Lavori ospedale della Sibaritide, incontro in Prefettura su atti incendiari alle ditte - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Ionio

Lavori ospedale della Sibaritide, incontro in Prefettura su atti incendiari alle ditte

L’incontro a seguito degli ultimi atti incendiari che hanno riguardato alcuni mezzi di lavoro di ditte affidatarie dei lavori per la realizzazione dell’ospedale della Sibaritide

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Gli atti incendiari e intimidatori sono stati al centro di una riunione tecnica di coordinamento delle forze di polizia svoltasi in Prefettura a Cosenza, a cui hanno partecipato anche i responsabili delle organizzazioni sindacali Fillea Cgil, FenealUil e Filca Cisl.  Le sigle sindacali hanno espresso “un sentito e doveroso ringraziamento anche nei confronti del Questore dei Comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di finanza presenti alla riunione, “i quali hanno garantito e assicurato – scrivono in una nota i rappresentanti sindacali – la presenza forte e massiccia su tutto quel territorio, riscontrando l’opportunità e la necessita di monitorare costantemente un cantiere così tanto importante in termini produttivi e occupazionali in primis ma anche sulla indiscutibile necessità di veder presto realizzato un presidio ospedaliero così importante stante la pandemia che stiamo vivendo”.

“Nel corso della riunione – proseguono i sindacalisti – abbiamo denunciato, oltre ai gravi atti incendiari subiti dalla ‘Development’, anche l’incendio, avvenuto nella notte fra domenica e lunedì scorsi, di un escavatore della ditta impegnata nella costruzione della rotonda che darà l’accesso dalla statale 106, all’ospedale della Sibaritide”.

“Quanto accaduto deve essere oltre che denunciato sicuramente stigmatizzato come da invito del Prefetto per far sì che si instauri fra le forze sociali e le Istituzioni, anche locali, una rete di protezione per i cantieri che insistono sul territorio e, più in generale, sull’intera area della Sibaritide, con particolare riferimento al terzo megalotto ed all’Ospedale. Fiduciosi nella presenza nonché nell’intervento forte dello Stato, auspichiamo – concludo i rappresentanti sindacali – che fatti di così grave entità non si verifichino più e che le imprese e i lavoratori possano svolgere con serenità il loro operato senza dover subire oltraggiosi atti a scapito della realizzazione, nei tempi contrattuali, di importanti e strategiche opere infrastrutturali”.

Ionio

Calopezzati, hashish e marijuana nascosti in cucina. Arrestano un 44enne

All’interno di una credenza c’erano due involucri che contenevano oltre 90 grammi di “hashish” e circa 16 grammi di “marijuana”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CALOPEZZATI (CS) – Nel corso di un servizio coordinato di controllo del territorio finalizzato al contrasto ai reati in materia di sostanze stupefacenti, i carabinieri di Calopezzati, coadiuvati dai militari della compagnia di Rossano, hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio R. V. A., calopezzatese classe 1976. I militari, già da qualche tempo, avevano notato una serie di movimenti anomali nei pressi della sua abitazione, ubicata nel centro storico del comune jonico ed hanno deciso di di effettuare un ulteriore e mirato controllo.

Si sono presentati presso l’abitazione e, a seguito di una approfondita perquisizione effettuata, sono stati rinvenuti nella cucina dell’abitazione, all’interno di una credenza, due involucri contenenti sostanza stupefacente. In particolare all’interno del primo erano contenuti oltre 90 grammi di “hashish”, mentre nel secondo vi erano circa 16 grammi di “marijuana”. L’uomo è stato pertanto tratto in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione del Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica di Castrovillari, è stato rimesso in libertà non ritenendo allo stato necessaria l’applicazione della misura, mentre gli atti sono trasmessi alla medesima Autorità Giudiziaria per la richiesta di convalida dell’arresto. Il risultato operativo odierno, si inserisce in un più ampio quadro di controllo del territorio e di contrasto ai reati in materia di stupefacenti, specie quando la vendita è rivolta a giovani e minorenni, coordinato dal Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza.

