Ore di follia sabato sera a Corigliano, arrestati due fratelli - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Ionio

Ore di follia sabato sera a Corigliano, arrestati due fratelli

E’ accaduto nella frazione di Villaggio Frassa. Due fratelli, sfuggiti al controllo, si sono barricati nella loro abitazione per ore lanciando di tutto contro i carabinieri

Avatar

Pubblicato

il

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Protagonisti della serata di tensione due fratelli di 30 e 32 anni, che sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate, rifiuto di fornire le proprie generalità e possesso ed utilizzo improprio di oggetti atti ad offendere.

Tutto è iniziato intorno alle 20, quando una pattuglia dei carabinieri impegnata in un posto di controllo nella frazione di Villaggio Frassa, è stata attirata dalla musica ad alto volume e dalle grida provenienti in una strada limitrofa. Giunti sul posto i militari hanno notato due ragazzi all’interno di un’auto fare baldoria, nonostante il lockdown vigente nel Comune di Corigliano-Rossano.

Così hanno chiesto loro i documenti ma per tutta risposta i due, si sono prima rifiutati e poi chiusa l’auto, hanno iniziato a minacciare i carabinieri che sono stati anche aggrediti. I due sono poi scappati nella loro abitazione distante pochi metri. Chiamati i rinforzi i carabinieri hanno circondato l’abitazione.

I due uomini asserragliati in casa, sono stati identificati tramite la targa del veicolo risultato tra l’altro senza copertura assicurativa. Poi è iniziata una lunga ed estenuante trattativa con i due fratelli per farli uscire dall’abitazione, ma gli stessi per tutta risposta hanno iniziato a lanciare dalle grate delle finestre suppellettili, coltelli, vasi, generi alimentari, contro i militari.

E non è tutto. Hanno imbracciato una zappa che detenevano in casa e uscendo a più riprese dall’abitazione hanno minacciato i carabinieri di gettargliela contro. A questo punti i militari hanno deciso di chiamare i Vigili del Fuoco per forzare l’ingresso dell’abitazione e mentre i pompieri forzavano la porta, i carabinieri hanno distratto i due e li hanno storditi con gli spray urticanti in dotazione.

Rimossa la porta i due sono stati bloccati e arrestati ad i militari, alcuni dei quali rimasti feriti perchè colpiti dagli oggetti lanciati dai due.

Ionio

Abuso d’ufficio a Caloveto, denunciato dipendente comunale

I carabinieri hanno denunciato il responsabile dell’ufficio tecnico per il taglio di alcuni cipressi

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CALOVETO (CS) – Un dipendente comunale è stato denunciato per abuso d’ufficio. L’accusa è scattata dopo l’indagine avviata dai carabinieri forestali di Rossano, a seguito del taglio di 23 cipressi all’interno del cimitero. Secondo quanto si apprende,  il taglio avvenuto quest’estate aveva generato dissenso tra diversi cittadini, i quali attraverso varie piattaforme social lamentavano dubbi e perplessità in merito all’accaduto.

L’allarme non è passato inosservato alle autorità competenti che, indagando sulla vicenda, hanno scoperto che le piante tagliate godevano di buona salute e non vi erano danni evidenti alle tombe poste nei pressi dei cipressi, ne alcuna necessità del taglio di tutte le piante esistenti nell’area cimiteriale. Per questo motivo, il responsabile dell’ufficio tecnico del Comune è stato deferito all’autorità giudiziaria. 

Continua a leggere

Ionio

Corigliano Rossano: incendio in un capannone abbandonato, una vittima

Il corpo dell’uomo è stato trovato carbonizzato. L’incendio sarebbe divampato per cause accidentali

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Un migrante di nazionalità moldava é morto a Corigliano Rossano nell’incendio scoppiato nel capannone abbandonato in cui dormiva. Le fiamme, secondo quanto é emerso dalle indagini dei carabinieri del locale Reparto territoriale, sarebbero state provocate da cause accidentali, presumibilmente per una cicca di sigaretta non spenta. L’incendio é stato spento dai vigili del fuoco. A trovare il cadavere carbonizzato del moldavo sono stati i carabinieri, che hanno sentito come testimone un altro migrante che dormiva nel capannone insieme alla vittima. Sul posto i militari hanno trovato alcune bottiglie di alcolici vuote. Si esclude, in ogni caso, che l’incendio sia stato appiccato volontariamente da qualcuno e che quindi, per quanto é accaduto, possano esserci responsabilità di terzi.

Continua a leggere

Ionio

Bimba di tre mesi muore all’ospedale di Rossano, disposta l’autopsia

La piccola è deceduta per un arresto cardiaco all’ospedale Nicola Giannettasio. La Procura ha disposto l’esame autoptico

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Stava dormendo a casa, vicino al fratellino di tre anni, quando i genitori si sono accorti che qualcosa non andava. Così hanno chiamato un’ambulanza ma la bimba è arrivata al nosocomio di Rossano in arresto circolatorio. I sanitari hanno tentato in tutti i modi di rianimarla ma invano.

Sulla tragica morte della piccola di appena tre mesi indagano i carabinieri di Rossano che hanno informato nell’immediatezza il magistrato. La Procura di Castrovillari ha disposto l’esame autoptico sul corpo della bimba che sarà eseguito venerdì.

Continua a leggere

Di tendenza