di Castrovillari.

Mozione dei consiglieri per il Vax day in onore del Santo

Il nuovo vax-day calabrese fa seguito alla mozione approvata ieri all’unanimità dal Consiglio regionale, al termine della seduta dedicata al tema della sanità ed alla campagna vaccinazione anti covid. La mozione, primo firmatario Graziano Di Natale (IriC) e sottoscritta da Antonio De Caprio (FI), Giuseppe Graziano (Udc), Filippo Maria Pietropaolo (FdI), Giacomo Pietro Crinò (CdL), Domenico Bevacqua (Pd), Antonio Billari (DP), Marcello Anastasi (IriC) e Francesco Pitaro (Misto), nella convinzione che “dedicare le date tradizionalmente legate ai festeggiamenti di San Francesco ad una seconda vaccinazione di massa rappresenterebbe un simbolo di speranza per tutti i devoti del Santo” e che “la finalità di quest’iniziativa è quella di veicolare un messaggio di speranza per tutti i calabresi che affidano la Regione al Santo patrono con particolar riguardo alle persone bisognose”, impegna la Giunta regionale “affinché – è scritto nel testo – vengano attuate tutte le procedure per promuovere una seconda giornata dedicata alla vaccinazione di massa, nei primi giorni di maggio, secondo regole di prenotazione e fasce d’età prestabilite”.

Provincia

Scontro tra due auto sulla 107 nei pressi di San Fili. Feriti lievi e traffico rallentato

Sul posto polizia e sanitari del 118 che hanno prestato i primi soccorsi ai passeggeri delle autovetture rimasti feriti in modo lieve

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

SAN FILI (CS) – Incidente stradale sulla statale 107 Silana-Crotonese nei pressi di San Fili. Per cause ancora in corso di accertamento due auto – un’audi e una mazda – si sono scontrate. Sul posto i sanitari del 118 che hanno soccorso i passeggeri delle autovetture rimasti feriti in modo lieve. Sul posto anche la polizia stradale per i rilievi del caso.

Continua a leggere

Ionio

“Carovana della pace”, il vescovo di Cassano ad Odessa

L’iniziativa è promossa dalla rete #Stopthewarnow, che riunisce 175 associazioni, movimenti ed enti impegnati in azioni nonviolente e umanitarie

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Monsignor Francesco Savino, Vescovo di Cassano e vice presidente della CEI, parteciperà da domani, domenica 26, e fino al 29 giugno alla “Carovana della pace” a Odessa, in Ucraina, per esprimere la vicinanza e la solidarietà delle Chiese che sono in Italia a quanti soffrono per il conflitto in corso. “Dentro le paradossali contraddizioni di una guerra che, in quattro mesi, secondo le fonti delle Nazioni Unite, ha registrato diecimila vittime civili, non possiamo non schierarci dalla parte di tutte le vittime testimoniando la non violenza attiva che è l’opposto dell’indifferenza. Contro la violenza, la sopraffazione, la guerra avvertiamo l’esigenza di essere una interposizione di pace nei luoghi di conflitto”, afferma monsignor Savino che alla Carovana sarà accompagnato da due operatori di Caritas Italiana.

Ad Odessa sono previsti incontri con i rappresentanti delle istituzioni, con le associazioni e con famiglie di profughi provenienti da Mykolaiv, Kherson e da altre zone colpite dal conflitto. Il 29 giugno, sulla via del ritorno, è in programma a Chisinau un incontro con Mons. Anton Coşa, Arcivescovo cattolico della Moldavia, e con la Caritas locale. La visita sarà occasione per consegnare aiuti umanitari, segno di vicinanza concreta, ma rappresenterà soprattutto un gesto dal forte valore simbolico ed educativo. “Senza alcuna strumentalizzazione – sottolinea monsignor Savino – vogliamo testimoniare che la pace è possibile. Dalla guerra, da ogni guerra si esce tutti sconfitti. La guerra non è mai una soluzione”.

Continua a leggere

Provincia

Laino Borgo, Cis finanzia progetto albergo diffuso nel cuore del centro storico

Soddisfazione del sindaco, Mariangelina Russo, per il risultato ottenuto che permetterà di realizzare il progetto di ospitalità diffusa nel centro storico

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

LAINO BORGO (CS) – Un albergo diffuso con 35 posti letto. E’ questo il sogno che inizia a diventare realtà per Laino Borgo che si è vista riconoscere un finanziamento di oltre due milioni di euro (2.207.131,24 €) per il progetto di ospitalità diffusa nel centro storico riconosciuto valido ed alta priorità dal Contratto Istituzionale di Sviluppo “Svelare Bellezza” sottoscritto ieri a Tropea con il ministro Mara Carfagna. Il progetto prevede il recupero di alloggi, il miglioramento dell’aspetto estetico e funzionali dei luoghi ed elementi di arredo urbano in grado di ampliare la rete di ospitalità nel centro storico di Laino Borgo.

«Un sogno che si realizza – ha commentato il sindaco Russo – e che permette di rafforzare l’attività di promozione e valorizzazione del nostro borgo. Con questo importante contributo – ha aggiunto l’amministratore – realizzeremo un albergo diffuso completo di arredi, ma soprattutto renderemo più accogliente e vivibile il centro storico».

Questa attività oltre a permettere il recupero di abitazioni del centro, riqualificando l’aspetto estetico del borgo, permetterà di aggiungere capacità ricettiva a Laino Borgo, ormai riconosciuta meta degli sport outdoor nel Pollino che punta sempre più e meglio a strutturare una offerta turistica completa ed esperienziale.

«Prosegue e si rafforza con questa azione la volontà di costruire una rete diffusa di accoglienza per i tanti turisti che scelgono Laino Borgo per le proprie vacanze a contatto con la natura e in un ambiente di pieno relax. Il nostro centro storico si prepara a diventare un modello di ospitalità diffusa capace di coccolare il viaggiatore ed inserirlo nel contesto urbano di grande fascino, in diretto contatto con la comunità ospitante che diventa protagonista dell’accoglienza e della proposta di ospitalità che vogliamo mettere in campo».

Continua a leggere

Di tendenza