Continua a leggere

Ionio

Balneazione a Corigliano-Rossano, 4 punti non conformi

Arpacal ha comunicato l’esito dei controlli alle acque di balneazione svolti il 15.06.2021

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Il Servizio tematico Acque del dipartimento provinciale Arpacal di Cosenza ha comunicato questa mattina al sindaco del Comune di Corigliano Rossano, e contestualmente alla Regione Calabria ed al Ministero della Salute, l’esito dei controlli alle acque di balneazione svolti il 15.06.2021.

Quattro in punti in cui le analisi hanno dato un esito di non conformità: Punto denominato “100 mt dx Torrente Coserie”, valore non conforme: Enterococchi Intestinali: 800 UFC/100 ml. (valore limite 200). Punto denominato “Camping Pitagora”, valore non conforme: Enterococchi Intestinali: 750 UFC/100 ml. (valore limite 200). Punto denominato “Fosso Nubrico”, valore non conforme: Enterococchi Intestinali: 770 UFC/100 ml. (valore limite 200). Punto denominato “100 mt dx Fiume Trionto”, valore non conforme: Enterococchi Intestinali: 780 UFC/100 ml. (valore limite 200).

Come prevede la normativa, ora spetta al Comune, come d’altronde richiesto dall’Arpacal, comunicare all’Agenzia le misure di gestione intraprese, come l’individuazione delle cause di inquinamento, i programmi d’intervento, la rimozione delle cause, nonché le relative ordinanze sindacali di divieto alla balneazione per i tratti indicati. Si precisa – è riportato nella nota di Arpacal – che la denominazione dei punti della campagna di balneazione, a volte individuati con nome di località o stabilimenti balneari/alberghieri, non è frutto di una scelta discrezionale Arpacal, ma la codificazione dei punti per come stabiliti da Regione e Ministero della Salute

Continua a leggere

Ionio

Corigliano-Rossano, al via la pulizia delle spiagge. Interessati 28 chilometri di litorale

Le attività di pulizia, partite ieri, renderanno le spiagge del litorale fruibili e pronti ad accogliere cittadini e turisti

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO-ROSSANO (CS) – Al via il servizio di pulizia spiaggia sul litorale di Corigliano-Rossano. Da ieri sono in azione gli uomini e i mezzi di Ecoross, azienda risultata aggiudicataria del servizio all’esito della apposita procedura aperta. Un’attività attesa e di fondamentale importanza per la città di Corigliano-Rossano, che restituirà decoro alla spiaggia rendendola fruibile e pronta ad accogliere cittadini, turisti e vacanzieri. Il servizio prevede la pulizia, sia meccanizzata sia manuale, lungo tutto il tratto che va da contrada Foggia a contrada Pantano Martucci per un totale di circa 28 chilometri di costa. Si tratta di un intervento impegnativo e massiccio, che sarà portato avanti in contemporanea su tutto il litorale cittadino.

Nella giornata di ieri è partita la pulizia meccanizzata che, eseguita mediante l’utilizzo di specifiche attrezzature e macchinari, proseguirà nei prossimi giorni. Dal 21 giugno, invece, prenderà il via anche l’attività di pulizia manuale che sarà effettuata con l’ausilio di 18 operatori appositamente formati e muniti di idonee attrezzature.

Pulizia e decoro, ma anche arredo urbano nel servizio a cura di Ecoross, che procederà alla installazione lungo la spiaggia di varie attrezzature a servizio dei cittadini. Nell’ottica di agevolare un corretto conferimento dei rifiuti, saranno posizionati appositi cestini per la raccolta differenziata e contenitori per le deiezioni canine. Inoltre, al fine di favorire una piena fruibilità dei luoghi anche ai diversamente abili, l’azienda installerà passerelle e camminamenti per l’accesso alla spiaggia. Non solo. Massima attenzione sarà riservata alla tutela dell’ambiente con il posizionamento di tabelle informative contenenti messaggi tesi a sensibilizzare cittadini e turisti alla salvaguardia e al rispetto dei luoghi. Infine, saranno messe a dimora delle piante ornamentali per incrementare il decoro urbano ed esaltare la bellezza del litorale.

Continua a leggere

Di tendenza