San Francesco di Paola, oggi si celebra il patrono della Calabria - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

San Francesco di Paola, oggi si celebra il patrono della Calabria

La straordinaria vita di san Francesco iniziò il 27 marzo del 1416 a Paola. I suoi genitori lo ebbero dal Signore per intercessione di S. Francesco d’Assisi

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – San Francesco di Paola nacque da due genitori anziani che desideravano avere un bambino e per questo fecero voto a San Francesco di Assisi. Francesco nasce il 27 marzo 1416 e a tredici anni entra in convento. Due anni dopo, col consenso dei genitori, si ritirò in solitudine non molto lontano dalla patria. Ma disturbato dalle frequenti visite che gli facevano molte persone che provavano ammirazione per il suo modo straordinario di vivere, si spinse verso il mare dove scavò una grotta.

Il suo letto era la nuda terra, il suo cibo le erbe che crescevano intorno, e l’abito un sacco grossolano. Non aveva ancora vent’anni quando altre persone desiderose di vivere sotto la sua direzione lo seguirono. Allora il Santo uscì dalla solitudine, edificò nei dintorni di Paola una chiesa con un monastero ponendo le fondamenta del suo ordine, che per umiltà volle chiamare dei «Minimi».

Molto fu amato da Luigi XI, che favorì grandemente la diffusione dei Minimi in Francia. Si ammalò la domenica delle Palme del 1507 ed il giovedì santo ricevette, in chiesa il Santo Viatico. Il giorno seguente, dopo aver date le ultime raccomandazioni ai suoi discepoli, spirò. Era il 2 aprile 1507 e contava 91 anni. Dice il Breviario romano che il suo corpo, rimasto per 11 giorni insepolto, emanava un profumo celeste.

Il “miracolo” più famoso è quello noto come l’attraversamento dello Stretto di Messina sul suo mantello steso, dopo che il barcaiolo Pietro Coloso si era rifiutato di traghettare gratuitamente lui ed alcuni seguaci, che ha contribuito a determinarne la “nomina” a patrono della gente di mare d’Italia. Tutta la Calabria oggi celebra il santo paolano. 

Ionio

Schiavonea: violazione norme anticovid e lavoratori in nero, sospesa attività

I carabinieri di Corigliano nel weekend hanno ispezionato diversi locali notturni insistenti nelle zone della movida della località di Schiavonea

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Il 20% del personale dipendente era impiegato in nero ed esattamente 4 lavoratori su 8 non erano assunti. I carabinieri hanno sospeso l’attività commerciale e all’imprenditore sono state inoltre contestate salate sanzioni per la mancanza di rispetto della normativa sui protocolli di sicurezza per contrastare la diffusione del Covid 19. Il totale delle sanzioni applicate all’imprenditore, tra l’altro recidivo in quanto circa due anni fa presso un’altra sua attività commerciale venivano riscontrate simili violazioni in materia di lavoro in nero, ammonta a circa 17 mila euro.

Giovani segnalati per uso di stupefacenti

I carabinieri hanno proseguito anche l’attività di contrasto allo spaccio ed al consumo di sostanze stupefacenti nella località di Schiavonea, a seguito delle quali, nel fine settimana, sono stati sanzionati per uso personale di droga rispettivamente un trentenne ed un ventisettenne trovati in possesso di modiche quantità di marjuana ed hashish. I due sono stati segnalati alla Prefettura di Cosenza mentre la droga è stata sottoposta a sequestro amministrativo.

Continua a leggere

Ionio

Fratelli arrestati a Corigliano Rossano, uno di loro va ai domiciliari

Resta in carcere il fratello. Il difensore: “ricorreremo al Tribunale della Libertà”. I due vennero trovati in possesso di armi e munizioni

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Si è svolta davanti al Gip Falerna l’udienza di convalida dei due fratelli residenti a Corigliano Rossano, F.G.A. di 37 anni e F.G. di 33, difesi dall’avvocato Ettore Zagarese, arrestati lo scorso 27 luglio con l’accusa di ricettazione e detenzione abusiva di armi. Il pm Valentina Draetta aveva chiesto per entrambi la custodia cautelare in carcere alla quale il difensore si è opposto sostenendo l’inesistenza di esigenze che giustificassero la misura. Richiesta parzialmente accolta dal giudice che ha disposto la remissione in libertà con l’applicazione degli arresti domiciliari per il 33enne. Il difensore ha già annunciato che ricorrerà al Tribunale della Libertà al fine di ottenere la completa liberazione dei propri clienti.

I fatti risalgono al 27 luglio scorso quando la polizia trovò, durante una perquisizione personale e domiciliare a carico dei due fratelli, in una “borsa frigo”  nr.278 cartucce calibro 12, mentre all’interno di un ripostiglio si rinveniva un fucile a canne sovraesposte del medesimo calibro occultato nelle conserve alimentari. Il fucile era stato rubato agli inizi del 2020 in un comune della provincia di Brindisi.

Continua a leggere

Provincia

Fiumefreddo Bruzio, tragico schianto tra auto e moto. Muore giovane di 25 anni

Il traffico sul tratto della Statale 18 tirrenica ha subito rallentamenti. Sul posto è anche atterrato l’elisoccorso

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

FIUMEFREDDO BRUZIO (CS) – Tragico incidente stradale questa mattina a Fiumefreddo Bruzio, sulla Statale 18 Tirrena inferiore, al km 333,300 in corrispondenza del bivio per Scaro-Reggio-Scornavacca-Vardano e a poche decine di metri dal bar l’Ancora. L’impatto, terribile, ha visto coinvolti una Fiat Doblò e una moto alla cui guida c’era un ragazzo 25 anni, A. F., di Fiumefreddo che ha perso la vita nel terribile schianto.

Sul posto sono presenti carabinieri e polizia stradale per i rilievi del caso e per ricostruire la dinamica dell’incidente e personale dell’Anas per la gestione della viabilità e per ripristinare appena possibile la circolazione. Sul luogo dell’incidente anche i vigili del fuoco e i sanitari del 118 prontamente intervenuti. Ma purtroppo per il giovane non c’è stato nulla da fare e hanno solo potuto constatarne il decesso. Il conducente dell’auto è rimasto ferito. Lungo la strada è atterrata anche l’eliambulanza e il tratto di Statale è stato interamente chiuso al traffico in entrambe le direzioni.

Continua a leggere

Di tendenza