Funerali Carmine: l'omelia mentre alla madre viene notificato l'arresto - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Funerali Carmine: l’omelia mentre alla madre viene notificato l’arresto

Avatar

Pubblicato

il

ROVITO (CS) – Sono in corso i funerali del piccolo Carmine il bimbo ucciso dalla madre sabato scorso.

La cerimonia si sta svolgendo a Rovito dove è stato dichiarato lutto cittadino all’interno della chiesa di Santa Barbara dove non è stata ammessa la presenza di fotografi e operatori televisivi. Intanto la procura di Paola ha appena notificato a Daniela Falcone un decreto di fermo per omicidio volontario. La notifica però rimane solo un atto formale in quanto attualmente la donna ricoverata all’ospedale di Cosenza, dove e’ stata operata all’addome per le ferite che lei stessa si era procurata, non è ancora nel pieno delle proprie facoltà fisiche e mentali. Nei prossimi giorni quando il suo stato di salute migliorerà verrà interrogata e si deciderà se dovrà essere trasferita in carcere o in una clinica psichiatrica.

 

Pubblichiamo di seguito il testo integrale della commovente omelia che ha tenuto l’arcivescovo di Cosenza monsignor Salvatore Nunnari nel corso delle esequie: “Il Vescovo con il suo popolo con accanto il vostro don Nardino oggi vescovo ma per tanti anni testimone delle vostre storie di gioia e di dolori, siamo qui dinanzi a un popolo attonito e sconvolto, ancora incredulo per una tragedia che ha attraversato la vita di ciascuno di voi, di noi tutti. Inseguiamo da giorni i nostri perché e non troviamo alcuna risposta. I nostri sguardi si sono fermati, sembrano fermarsi come sospese anche le lacrime. Domenica, quando già la tragedia si era consumata eravamo ritornati alle nostre case portando nel cuore una parola di consolazione ascoltata durante la Celebrazione Eucaristica. Dio risponde a Sion che si lamentava di essere stata abbandonata da Lui, di essere stata dimenticata, facendole una promessa: qualunque affetto umano può venir meno io non mi dimenticherò mai, non ti abbandonerò”. Ma subito una coltre di caligine ha coperto il nostro cielo, ha appesantito i nostri cuori. Il cammino della nostra quotidiana esistenza ha fermato i suoi passi. Ed ora siamo tutti giunti a questa stazione dolorosa della Via Crucis. Il Crocifisso è lui, sei tu, mio, nostro dolcissimo Carmine vittima di una società fragile, a volte schizofrenica. Ma tu crocifisso innocente ridonaci il tuo sorriso facendoci entrare con la fede nella tua nuova esistenza di risorto con Cristo. Permettici di volgere il nostro sguardo da questa fredda bara alla tua nuova casa che sarà domani anche la nostra eterna dimora. Lànon sei solo hai incontrato il tuo amico Gesù, quello che hai conosciuto negli anni del catechismo e dell’ACR, che hai ricevuto nel tuo cuore il giorno della messa di Prima Comunione e che oggi ti ritrova accanto non più come un tempo suo chierichetto ma un angioletto fra i suoi angeli. E mentre noi interpellati da Lui come Marta rispondiamo: “Si, Signore noi crediamo in Te che sei la Risurrezione e la Vita”. Tu ora lo vedi faccia a faccia e gli gridi: “Signore mio e amico mio, stammi vicino, non ho più paura ma gioia di stare con te e con la Madre tua e la Madre nostra, la Vergine Maria”. Ma tu sai bene ora che significa essere angelo, cioè missionario di Gesù presso di noi. E che cosa è oggi questa missione se non quella di portare consolazione e conforto alla tua famiglia, ai tuoi compaesani che guidati dal parroco don Antonello troveranno nella fede il senso profondo della vita che è dono e responsabilità. La tua morte innocente ha richiamato tutti a interrogarci sul senso e significato dell’esistenza. Ti chiedo infine, mio dolcissimo figlio, di presentare a Gesù i tuoi amici che non hai avuto il tempo di salutare e che oggi ti salutano nelle lacrime e nella sofferenza, quelli della prima media, quelli dell’ACR, e della squadra di calcio “che voci, che divertimenti” – presentandoli uno a uno e dì che dia loro la gioia e la serenità della vita dentro le loro famiglie e dentro la società. Carmine, grazie e perdonaci. Addio, Carminuccio caro. Il tuo Vescovo Salvatore”.

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza