Acrobazie finanziarie sul Tirreno cosentino per evadere il fisco - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Acrobazie finanziarie sul Tirreno cosentino per evadere il fisco

Avatar

Pubblicato

il

Denunciate tre persone tra cui una donna che è riuscita a trasformare la propria società in una scatola piena di debiti e senza alcun tipo di liquidità

 

COSENZA – I Finanzieri della Compagnia di Paola e della Tenenza di Amantea hanno sottoposto a sequestro preventivo in provincia di Cosenza 14 beni immobili, quote societarie e denaro, per
un ammontare complessivo pari a circa 1.300.000 euro. Il provvedimento emesso su richiesta del Procuratore Pierpaolo Bruni riguarda tre persone residenti in provincia e accusati di “evasione di imposte sui redditi e sul valore aggiunto” e “sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte”. Durante le indagine è stata ricostruita la compravendita immobiliare fra due società, di fatto riconducibili ad un unico soggetto, risultata essere “fraudolenta” e “finalizzata alla sottrazione al pagamento delle imposte”. La venditrice che si occupa di fittare i propri immobili risultava “pesantemente indebitata nei confronti del Fisco” ed avviata l’attività alla liquidazione, ha ceduto l’unico immobile posseduto ad un’altra azienda di proprietà del principale indagato, in assenza di valide ragioni economiche e, soprattutto, senza ricevere la cifra pattuita: 1,4 milioni. La società della signora è quindi diventata una “scatola vuota” piena debiti. In più la mancata iscrizione in bilancio di un’entrata di quasi 1 milione di euro, derivante da una transazione avvenuta tra la società ed una Banca ha determinato ulteriore evasione di imposta, non essendo stata indicata neanche nella dichiarazione fiscale. Stratagemmi posti in essere dagli indagati da cui è stato tratto un indebito ed illecito vantaggio fiscale, con notevoli risparmi. Al temine delle indagini sono state denunciate tre persone per i reati di “Sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte” e “Infedele dichiarazione” e sono stati sottoposti a sequestro beni per un valore pari ad euro 1.293.851,39. L’indagine di Polizia Giudiziaria si inserisce nella lotta alla criminalità economica e finanziaria a tutela dell’economia sana e degli imprenditori onesti, sinergicamente effettuata dalla Procura di Paola e dalla Compagnia Guardia di Finanza e Reparti dipendenti, che negli ultimi quindici mesi ha portato a sequestri di beni immobili, mobili registrati e disponibilità finanziarie per un valore di oltre 7,3 milioni di euro.

Provincia

S. Giovanni in Fiore, 490mila euro per efficientamento energetico della scuola Rota

Intanto nel centro silano lunedì si torna in classe e nello stesso giorno, alle 10, verrà inaugurata la scuola elementare Corrado Alvaro

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – La sindaca Rosaria Succurro  ha firmato l’accordo con la Regione Calabria per l’efficientamento energetico della scuola dell’infanzia e primaria Salvatore Rota, dell’Olivaro. «Si tratta di 490 mila euro di risorse regionali, per un progetto che – spiega la Succurro – consentirà a bambini e famiglie del quartiere di avere un edificio scolastico rinnovato, più caldo, accogliente e funzionale. I diritti dei minori, la loro formazione e il loro benessere sono per noi prioritari. Proseguiamo l’opera di ammodernamento delle scuole comunali, guardando anche al risparmio energetico e quindi perseguendo, come sempre, la gestione virtuosa del bilancio municipale. A breve partiranno le procedure di gara per iniziare i lavori».

Lunedì si torna in classe

«Il prossimo lunedì 24 gennaio – continua la sindaca Succurro – riapriranno le scuole di ogni ordine e grado, che per precauzione avevo chiuso al fine di frenare la circolazione del virus. Nello stesso giorno, alle ore 10, verrà inaugurata la scuola elementare Corrado Alvaro, che per anni, prima che ci insediassimo, era stata oggetto di interventi di miglioramento energetico e termico, finalmente completati. Restituiremo alla città un’altra scuola bellissima, la quale, peraltro, ospiterà in via temporanea i bimbi iscritti all’asilo comunale del Bacile, che necessita di lavori analoghi, per cui abbiamo presentato uno specifico progetto al fine di ottenere le risorse occorrenti».

«Sempre lunedì 24 gennaio, alla riapertura delle scuole gli studenti delle Elementari e Medie di San Giovanni in Fiore riceveranno uno zainetto con dentro gel disinfettante e mascherine. Inoltre – conclude la sindaca Succurro – troveranno purificatori d’aria in ogni aula, in tutto un centinaio. Come Comune abbiamo voluto contribuire ad aumentare la sicurezza delle lezioni in presenza, utilizzando fondi ministeriali dedicati all’emergenza Covid e non impiegando, pertanto, risorse del municipio».

Continua a leggere

Provincia

Ospedale Paola, Loizzo: “attivare subito il servizio di emodinamica”

“Necessario potenziare un servizio indispensabile per le patologie cardiovascolari e procedere in tempi brevi all’autorizzazione”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

PAOLA (CS) – “Auspichiamo che venga data al più presto l’autorizzazione al reparto di cardiologia dell’ospedale di Paola del servizio di emodinamica”. A chiederlo è Simona Loizzo, capogruppo della Lega in Consiglio regionale che spiega: “il reparto è composto da dieci cardiologi formati per l’emodinamica ed è dotato delle attrezzature necessarie”.

“Ad oggi però, i pazienti del Tirreno che abbiano necessità di coronografie e degli stent medicali devono raggiungere un centro privato di Belvedere Marittimo o recarsi a Cosenza, oberando ulteriormente il carico del reparto dell’Annunziata. Chiediamo al presidente Occhiuto nella sua qualità di commissario alla Sanità – conclude la Loizzo – di procedere in tempi brevi all’autorizzazione, potenziando un servizio indispensabile per le patologie cardiovascolari”.

Continua a leggere

Ionio

Calano i contagi a Cassano: “da lunedì si torna in aula”

Il sindaco Gianni Papasso ha revocato la precedente ordinanza che fissava la ripresa delle lezioni in presenza per fine mese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Torneranno a seguire le lezioni in presenza da lunedì 24 gennaio, e non dal 31 come prevedeva una precedente ordinanza comunale, gli studenti che frequentano gli istituti scolastici di Cassano alo Ionio. Lo ha disposto il sindaco Gianni Papasso di concerto con i dirigenti delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale revocando il precedente provvedimento che fissava la ripresa alla fine del mese.

“Una decisione confortata soprattutto – è detto in una nota – dalla vistosa diminuzione dei contagiati da coronavirus registratasi negli ultimi giorni sul territorio comunale. Apprezzamento per la scelta precedentemente operata, a scopo preventivo, dall’amministrazione comunale, visti i positivi risultati conseguiti, – è scritto ancora nella nota – è stato manifestato sia dagli operatori scolastici, che dai rappresentanti dei genitori presenti in seno ai consigli di istituto“.

Continua a leggere

Di tendenza