Tragedia del Raganello: 4 rinvii a giudizio, anche due sindaci - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Tragedia del Raganello: 4 rinvii a giudizio, anche due sindaci

Per non aver attivato le misure di prevenzione previste dalle norme di protezione civile pur avendo ricevuto il messaggio di allerta meteo «gialla»

Avatar

Pubblicato

il

CIVITA (CS) – Per la tragedia del Raganello, che nell’agosto 2018 a causa di un temporale e di una conseguente piena costò la vita a dieci escursionisti e il ferimento di molti altri, è stato chiesto il rinvio a giudizio di due società turistiche, la Sibari Natura srl e la Raganello Tour srl, e dei sindaci di San Lorenzo Bellizzi e di Civita. Per il sindaco di Cerchiara di Calabria Antonio Carlomagno, difeso dal prof. Avv. Domenico Monci e dall’avvocato Amalia Monci, dello Studio legale «LegalMonci», è stato disposto il non luogo a procedere.

Il giudice dell’udienza preliminare Biagio Politano ha accolto la richiesta della procura di Castrovillari per gli altri imputati, cui si contesta la mancata attivazione delle misure di prevenzione previste dalle norme di protezione civile, pur avendo ricevuto il messaggio di allerta meteo «gialla».

«Auguriamo di trovare giustizia scrupolosa»

A conclusione dell’udienza preliminare, il professor Domenico Monci ha espresso soddisfazione per l’accoglimento della sua tesi difensiva secondo la quale, anche qualora il sindaco di Cerchiara avesse attuato le misure di protezione civile per la fase di «Attenzione» prevista dalle norme di protezione civile in caso di allerta meteo «gialla», non avrebbe potuto incidere sul decorso degli eventi di quel giorno e dunque impedire la tragedia. In una vicenda tanto delicata come questa – ha commentato il professor avvocato Monci – la nostra considerazione è per le vittime e per il dolore dei loro familiari, ai quali auguriamo, anche in fase dibattimentale, di trovare scrupolosa giustizia, tanto quanto scrupoloso e rigoroso sotto il profilo giuridico è stato il vaglio compiuto dal giudice per l’udienza preliminare».

Quel fatale 20 agosto 2018 gli escursionisti si trovavano nel tratto delle gole del torrente Raganello, nel Comune di Civita, in provincia di Cosenza, e da quel luogo avevano intrapreso l’escursione nel suggestivo canyon, scenario naturalistico di incontaminata bellezza.

Provincia

“Plastic Free”, il Comune di Praia a Mare firma il protocollo di convenzione

Iniziative di sensibilizzazione alla diminuzione dell’uso della plastica e che hanno come obiettivo la tutela dell’ambiente

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

PRAIA A MARE (CS) – Il Comune di Praia a Mare ha firmato il protocollo con Plastic Free con i referenti di zon- Si chiude un cerchio importante per l’Alto Tirreno Cosentino per quanto riguarda le iniziative di sensibilizzazione alla diminuzione dell’uso della plastica e per le iniziative che hanno come obiettivo la tutela dell’ambiente. Conclusa la parte burocratica, i referenti di zona Antonella Palladino e Carmelo De Leo insieme al consigliere delegato all’ambiente Domenico Droghini, già programmano le future azioni: giornate di raccolta ed attività nelle scuole ma non solo, gli obiettivi vanno oltre e a settembre i primi tavoli di lavoro avranno il privilegio di ospitare il segretario generale di Plastic Free Antonio Rancati.

Una settimana in cui il  dottor Droghini lavorerà in concertazione con i Comuni da Tortora a Diamante, affinché oltre a sensibilizzare si studino più a fondo i problemi del territorio ma soprattutto si trovino soluzioni. Il sindaco Antonino De Lorenzo, già ospite delle iniziative del dottor Rancati al Senato della Repubblica per altre iniziative premiate del nostro territorio, mira alla candidatura di Comune Plastic Free insieme ai Comuni di Tortora e Aieta, nel pieno rispetto delle dinamiche di una politica di comprensorio.
“Le sinergie ci sono – spiegano i referenti di zona De Leo e Palladino – la volontà non è mai mancata, siamo esponenti di tutti i cittadini che fanno già tanto per la tutela del pianeta, ognuno nel proprio piccolo, con grande senso di responsabilità e senza gesti eclatanti; noi spingiamo solo le fila, manteniamo i cordoli uniti e diamo spunti per migliorarci grazie alla professionalità dei vertici di Plastic Free e di tutti i referenti del territorio. Grazie a tutta l’Amministrazione Comunale di Praia, che ci ha dato fiducia, in particolare al nostro referente delegato all’Ambiente. Cercheremo di fare con determinazione sempre il nostro meglio”.

Continua a leggere

Provincia

Belvedere, bagnanti salvano una tartaruga “caretta caretta” in difficoltà

I bagnanti l’hanno recuperata dalla sabbia e rimessa in mare dove l’esemplare ha potuto riprendere il largo

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

BELVDERE MARITTIMO (CS) – Una tartaruga marina “caretta caretta” che si trovava in difficoltà nei pressi della battigia, a Belvedere Marittimo, è stata tratta in salvo da alcuni bagnanti. L’avvistamento è avvenuto da parte dei turisti che hanno visto l’esemplare muoversi con difficoltà sulla sabbia nei pressi di alcuni scogli. I bagnanti l’hanno recuperata e rimessa in mare dove l’esemplare ha potuto riprendere il largo tra gli applausi dei presenti. Un gesto commentato anche dal presidente Occhiuto che ha condiviso il video sulla sua pagina Facebook “Succede a Belvedere Marittimo, una tartaruga è stata salvata da alcuni bagnanti. Applausi da parte di tutti, e anche da parte mia”.

Continua a leggere

Provincia

A Fuscaldo ennesimo blitz contro i furbetti degli ombrelloni: 180 sequestri

Sotto sequestro circa 180 attrezzature balneari, abusivamente lasciate per giorni come “segnaposto” sulla spiaggia di Fuscaldo

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

FUSCALDO (CS) – Nella notte la Guardia Costiera di Cetraro e di Paola, congiuntamente ai militari della stazione carabinieri del Comune di Fuscaldo, hanno posto sotto sequestro circa 180 attrezzature balneari, abusivamente lasciate per giorni come “segnaposto” sulla spiaggia di Fuscaldo.

L’operazione notturna dei militari della Guardia Costiera e dei Carabinieri, nata dalle diverse segnalazioni ricevute nei giorni scorsi, ha consentito di restituire alla collettività circa 1.500 mq di suolo demaniale marittimo. L’intervento odierno si colloca nella più ampia Operazione “Mare Sicuro 2022” disposta dal Comando Generale della Guardia Costiera e fa eco ad un’analoga attività eseguita nelle stesse ore, sempre dal personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Cetraro, lungo il litorale del Comune di Bonifati dove sono stati liberati circa 3.000 mq di spiaggia abusivamente occupata da 220 attrezzature tra sdraio, ombrelloni, tavolini e suppellettili di vario tipo che ne impedivano il libero l’utilizzo. La vigilanza della Guardia Costiera continuerà lungo il litorale di competenza per tutta la stagione estiva, allo scopo di assicurare la salvaguardia della vita umana in mare ed il corretto utilizzo del pubblico demanio marittimo, nel rispetto dell’ambiente, della sicurezza della navigazione e della pubblica incolumità.

Si ricorda che per segnalare comportamenti illeciti o situazioni dubbie sono attivi, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, il numero di centralino della Sala Operativa 0982.971415 / 0982.999495, la casella di posta elettronica [email protected] e la casella p.e.c. [email protected] mentre, per le sole emergenze in mare, il Numero Blu 1530.

Continua a leggere

Di tendenza