Cani avvelenati a Rossano, gesto di ignoranza e inciviltà. La polizia municipale a caccia degli autori - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Cani avvelenati a Rossano, gesto di ignoranza e inciviltà. La polizia municipale a caccia degli autori

Avatar

Pubblicato

il

ROSSANO (CS) – La municipale pare si sia messa al lavoro per tentare di far luce su questo gesto di grave inciviltà da reprimere.

A Rossano infatti, sono diversi i casi di avvelenamento di cani randagi, innocui e docili, segnalati dalla popolazione che da qualche tempo portava loro da mangiare e bere. Qualcuno però, forse infastidito da tale gesto di sensibilità, ha pensato di avvelenarli. Ed ora la Polizia municipale ha aperto un fascicolo per fare chiarezza su quanto accaduto. Nel frattempo, le carcasse dei due animali trovati in località Matassa sono stati trasferiti presso il centro zoo-profilattico di Cosenza per essere sottoposti ad una necroscopia che chiarirà le cause dell’avvenuto decesso. Anche il vice sindaco Guglielmo Caputo ha inoltrato una comunicazione ai responsabili del Corpo di Polizia municipale, i vice comandanti Giuseppe Calabrò e Pietro Pirillo, e per conoscenza all’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza – Servizio veterinario, al Corpo forestale dello Stato e alla Stazione dei Carabinieri di Rossano, in ottemperanza dell’Ordinanza Ministeriale 18 dicembre 2008, al fine di avviare un indagine circa il sospetto avvelenamento dei due cani randagi rinvenuti morti in Via Amerigo Vespucci – quartiere Matassa nella giornata del 16 dicembre scorso.

 

“Abbiamo avviato immediati accertamenti – dichiara Caputo – perchè quanto avvenuto a Matassa è un grave atto di inciviltà intollerabile in una comunità, come quella di Rossano, che ha sempre fatto del decoro e del rispetto degli animali e dell’ambiente uno dei suoi principi cardine. Vogliamo accertarci, innanzitutto, che si è trattato realmente di un gesto barbaro dopodiché faremo il possibile per risalire ai responsabili e perseguirli con il massimo delle sanzioni previste dalla legge. Questa Amministrazione comunale – prosegue il Vice Sindaco – continua a riservare massima attenzione nell’arginare il dilagante fenomeno del randagismo. Siamo uno dei pochi Comuni ad essere dotati di un canile, con oltre 350 posti, nel quale i cani ospitati sono quotidianamente nutriti e monitorati sotto il profilo sanitario. E non possiamo permettere – conclude Guglielmo Caputo – che situazioni come quella verificatasi a Matassa mettano a repentaglio il grande lavoro, sia intermini di risorse che di impegno, portato avanti dall’Esecutivo. Sicuramente, per quanto possibile e auspicando nella sinergia interforze con altri enti deputati al monitoraggio del territorio, intensificheremo i controlli”.

 

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza