Cerisano, Rinnovamento e Futuro boccia il rendiconto di gestione dell'anno 2019 - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Cerisano, Rinnovamento e Futuro boccia il rendiconto di gestione dell’anno 2019

Avatar

Pubblicato

il

“Sarebbe opportuno che l’amministrazione comunale non sperperasse i soldi, pochi, in opere tanto costose quanto inutili ma di prestare maggiore attenzione al sociale, alla viabilità, all’ambiente, alla cultura”

 

CERISANO (CS) – “Il Consiglio comunale di Cerisano ha discusso il rendiconto di gestione relativo all’anno 2019, previo intervento di presentazione dell’assessore al Bilancio Muoio, il quale ha ammesso talune difficoltà gestionali, dovute soprattutto allo scarso incasso dei tributi. Una questione annosa, quest’ultima, che ha catapultato l’assessore stesso su una realtà diversa da quella della campagna elettorale del 2016. Muoio ha, tra le altre cose e in due occasioni, invitato i suoi colleghi di maggioranza ad evitare spese imprudenti, le quali altro non fanno che gravare su un bilancio vuoto politicamente e deficitario nei numeri.” Queste le dichiarazioni del gruppo consiliare Rinnovamento e Futuro. “Come infatti – continua – sollevato dall’opposizione, sarebbe opportuno che l’amministrazione comunale non sperperasse i soldi, pochi, in opere tanto costose quanto inutili ma di prestare maggiore attenzione al sociale, alla viabilità, all’ambiente, alla cultura, che non può essere solo Festival delle Serre, e via discorrendo.

È in questi aspetti che dovrebbe fare la differenza la capacità di chi si occupa della cosa pubblica. Capacità che dovrebbe emergere soprattutto quando si gestisce un paese che si regge solo sui tributi, che tanta gente non può pagare, e sui scarsi trasferimenti dello Stato centrale, che di fatto minano la possibilità di fornire servizi soprattutto se il tutto si somma ad una amministrazione comunale sprovveduta e inadeguata come quella attualmente in carica. La relazione del Revisore dei Conti è altresì impietosa: mancata restituzione dell’anticipazione di cassa per euro 825.801,78, con relativi interessi pari a euro 42.887,28; superamento dei termini di pagamento e mancata indicazioni delle misure da adottare per rientrare nei termini di pagamento previsti dalla legge; la già citata scarsa capacità di riscossione. Un bilancio chiuso in positivo grazie al pericoloso gioco dei residui, degli accertamenti, dei crediti di dubbia esigibilità. Insomma, nulla di buono all’orizzonte!

Ma ancor prima di discutere il bilancio, il consiglio ha affrontato la discussione inerente le aliquote relative alla Nuova Imu. Ebbene, la maggioranza di governo del paese ha confermato quelle previste, sollevando dei dubbi nell’opposizione, la quale, in particolar modo ha ritenuto inopportuno lasciare 10,60 per mille per le “Aree Fabbricate”, viste che le stesse, e per via della crisi e per via della Legge Regionale Rossi sullo sfruttamento del suolo zero, non possono più considerarsi tali. Ragion per cui sarebbe opportuno dotarsi di uno strumento urbanistico, utile non solo a porre fine a questo stato di cose ma anche al fine di rimettere in moto l’economia del paese, altrimenti a nulla è servito sbandierare ai quattro venti la diminuzione dei diritti di segreteria per gli atti che riguardano le attività urbanistico-edilizie, Ecobonus 110 a parte, in quanto all’epoca, febbraio 2020, non previsto. È questo a suggellare una scarsa visione delle cose, lasciando che il caso faccia il suo corso.”

Provincia

Morano Calabro: la Festa della Bandiera si tinge di oro

Nel borgo del Pollino ha preso il via la Festa della Bandiera. Nel corso della prima serata conferito un riconoscimento al maestro orafo Michele Affidato


Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

MORANO CALABRO (CS) – Un’edizione diversa quella della Festa della Bandiera di Morano Calabro, che ha preso il via nel borgo del Pollino. Una kermesse certamente ricca di appuntamenti, che si svilupperanno nel centro storico venerdì 19 e sabato 20 agosto, ma quest’anno i festeggiamenti sono accompagnati da un sapore decisamente particolare e le motivazioni sono almeno due: innanzitutto il ritorno dopo l’emergenza Covid e l’ambito riconoscimento ottenuto dal Ministero della Cultura, che ha inserito la festa della bandiera fra le dieci rievocazioni storiche più importanti d’Italia.
La serata dedicata all’apertura non ha deluso le attese; nella suggestiva cornice del Chiostro di San Bernardino, infatti, la consegna del Premio della Festa della Bandiera, che è andato al maestro orafo crotonese Michele Affidato. Per lui un riconoscimento che vuole essere un omaggio alla sua straordinaria carriera, che l’ha portato ad essere uno dei professionisti più apprezzati al mondo nel suo settore, ma anche un ringraziamento per essere stato, nel corso degli anni, sempre vicino alla Festa della Bandiera di Morano Calabro.

Continua a leggere

Provincia

Scontro tra due auto sulla SS 18 a Belvedere: due feriti lievi

Sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118. Si registrano code, rallentamenti e disagi alla circolazione in entrambe le direzioni

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

BELVEDERE MARITTIMO (CS) – Incidente questa mattina sulla strada statale 18 a Belvedere Marittimo nel cosentino. Nello specifico sono due le autovetture coinvolte nel sinistro. Si tratta di una Golf e una Volvo. Due i feriti che fortunatamente non hanno riportato gravi conseguenze.

Sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118. Si registrano code, rallentamenti e disagi alla circolazione in entrambe le direzioni.

Continua a leggere

Provincia

Belvedere Marittimo, si ferisce alla gamba con la motosega: elitrasportato a Cosenza

Paura per un uomo che, durante un lavoro di pulizia di un sentiero con una motosega, si è ferito ad una gamba. Necessario l’intervento dell’elisoccorso

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

BELVEDERE MARITTIMO (CS) – Momenti di paura questa mattina, intorno alle 09:10, per un uomo che, durante un lavoro di pulizia di un sentiero con una motosega, si ferisce ad una gamba. Allertata la Centrale Operativa del 118 di Cosenza è intervenuta una squadra di 6 tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico nelle vicinanze del rifugio Serra La Croce – zona monte La Caccia -, nel comune di Belvedere Marittimo.

L’uomo, è stato recuperato dai vigili del fuoco ed è stato consegnato ai sanitari del 118 per poi essere tempestivamente elitrasportato all’Annunziata di Cosenza. Presente sul posto anche il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.

Continua a leggere

Di tendenza