PROGRAMMA - Al via la 32esima edizione del Festival Euromediterraneo di Altomonte - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Cultura & Spettacolo

PROGRAMMA – Al via la 32esima edizione del Festival Euromediterraneo di Altomonte

Avatar

Pubblicato

il

Prende il via la trentaduesima edizione del Festival Euromediterraneo di Altomonte. L’edizione 2019 ha come tema la “Generazione culturale” e sarà caratterizzata da un sentito omaggio al Maestro Andrea Camilleri da poco scomparso. La sessione estiva del festival inizierà domenica 28 luglio e andrà avanti sino al 14 settembre

.

COSENZA – Il programma del Festival Euromediterraneo 2019 è stato presentato oggi, giovedì 25 luglio presso la Sala degli Stemmi della Provincia di Cosenza. All’inizio della conferenza stampa, l’attore Francesco Rizzo ha declamato nella Sala degli Stemmi uno scritto di Andrea Camilleri fra gli applausi dei presenti in omaggio all’autore siciliano.  Altomonte è “Generazione culturale”. Lo è non solo grazie al suo festival che anima l’antico borgo da più di tre decenni ma lo è da sempre come dimostra la propria storia dato che è stata attraversata da filosofi, scultori, pittori e altri personaggi che hanno lasciato tracce indelebili del loro passaggio. Il tema di questa edizione, “Generazione culturale”, sottolinea proprio il trasferimento della conoscenza che avviene da secoli a queste latitudini.

In questo contesto si inserisce l’omaggio al Maestro Camilleri. Un ringraziamento all’artista, all’intellettuale, al grande uomo che ha sempre dimostrato di essere. Con le sue opere è riuscito a raggiungere un pubblico eterogeneo, socialmente e culturalmente diversificato unendolo, però, nella bellezza e nel piacere della cultura. È riuscito, perfettamente, a mettere in atto il trasferimento della conoscenza grazie alle sue opere. Da Montalbano a Tiresia, Camilleri ha saputo abbracciare tutta la cultura popolare: dagli uomini colti della borghesia sino alle tradizioni rurali più pure in un passaggio narrativo costante che ha sempre permesso al lettore di arricchirsi. Già manca fortemente il suo essere esponente autorevole della “Generazione culturale” in grado di formare le nuove menti e le nuove conoscenze.

In trentadue anni di Festival Euromediterraneo ad Altomonte viene celebrata l’importanza della cultura e, soprattutto, la sua diffusione in tutti i segmenti della società e viene valorizzata in tutte le forme espressive. Il cartellone degli eventi estivi prevede spettacoli di teatro, danza, musica e arti visive, con la presenza di nomi illustri del panorama artistico italiano. Anche per questa edizione, il festival mette al primo posto la fruibilità del patrimonio culturale, favorendo l’accesso agli eventi a chi, per i motivi più diversi, rischia di restare ai margini della società.

Domenica 28 luglio si apre il cartellone con la Fini Dance New York che dà vita Festival internazionale di danza che si terrà al Teatro Costantino Belluscio e che vede protagoniste grande compagnie internazionali.

Giovedì 1 agosto verrà inaugurata la mostra “Il Mare ad Altomonte” che andrà avanti fino a settembre e che prevede tre performance artistiche l’1, il 21 e il 30 agosto.

Domenica 4 agosto è atteso il concerto di Arisa che porta ad Altomonte una tappa del tour legato al disco “Una nuova Rosalba in città”.

Martedì 6 e mercoledì 7 agosto torna il grande teatro classico grazie alle proposte del Teatro Europeo Plautino che porta in scena “I Menecmi”, il grande classico di Plauto, con Massimo Venturiello e, il giorno seguente, “Le nuvole” di Aristofane.

Sabato 10 agosto doppio grande appuntamento nel centro storico con la Notte Bianca sotto le stelle di San Lorenzo e con Altomonte Rock Restival.

Il giorno seguente, domenica 11 agosto, all’interno della Festa della Terra che andrà avanti sino martedì 13 agosto, si terrà il concerto dei Nomadi giunti al loro anno di carriera numero 56 in una tappa che ripercorrerà tutti i grandi successi della loro discografia con il tour “Tutta la vita”.

