Se questo è mare... sul Tirreno cosentino i problemi della "solita" mala depurazione - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Se questo è mare… sul Tirreno cosentino i problemi della “solita” mala depurazione

Avatar

Pubblicato

il

Incontro alla Capitaneria di porto di Vibo Valentia Marina con i sindaci di Paola e Fuscaldo, i direttori tecnici delle società di gestione e manutenzione degli impianti di depurazione e il direttore del Dipartimento Arpacal di Cosenza. Al centro dell’incontro il mare sporco in diversi tratti del Tirreno cosentino e dovuto al cattivo funzionamento dei depuratori in particolare quello di Fuscaldo

.
COSENZA – Sono decine ogni settimana le immancabili segnalazioni che giungono in redazione da parte di turisti e residenti che lamentano le condizioni indecenti del mare in diverse zone del Tirreno cosentino. La situazione più difficile si è registrata negli ultimi giorni a Fuscaldo, ma fatta salva qualche eccezione, anche in altri comuni del litorale cosentino, sopratutto nella zona sud, la situazione non è certo migliore. Come dice un turista “bisogna essere fortunati a trovare l’acqua pulita la mattina presto per fare un bagno decente prima che arrivi l’immancabile ‘zozzeria’ intorno a metà mattina”. Anche oggi (come mostrano le foto che ci sono giunte da una turista in vacanza) la situazione del mare è quella che vedete.
Una problematica che si ripresenta puntuale ogni anno, ma che si trascina da decenni e che non sembra avere soluzioni. Il male cronico di questa terra è la cattiva depurazione, inutile girarci intorno. In molte zone i depuratori non esistono o funzionano male. E quei pochi che ci sono non riuscono a sopportare il carico dovuto all’aumento delle presenze nei mesi estivi come accaduto negli ultimi giorni a quello di Fuscaldo. A questo si aggiunge anche la totale assenza di allacci alla fogne e lo sversamento illecito nei torrenti come pubblicato dal report annuale di Goletta verde che ha certificato la maglia nera alla Calabria in compagnia di Campania e Sicilia.

Per provare ad arginare la situazione nei locali della Capitaneria di porto di Vibo Valentia Marina, si è tenuto un incontro con i sindaci dei Comuni di Paola Perrotta e Fuscaldo Ramundo, con i direttori tecnici delle società di gestione e manutenzione dei relativi impianti di depurazione, oltre che al Direttore del Dipartimento Arpacal di Cosenza. All’incontro ha partecipato l’ammiraglio Caligiore, Capo del Reparto Ambientale Marino della Guardia Costiera, su espressa delega del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il Comandante della Capitaneria di porto di Vibo Valentia Marina, Capitano di Fregata Giuseppe Spera; ed il comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Cetraro, Tenente di Vascello Antonino Saladino. Un’incontro volto ad approfondire le dinamiche che hanno causato l’inquinamento marino lungo il tratto di costa a Sud della provincia di Cosenza ha avuto un esito molto soddisfacente – si legge nel comunicato – perché è servito a delineare possibili interventi di natura tecnica che evitino il ripetersi di simili fenomeni che hanno provocato negative ripercussioni anche sul turismo”.

“La questione di questi ultimi giorni è da ricercarsi nella massiccia presenza di non residenti che ha provocato un eccesso di liquami collettati nell’impianto di Fuscaldo collegato anche al malfunzionamento di una parte dell’impianto stesso. Risalta il fatto che su trentasei Comuni rivieraschi insistenti sul litorale del Compartimento Marittimo di Vibo Valentia Marina emergono disomogeneità dei sistemi di depurazione che potrebbero essere armonizzate in modo da poter avere una depurazione dei reflui collettati quanto più rispondente ai parametri dell’attuale quadro normativo. L’impegno assunto dai partecipanti alla riunione è stato quello di voler continuare a monitorare le acque di scarico anche nei mesi invernali quando sono più frequenti i fenomeni torrentizi legati alle piogge stagionali. Emerge nel contempo che l’intera Regione risulta, all’attualità, sprovvista di centri per la raccolta ed il trattamento dei fanghi prodotti dal ciclo stesso di depurazione”.

Area Urbana

Pd, Commissione garanzia “valuteremo i fatti avvenuti a Cosenza”

Così la Commissione regionale di Garanzia, riunita con i Presidenti della Commissioni Provinciali dopo lo scontro verbale e il successivo video postato sui social

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – “La Commissione regionale di Garanzia, riunita con i Presidenti della Commissioni Provinciali, riconferma, in modo assoluto, il suo ruolo di garante della gestione e del monitoraggio delle procedure di tesseramento, della democrazia interna del partito e di selezione, sulla base di quanto previsto dallo Statuto e dal Codice etico, delle richieste di iscrizione. La commissione procederà ad esaminare con estrema attenzione gli avvenimenti accaduti giovedì 25 novembre nel corso dell‘assemblea degli iscritti di Cosenza per valutarne le conseguenze. Ringrazia il Presidente Italo Reale per il comportamento composto che ha reso omaggio al ruolo di noi tutti, esprime disapprovazione per ciò che risulta dal video che ha libera circolazione in tutta la Calabria ed esprime disappunto per le parole espresse contro la Cittadinanza di Sambiase”. E’ quanto si legge in una nota della stessa Commissione dopo lo scontro verbale verificatosi nel corso dell’assemblea degli iscritti di Cosenza e il successivo video postato sui social.

Continua a leggere

Ionio

Frecciargento Sibari-Bolzano nuovamente prenotabile. Superato il «grave disguido»

È quanto dichiara la portavoce del M5s alla Camera dei Deputati, Elisa Scutellà, a seguito dell’interlocuzione avuta con il management di Trenitalia

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO-ROSSANO (CS) – Frecciargento Sibari-Bolzano, dai prossimi giorni sarà nuovamente operativo il booking e quindi sarà possibile prenotare sulla piattaforma di Trenitalia i viaggi da e per la Calabria del nord-est. Superato il grave disguido emerso nei giorni scorsi e prodotto dall’inerzia della Regione Calabria. È quanto dichiara la portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, Elisa Scutellà, a seguito dell’interlocuzione avuta con il management di Trenitalia.

Superato il “disguido” con la Regione Calabria

«L’indolenza della regione Calabria sulla proroga del Frecciargento Sibari-Bolzano – precisa la Scutellà – è superata. Molti cittadini, preoccupati dalle notizie che circolavano circa una possibile mancata conferma del treno, mi hanno scritto per avere delucidazioni in merito, mi sono così subito messa in contatto con i referenti Trenitalia per avere informazioni in merito».

«Alla luce delle interlocuzioni di questi giorni con i referenti della società di trasporto ferroviario – aggiunge – ho avuto modo di constatare una certa “pigrizia” da parte della Regione Calabria sul rinnovo della convenzione del Frecciargento. Ho deciso così di attivarmi affinché tale ritardo fosse superato quanto prima. E così poco fa mi è stato riferito da Trenitalia che è arrivata la nota dalla Regione per richiedere la proroga del servizio e che già dai prossimi giorni sarà possibile acquistare i biglietti del viaggio».

«L’unico treno veloce che collega la Calabria all’Italia»

«L’istituzione del Frecciargento Sibari-Bolzano e poi del treno Crotone-Sibari – precisa ancora la parlamentare pentastellata – è stata una vittoria per tutto il territorio della Sibaritide e la possibilità che un servizio fondamentale per il nostro territorio venisse soppresso non poteva essere presa in considerazione. Parliamo infatti dell‘unico treno veloce che collega la Sibaritide con il resto d’Italia, fondamentale per i tanti pendolari della zona e cittadini calabresi residenti al nord che grazie a questo treno – conclude – hanno potuto semplificare e velocizzare le loro trasferte».

Continua a leggere

Provincia

Acri, il sindaco replica a Loizzo “il centro vaccinale è sempre aperto”

Pino Capalbo smentisce il capogruppo Lega in consiglio regionale che aveva dichiarato che il centro vaccinale sul territorio fosse stato smantellato per un evento

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

ACRI (CS) – “Il centro vaccinale è sempre aperto”. Così replica Pino Capalbo sindaco di Acri a Simona Loizzo, capogruppo della Lega in consiglio regionale, dopo le dichiazioni rese note a mezzo stampa in cui affermava che il centro vaccinale sul territorio fosse stato smantellato per un evento.

“Sono dichiarazioni fallaci – replica Capalpo. – Non sappiamo come sia potuto venire in mente alla consigliera Loizzo di fare una dichiarazione del genere, non conoscendo nemmeno bene il territorio. Il centro vaccinale rimane sempre aperto, senza alcun disguido, a Palazzo San Severino Falcone”.

Di seguito le foto con le date e gli orari per effettuare la somministrazione del vaccino anti Covid a Palazzo San Severino Falcone.

Continua a leggere

Di tendenza