Castrovillari, ospedale: ci sarà il collaudo delle sale operatorie - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Provincia

Castrovillari, ospedale: ci sarà il collaudo delle sale operatorie

Avatar

Pubblicato

il

Il prossimo 30 ottobre si riaprirà il cantiere per definire e collaudare le sale operatorie “fantasma”. Il consigliere regionale Gallo chiede interventi urgenti per tutelarlo e definisce tardive le risposte del presidente della Regione

 

COSENZA – Si è svolto oggi, venerdì 5 ottobre, presso la sede dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, in via degli Alimena, un incontro tra la Società appaltatrice Sapio, il progettista ing. Michele Pisciandaro ed i tecnici dell’Asp, alla presenza del Direttore generale, dottor Raffaele Mauro. A dichiararlo in una nota la direzione strategica dell’Asp. Durante lo stesso  – continua a leggersi nel comunicato -, si è convenuto di riaprire il cantiere entro il 30 ottobre 2018 per l’effettuazione di tutto le operazioni necessarie e propedeutiche per il collaudo e la messa in esercizio delle sale operatorie del Presidio Ospedaliero di Castrovillari.

Nel frattempo il consigliere regionale Gallo definisce tardive le risposte del presidente della Regione e attacca: «Il tavolo tecnico? Solo un modo per sfuggire alle proprie responsabilità»

«I provvedimenti annunciati dal presidente della giunta regionale in favore dell’ospedale di Castrovillari «sono solo la prova dei ritardi accumulati negli anni dalla giunta e del rischio che il presidio ospedaliero possa dover subire la sospensione delle attività – dichiara il consigliere regionale Gianluca Gallo all’indomani della riunione convocata dal Governatore Mario Oliverio per discutere, coi sindaci dell’area del Pollino, della situazione in cui versa ormai da tempo il presidio ospedaliero castrovillarese-.

«La decisione di organizzare un incontro aperto ai sindaci ed a qualche amico di maggioranza e di concluderlo con l’annuncio della costituzione di un tavolo tecnico», dice il capogruppo della Cdl, «è la prova di una sensibilità istituzionale che tanti danni ha fatto in altri settori e che non risparmia neppure la sanità». Osserva Gallo: «In campo sanitario i calabresi hanno pagato un prezzo salato per la guerriglia eterna tra il presidente Oliverio, uomo forte del Pd, ed il commissario alla sanità Scura, nominato dal Governo Pd.

A ciò si sono aggiunte le inadempienze proprie della giunta regionale, incapace nel tempo, attraverso i direttori generali di sua nomina, di provvedere a quanto di competenza». E che le cose stiano così, prosegue Gallo, «lo provano le risposte fornite da Oliverio durante la riunione: si discute ancora di confronto con la ditta che dovrebbe realizzare lavori necessari al funzionamento della struttura e, quanto al personale, si rimanda alle decisioni dell’Asp, che solo a fine settembre ha promosso una procedura di mobilità per l’assunzione di nuovi dirigenti medici».

Un quadro di fatto allarmante, sottolinea l’esponente della Cdl: «Dal territorio, attraverso i sindaci, le forze politiche, i sindacati e le associazioni, giungono da anni allarmi sin qui sempre volutamente ignorati da Oliverio e di cui solo oggi ci si avvede, peraltro offrendo soluzioni minimaliste. Probabilmente pure per questo il presidente e la sua maggioranza hanno scelto di ignorare l’interpellanza a mia firma con cui già a Luglio, rilanciando gli appelli giunti dall’area del Pollino, descrivevo nei dettagli lo stato della situazione».

Un grido d’aiuto rimasto inascoltato, «ma neppure adesso ancora ben compreso nella sua reale drammaticità», sostiene Gallo: «Limitarsi a dire che basterà aspettare le procedure di mobilità avviate peraltro con gravissimo ritardo dall’azienda sanitaria vuol dire due cose: in primis, assolvere l’Asp da ogni responsabilità, così da non farne ricadere sulla giunta regionale, e poi soprattutto fingere che così facendo tutto possa tornare alla normalità». Nello specifico: «Ammesso che si proceda all’assunzione dei medici occorrenti, almeno in numero sufficiente a garantire l’operatività delle tante unità oggi decimate da pensionamenti e trasferimenti, come ad esempio Anestesia e Rianimazione, Chirurgia e Ortopedia, con quali modalità e tempi si vuole provvedere al rinfoltimento degli organici del personale infermieristico, ugualmente sottodimensionato, e di quello amministrativo, senza il quale altre attività ugualmente importanti si paralizzeranno?