Alla vigilia di Ferragosto, mercoledì 14 agosto, nuovo appuntamento con il grande balletto. La Compagnia nazionale di Raffaele Paganini e la Compagnia Almatanz di Luigi Martelletta unite per portare al Teatro Belluscio di Altomonte “Il Lago dei Cigni” di Piotr Ilich Chaikovski.

Venerdì 16 agosto tocca al rapper calabrese Pika Dmf, la sua esibizione sarà aperta dagli ospiti Open live Zeno, Free love e Dj Gigi Fuscaldo.

Sabato 17 agosto ritorna il teatro con la coinvolgente comicità di Anna Maria Barbera, nota a tutti come la Sconsy di Zelig, con il suo “Metti una sera Sconsy” mentre martedì 20 agosto sarà la volta di Dario Vergassola in “Sparla con me”. Lunedì 19 agosto spazio alla moda con “Arte in passerella”.

Giovedì 22 agosto arriva “Tre uomini e na seggia – U secunnu”, spettacolo nato dalla mente di Antonio Filippelli, Roberto Giacomantonio e Eliseno Sposato, anime dell’organizzazione benefica “La Terra di Piero”.

Venerdì 23 agosto grande appuntamento musicale con il tour orchestrale dei Tiromancino. La band di Zampaglione sarà, infatti, accompagnata dagli elementi della Ensemble Symphony Orchestra.

Da mercoledì 4 a domenica 8 settembre si terrà la rassegna “Di… vino Jazz e contaminazioni” con spazio a letteratura, musica, performance e teatro.

Giovedì 12 settembre “Il malato immaginario” per la regia di Pasqualina Ponte poi, nell’ambito della Festa dell’Agricoltura che si svolgerà dal 13 al 15 settembre, sabato 14 settembre il concerto di Cosimo Papandrea che chiude la fase estiva del Festival Euromediterraneo di Altomonte.

Tutti gli eventi sono gratuiti tranne il concerto di Arisa (12 euro prevendita compresa, 3 euro residenti ad Altomonte, gratis per gli studenti universitari di Dams e Cams italiani); lo spettacolo di Anna Maria Barbera (8 euro prevendita compresa, 3 euro residenti ad Altomonte, gratis per gli studenti universitari di Dams e Cams italiani); il concerto dei Tiromancino (12 euro prevendita compresa, 3 euro residenti ad Altomonte, gratis per gli studenti universitari di Dams e Cams italiani).

Moderati da Francesco Cangemi hanno raccontato il programma della nuova edizione Gianpietro Coppola, Sindaco di Altomonte; Franco Iacucci, Presidente della Provincia di Cosenza; Antonio Blandi Direttore Artistico del Festival Euromediterraneo di Altomonte, Francesco Provenzale Vicesindaco di Altomonte; Elvira Berlingieri, Assessore alla Cultura del Comune di Altomonte; Mario Pancaro, Assessore al Turismo del Comune di Altomonte; Emilia Romeo, Assessore all’Agricoltura; Maurizio Rodighiero, Portavoce Slow Food Calabria; Raffaele Riga, Presidente Touring Club sezione di Cosenza; Antonio Fini della Fini Dance New York e Francesco Pacienza per la mostra “Il Mare ad Altomonte”.

 

Cultura & Spettacolo

Cosenza: domani la prima cinematografica de “La sciarpa della pace”

Domani, lunedì 6 settembre alle ore 18 al cinema San Nicola di Cosenza, la prima cinematografica de “La Sciarpa della pace”.

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – “Un progetto meraviglioso che ha prima fatto sì che si realizzasse un manufatto, intrecciato da mille storie, con il solo scopo di raccontare le memorie ed in particolare quella dei nonni. Ed ora il docufilm, interamente girato in città, che racconta una storia tra due gemelle mai nate, le quali – attraverso un filo conduttore- sono legate ed avvolte da quella stessa sciarpa intrisa dai colori dell’arcobaleno”, ha spiegato Maria Brunella Stancato anima e cuore dell’iniziativa. “La sciarpa vuole far sentire tutti avvolti in un caldo abbraccio che profumi di accoglienza e che l’indifferenza non regni mai nei cuori delle persone”, il pensiero dei protagonisti.

Al casting hanno partecipato ben 268 attrici professioniste, tutte con un curriculum prestigioso; alcune di loro sono state chiamate a svolgere ruoli in fiction nazionali importanti. “Ci siamo chiesti se potevamo avviare un percorso virtuoso per promuovere la Settima Arte, scegliendo e donando la possibilità ad attrici ed attori calabresi di recitare in un cortometraggio che parla di amore, di legami, di shoah e di due sorelle che si sono ritrovate. Il filo, la matassa, il lavoro continuo e laborioso delle nonne a volte crea delle connessioni e degli intrecci misteriosi. Le nostre attrici sono due donne calabresi: Teresa Scaglione (nel ruolo di Una) dolce, sensibile, longilinea con i capelli sinuosi che le danno un senso di leggiadria come la rugiada che si posa sui fiori al mattino; Raffaella Reda (nel ruolo di Altra) il contrario, un concentrato di forza e di energia che si leva in volo libera e felice ed Antonello Lombardo (il Dr. Ricciardi Medico Chirurgo) un attore navigato, che spazia dai ruoli drammatici a quelli più intriganti con un curriculum di grande spessore”.

La regia è di Gianfranco Confessore, mentre la produzione è dell’associazione “Volare a Santo Stefano” di Antonio Volpentesta. Alla Prima saranno presenti gli attori protagonisti, le comparse, gli sponsor, i sindaci che hanno patrocinato la realizzazione del Docufilm e tutti i presidenti dei centri di aggregazione anziani che hanno realizzato la Sciarpa della Pace.

Continua a leggere

Cultura & Spettacolo

Cinema, Alessio Boni ad Acri “Calabria potenziale intoccato”

L’attore ha ricevuto un premio nell’ambito del Festival contro le mafie, giunto alla XI edizione

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

ACRI (CS) – Alessio Boni è stato premiato a CineIncontriamoci: «La Calabria, potenziale intoccato». L’attore ha ricevuto il premio ad Acri, dopo un soggiorno di riscoperta della Calabria. Il Festival contro le mafie, giunto alla XI edizione, dal 2016 celebra il cinema e rilancia la Calabria d’autore “Per la capacità di interpretare l’essenza più profonda del cinema. Bravura ed esempio”: così recita il premio che CineIncontriamoci ha consegnato ad Alessio Boni, venerdì 27 agosto ad Acri, in una piazza gremita di persone.

Nato nel 2016, il piccolo, tenace festival del cinema provincia di Cosenza è tornato per la sua XI edizione – dopo lo stop per la pandemia – con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale e con il tema portante “La Bellezza salverà il mondo“, celebrando ancora una volta il cinema nazionale di qualità e le personalità calabresi che si sono distinte nella cultura, nell’arte e nella società, contro le mafie e le ingiustizie di una terra meravigliosa e problematica.

Continua a leggere

Cultura & Spettacolo

Premio Mia Martini, Scalea ospiterà tre giornate di incontri artistici

La Calabria aprirà le porte del successo a tanti giovani promesse, grazie al Premio Mia Martini giunto alla XXVII edizione

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

SCALEA (CS) – Dall’1 al 3 giugno ospiterà gli incontri artistici del premio Mia Martini, presso il complesso turistico “Parco dei Principi”. Le cento ugole italiane e straniere arriveranno in Calabria con il sogno di farsi strada nel mondo del canto. Tre giorni di canto, studio, dirette radio e speciali tv consentiranno a questi giovani di crescere artisticamente.

Al termine dei tre giorni la commissione artistica sceglierà coloro che potranno presentare il brano inedito per partecipare alla fase finale radiofonica per conquistarsi il posto alla finale di Bagnara Calabra città natia della grande ed indimenticabile Mia Martini. “La tre giorni rappresenta un grande momento di crescita per i tanti giovani” afferma il regista Nino Romeo, ideatore ed organizzatore dell’evento. Il premio ogni anno riesce ad individuare nuove musicalità e incroci musicali e culturali.

La Commissione artistica dell’evento è composta da: Franco Fasano direttore artistico del premio, Mario Rosini, Deborah Summa, Elvezio Fortunato. Il tutto realizzato secondo le norme governative anti Covid. Il premio Mia Martini accende una luce di speranza per il futuro di tanti giovani artisti, in un momento particolare come il tempo che stiamo vivendo.

Continua a leggere

Di tendenza