Alunni in webinar con Vivian Salomon, figlia di sopravvissuti all’olocausto - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Alunni in webinar con Vivian Salomon, figlia di sopravvissuti all’olocausto

Avatar

Pubblicato

il

Gli alunni dell’istituto comprensivo di Crosia Mirto hanno interagito in diretta con Vivian Salomon, figlia di sopravvissuti all’olocausto. La dirigente Donnici: “Le nuove generazioni devono rispondere al male con la cultura e la conoscenza”

 

CROSIA (CS) – Un’iniziativa che ha suscitato intense emozioni nella folta platea, che da remoto, ha seguito con attenzione le attività durate quasi tre ore. Un webinar con Vivian Salomon, figlia di sopravvissuti all’Olocausto. Collegata da Israele, che ha interloquito con gli alunni della scuola di Mirto Crosia.

L’iniziativa della scuola, guidata dal dirigente scolastico, Rachele Anna Donnici e promossa dai docenti Carmela Vulcano e Franco Ausilio, ha generato un dibattito che è stato seguito con attenzione dagli alunni delle quarte e quinte della scuola primaria e di tutte le classi della secondaria di primo grado. I ragazzi hanno avuto la possibilità di poter ascoltare e poi interfacciarsi con l’ospite. Un racconto fatto con garbo, tono pacato. Una comunicazione verbale e non verbale esaustiva, e ricca di particolari.

Vivian Salomon
, ha raccontato di essere nata a Trieste nel 1956, undici anni dopo la fine della seconda Guerra Mondiale, la seconda di tre sorelle. All’età di 14 anni ha lasciato l’Italia per raggiungere la sorella maggiore, andando a vivere a Gerusalemme. Da sei anni vive a Tel Aviv, di professione interior designer. Da 12 anni ha aderito all’Istituto Yad Vashem, l’istituto più grande al mondo per la ricerca della Shoah e per la memoria della stessa, e svolge il ruolo di guida per la lingua italiana. Proviene da una famiglia di sopravvissuti alla Shoah. Nell’incontro con gli studenti di Mirto Crosia ha raccontato la storia della propria madre, Klara, che a soli 13 anni, fu deportata al campo di sterminio di Auschwitz.

Non sono mancati i momenti di commozione da parte dell’ospite e di tutti i partecipanti. Vivian Salomon ha fatto un excursus storico, oltre che socio – antropologico, senza tralasciare, ovviamente, i vari passaggi e diversi dettagli, che hanno contrassegnato la vita della mamma, che è mancata tre anni addietro e alla quale avrebbe voluto farle, ancora, altr mille domande che, quando era in vita non ha avuto il coraggio di porle. Ha raccontato che la madre, nel suo percorso ha incontrato diversi “angeli custodi”: uomini e donne che l’hanno aiutata e supportata. Per Vivian Salomon testimoniare questi tragici eventi e conservare la memoria di quanto è accaduto è una missione. Lei ha saputo catturare l’attenzione, affascinare, commuovere, coinvolgere. Ha rivelato, fra l’altro, di un’affettività familiare che non ha potuto vivere a causa della “ferita” sempre aperta e per evitare eventuali ulteriori sofferenze di distacco. Gli alunni hanno avuto la possibilità di interloquire e porre numerose domanda a cui la gentile ospite non si è sottratta, rispondendo e offrendo tante spunti di riflessione.

L’evento è stato seguito con interesse, anche, dal sociologo Antonio Iapichino, referente per la Calabria della Società italiana di sociologia, il quale, intervenendo, ha evidenziato come il ricordo individuale serva come memoria sociale, come rappresentazione collettiva per le nuove generazioni. La comunità – ha spiegato – si arricchisce del ricordo dei singoli individui.

La dirigente Donnici ha sottolineato l’importanza del momento educativo: «L’iniziativa – ha evidenziato – ha permesso di raggiungere l’obiettivo che la scuola si era prefissata: perché ricordare – ha detto testualmente – è un dovere di cività. La libertà e l’umanità non sono negoziabili. Le nuove generazioni devono rispondere al linguaggio dell’odio con la cultura e la conoscenza. Dunque, – ha concluso la dirigente – conoscere per capire. Capire per prendere coscienza. Prendere coscienza per lanciare un monito, affiché situazioni di questo genere non avvengano più».

La professoressa Vulcano ha spiegato che «lo scopo didattico è stato quello di perseguire un obiettivo, che è diventato prioritario: diventare portatori di memoria per mantenere alto il livello di consapevolezza che quanto è accaduto, per mano degli uomini, non si ripeta nuovamente, ma anche per aiutare coloro i quali, con facilità e superficialità, protendono a negare, per una questione di ignoranza e assoluta mancanza di personalità, l’inconfutabilità di dati storici e biografici. Noi – ha aggiunto – vogliamo accrescere la consapevolezza di essere cittadini del mondo, consapevoli di essere portatori di diritti e doveri, che non possono prescindere dalla certezza, che la sola cosa che abbiamo in comune è la diversità».