Per quali strade si intende garantire il ripristino della piena operatività di Oculistica, oggi degradata a struttura semplice neppure dipartimentale? Quali iniziative si assumeranno per salvaguardare il Servizio trasfusionale, declassato a struttura semplice? Per mezzo di quali investimenti si pensa di poter potenziare il Pronto Soccorso?». Conclude Gallo: «Queste ed altre domande, già da tempo poste al presidente Oliverio, sono da mesi in attesa di risposte e soprattutto di interventi concreti. Continueremo ad insistere per evitare che dopo 4 anni di malgoverno targato Oliverio adesso la lunga campagna elettorale già lanciata dal presidente si porti via, tra confusione e false promesse, anche le residue speranze di dignitosa sopravvivenza dell’ospedale di Castrovillari».

LEGGI ANCHE

Castrovillari, sanità: Guccione «Blocco operatorio “non collaudabile”»

 

Provincia

Cetraro, maxi blitz contro la pesca illegale: oltre un quintale di tonno rosso sequestrato

Il personale della Guardia Costiera di Cetraro ha sanzionato alcuni diportisti per aver catturato illegalmente l’esemplare ittico

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CETRARO (CS) – Nella giornata odierna, il personale della Guardia Costiera di Cetraro ha sanzionato alcuni diportisti per aver catturato illegalmente quasi 120 esemplari sottomisura di tonno rosso, per un quantitativo totale di oltre 100 kg di prodotto. Il pescato è stato sottoposto a sequestro amministrativo e, dopo essere stato dichiarato idoneo al consumo umano dal personale veterinario dell’ASP di Cosenza, è stato donato agli Enti caritatevoli di zona.

Le attività di vigilanza e controllo lungo tutta la filiera della pesca, condotte dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Cetraro, proseguiranno anche nei prossimi giorni in tutto il territorio di giurisdizione. Il lavoro svolto ha l’obiettivo di tutelare la risorsa ittica del tonno rosso perché a rischio estinzione e per la quale la Comunità Europea ha emanato specifiche disposizioni normative per favorirne il ripopolamento.

Si ricorda che per segnalare comportamenti illeciti o situazioni dubbie sono attivi, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, il numero di centralino della Sala Operativa 0982.971415 / 0982.999495, la casella di posta elettronica [email protected] e la casella p.e.c. [email protected] mentre, per le sole emergenze in mare, il Numero Blu 1530.

Continua a leggere

Provincia

Un centinaio di fisici da tutto il mondo a Corigliano-Rossano per «importanti risultati scientifici»

Si chiudono oggi i lavori del Workshop Internazionale “Diffraction & Low-x 2022” partiti una settimana fa nel cosentino per discutere di fisica nucleare

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CORIGLIANO ROSSANO – Si chiudono oggi 30 settembre i lavori del Workshop Internazionale “Diffraction & Low-x 2022” che, da una settimana, sono in corso presso il BV Airone Resort a Corigliano Rossano. Qui un centinaio di fisici e fisiche arrivati da tutto il mondo hanno interagito confrontandosi sulle problematiche della struttura adronica delle interazioni nucleari forti e della teoria che le descrive, la “cromo-dinamica quantistica (QCD)”.

Non solo scienza nel programma degli studiosi che, nei giorni scorsi, hanno fatto conoscenza del territorio che li circonda visitando il Codex Purpureus Rossanensis nel museo diocesano di Rossano, la attigua Cattedrale, gli scavi di Sibari, Civita e  Spezzano Albanese. In questi ultimi due posti gli scienziati hanno avuto la possibilità di essere accolti dai rispettivi sindaci Alessandro Tocci e Ferdinando Nociti. A Civita la scoperta delle bellezze mozzafiato del panorama del Pollino, le caratteristiche del borgo segnate dalle case Kodra e dai particolari comignoli e il saluto del sindaco Tocci, hanno entusiasmato gli scienziati. A Spezzano, invece, la cornice del teatro “V. Pesce” ha accolto il gruppo con i saluti del primo cittadino Nociti, i canti tradizionali eseguiti da Emiliana Oriolo e i bellissimi costumi llambadhor e pacchiana. Anche un concerto di Voci di Pace ha animato una delle serate del workshop che ha coinvolto con canti e balli i fisici e le fisiche ospiti in Calabria. Il tour fra le bellezze del territorio si è concluso ieri con la cena di gala tenutasi al castello di Corigliano.