Provincia

Prova a disfarsi di oltre un chilo di droga in borsa, beccato nel cosentino

Arrestata una persona per detenzione di marijuana e sequestrate diverse munizioni abusive

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

SPEZZANO ALBANESE (CS) – I carabinieri della stazione di Spezzano Albanese, nel cosentino, nella mattinata odierna, nel corso di un servizio di controllo del territorio di competenza in quell’area della Valle del Crati, tra Spezzano Albanese e terranova da Sibari, finalizzato al contrasto del traffico delle sostanze stupefacenti e dei reati in genere, hanno tratto in arresto una persona per detenzione di marijuana, denunciato un soggetto per detenzione abusiva di munizioni e segnalata una terza per possesso di sostanza stupefacente, sottoponendo complessivamente a sequestro penale oltre un chilo e mezzo di marijuana e 11 Cartucce di vario calibro.

Oltre un chilo di droga in borsa

Nel centro storico di Spezzano Albanese, a seguito di una intensa attività investigativa, i carabinieri hanno proceduto a mirate perquisizioni domiciliari e personali, le quali hanno portato al rinvenimento a casa del soggetto arrestato, di una borsa contenente oltre un chilo e mezzo di sostanza stupefacente del tipo marijuana suddivisa in 10 involucri di cellophane, 13 Dosi ed un bilancino di precisione, per un totale di 1,6 chilogrammi di marijuana. Vano, il tentativo dell’arrestato di disfarsi della borsa all’arrivo dei Carabinieri i quali prontamente hanno provveduto al repertamento e sequestro dello stupefacente. I controlli, proseguiti nella mattinata dai militari Dell’arma, hanno portato inoltre al deferimento in stato di libertà di un uomo per detenzione abusiva di munizionamento con n. 11 cartucce di vario calibro sequestrate, ed alla segnalazione alla prefettura di Cosenza di una terza Persona, a seguito di perquisizione personale, trovata in possesso di quasi un Grammo di marijuana. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di castrovillari.

Continua a leggere

Ionio

Balneazione a Corigliano-Rossano, 4 punti non conformi

Arpacal ha comunicato l’esito dei controlli alle acque di balneazione svolti il 15.06.2021

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Il Servizio tematico Acque del dipartimento provinciale Arpacal di Cosenza ha comunicato questa mattina al sindaco del Comune di Corigliano Rossano, e contestualmente alla Regione Calabria ed al Ministero della Salute, l’esito dei controlli alle acque di balneazione svolti il 15.06.2021.

Quattro in punti in cui le analisi hanno dato un esito di non conformità: Punto denominato “100 mt dx Torrente Coserie”, valore non conforme: Enterococchi Intestinali: 800 UFC/100 ml. (valore limite 200). Punto denominato “Camping Pitagora”, valore non conforme: Enterococchi Intestinali: 750 UFC/100 ml. (valore limite 200). Punto denominato “Fosso Nubrico”, valore non conforme: Enterococchi Intestinali: 770 UFC/100 ml. (valore limite 200). Punto denominato “100 mt dx Fiume Trionto”, valore non conforme: Enterococchi Intestinali: 780 UFC/100 ml. (valore limite 200).

Come prevede la normativa, ora spetta al Comune, come d’altronde richiesto dall’Arpacal, comunicare all’Agenzia le misure di gestione intraprese, come l’individuazione delle cause di inquinamento, i programmi d’intervento, la rimozione delle cause, nonché le relative ordinanze sindacali di divieto alla balneazione per i tratti indicati. Si precisa – è riportato nella nota di Arpacal – che la denominazione dei punti della campagna di balneazione, a volte individuati con nome di località o stabilimenti balneari/alberghieri, non è frutto di una scelta discrezionale Arpacal, ma la codificazione dei punti per come stabiliti da Regione e Ministero della Salute

Continua a leggere

Provincia

Poste italiane dedica una cartolina ad Aprigliano

L’evento si svolgerà lunedì 21 giugno, in occasione della XVIII Edizione della “Borsa di studio Luigi Cribari”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Aprigliano è uno dei comuni scelti da Poste Italiane in Calabria per presentare ai cittadini i temi della filatelia e della scrittura legati alle tradizioni e al patrimonio culturale della comunità. Per l’evento, che si svolgerà lunedì 21 giugno, in occasione della XVIII Edizione della “Borsa di studio Luigi Cribari”, presso i giardini pubblici “Luigi Cribari” della frazione Corte, alla presenza del sindaco Alessandro Leonardo Porco e di alcuni rappresentanti aziendali, sono stati realizzati un annullo filatelico e una cartolina.
L’iniziativa è parte del programma dei nuovi impegni per i Comuni italiani con meno di 5mila abitanti, annunciato dall’Amministratore Delegato Matteo Del Fante in occasione della seconda edizione “Sindaci d’Italia” ed è coerente con la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio e con l’attenzione che da sempre l’Azienda riserva alle comunità locali e alle aree meno densamente popolate. La realizzazione di tali impegni è consultabile sul sito web www.posteitaliane.it/piccoli-comuni. Il sindaco Alessandro Leonardo Porco ha espresso la propria soddisfazione per questa iniziativa che segna una nuova tappa nel dialogo e nel confronto con Poste Italiane e avvicina ancora di più l’Azienda al territorio, seguendo un percorso fatto di impegni reali, investimenti e opportunità concrete, al servizio della crescita economica e sociale del Paese. L’iniziativa è coerente con i principi ESG sull’ambiente, il sociale e il governo di impresa che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del Paese.

Continua a leggere

Di tendenza