«Importanti risultati scientifici e organizzativi»

«È stata una settimana di intenso lavoro -afferma Alessandro Papa, docente del Dipartimento di Fisica dell’Unical– in cui teorici e sperimentali si sono confrontati, raggiungendo dei progressi nella comprensione della struttura intima della materia, in particolare del nucleo atomico, gettando le basi per ulteriori passi avanti nel futuro di questa disciplina. Per citare qualche highlight di questo evento -aggiunge- la recente scoperta dello stato dell’odderone, osservato in un esperimento a LHC, un oggetto che media una particolare classe di interazioni adroniche e sul quale ancora si addensa il dibattito poiché non c’è unanimità nella comunità scientifica. Fra i teorici c’è stato un proficuo scambio di opinioni fra comunità che si sono incontrate per la prima volta. Stanno venendo alla luce i primi progetti di studio relativi all’acceleratore EIC che sarà realizzato negli Stati Uniti e che è destinato a segnare le tappe più importanti della fisica delle interazioni fondamentali per i prossimi decenni. Importante, inoltre, è la forte e attiva partecipazione di giovani che hanno i numeri per poter ereditare quanto fatto dalle generazioni precedenti. Abbiamo voluto sottolineare l’importanza di questa partecipazione -evidenzia- istituendo un premio per la migliore presentazione in campo teorico, vinto da Farid Salazar dell’UCLA/UCB/LBNL, e quella in campo sperimentale, vinto da Florian Lorkowski del Deutsches Elektronen-Synchrotron DES. L’evento di quest’anno -conclude Papa- sarà molto difficile da superare in quanto a risultato sia scientifico che organizzativo».

Continua a leggere

Provincia

“Tutti a Teatro”, a San Fili parte la stagione al teatro Gambaro

Una ricca rassegna che andrà avanti fino al prossimo 18 dicembre tra teatro contemporaneo, recital, teatro civile e di figura per riflettere sulla natura dell’animo umano

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

SAN FILI (CS) – Sarà il teatro “Francesco Gambaro” ad ospitare le rappresentazioni della Stagione Teatrale 2022-2023 promossa dal Comune di San Fili che partirà domenica 2 ottobre alle 18, con lo spettacolo “Dammi un attimo” a cura della Compagnia Teatro Rossosimona di Rende. Una ricca Rassegna ispirata alla varietà di generi e registri tematici: teatro contemporaneo, recital, teatro civile e di figura per riflettere sulla natura dell’animo umano, per fare memoria collettiva, ma anche per sorridere e condividere le emozioni che solo lo spettacolo dal vivo può regalare.

Un cartellone che si completa con la proposta pensata per le scuole, volta ad esplorare le ricadute degli strumenti performativi nei processi di apprendimento, a cui parteciperanno altre tre importanti Compagnie: “Teatro Studio Kripton” di Firenze, “Teatro della Maruca” di Crotone e “Teatro Porta Cenere” di Mendicino.

La stagione teatrale, promossa dal Comune di San Fili, in collaborazione con il Teatro Rossosimona, con la direzione artistica di Lindo Nudo, vuole esaltare il senso più vero e significativo dell’avventura in scena che è in fondo quello di accedere all’inesauribile ricchezza dell’essere per poterla celebrare in tutte le sue sfumature e per aderire ad una visione del sé, dell’altro, del mondo e della natura sempre più inclusiva, unificando al tempo stesso la nostra più vera identità.

Queste le rappresentazioni in programma

2 ottobre – ore 18:00 | 𝐃𝐚𝐦𝐦𝐢 𝐮𝐧 𝐚𝐭𝐭𝐢𝐦𝐨 – Teatro Rossosimona
7 novembre – ore 18:00 | 𝐒𝐩𝐚𝐫𝐢 𝐞 𝐃𝐢𝐬𝐩𝐚𝐫𝐢 – Teatro Rossosimona
20 novembre – ore 18:00 | 𝐀𝐥 𝐩𝐨𝐬𝐭𝐨 𝐬𝐛𝐚𝐠𝐥𝐢𝐚𝐭𝐨 – Teatro Rossosimona
25 novembre – ore 18:00 | 𝐆𝐢𝐨𝐫𝐧𝐚𝐭𝐚 𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐨 𝐥𝐚 𝐯𝐢𝐨𝐥𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐬𝐮𝐥𝐥𝐞 𝐝𝐨𝐧𝐧𝐞 – Teatro Rossosimona
4 dicembre – ore 18:00 | 𝐏𝐚𝐧𝐳𝐚 𝐞 𝐂𝐫𝐢𝐚𝐧𝐳𝐚 – Kripton
11 dicembre – ore 18:00 | 𝐓𝐞𝐧𝐢𝐦𝐮𝐜𝐜𝐢 𝐚𝐜𝐜𝐮𝐬𝐬𝐢̀ – Porta Cenere
18 dicembre – ore 18:00 | 𝐙𝐚𝐦𝐩𝐚𝐥𝐞𝐬𝐭𝐚 – Maruca

Continua a leggere

Di tendenza