Bimba resa disabile durante il parto, chiesto processo per medici del cosentino - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

In Evidenza

Bimba resa disabile durante il parto, chiesto processo per medici del cosentino

Avatar

Pubblicato

il

La piccola  non parla, non sente, non vede e non si muove. il padre: “Chiedo l’elemosina per pagare le cure”.


CASTROVILLARI (CS) – I responsabili di un grave presunto caso di malasanità potrebbero a breve essere processati. Il gip di Castrovillari ha chiesto al pm di formulare l’imputazione dei sanitari dell’ospedale di Corigliano indagati per una bambina disabile di 6 anni, costretta a ricoveri in vari ospedali per patologie sopravvenute dopo la nascita che i genitori hanno sempre ipotizzato essere state provocate da errori durante il parto. Accogliendo l’opposizione dei legali della famiglia, il gip ha respinto per la terza volta la richiesta di archiviazione disponendo per l’imputazione per omessa diagnosi di infezione da citomegalovirus, omessa somministrazione di terapia idonea e procurata prematurità natale. La piccola, che è stata presa in braccio anche da Papa Francesco, non parla, non sente, non vede e non si muove. “E’ stato un incubo ma ho sempre creduto nella giustizia – ha commentato il padre -. Ho chiesto l’elemosina, ma ho portato mia figlia nei migliori centri e continuo a farlo. Hanno ucciso una bimba che però è bellissima, ed io a lei come padre devo la verità. E la verità si avvicina”.

 

“Vivo per lei e non mollo – aggiunto l’uomo – seppur non mi hanno permesso di farmi conoscere da lei, di farmi chiamare papà, di accompagnarla al primo giorno di asilo o di scuola. Non mi hanno permesso di darle un futuro normale: Giulia non vede, non sente, non parla, non si muove. Mi hanno infangato come uomo e come padre additandomi come colpevole dello stato di salute di mia figlia, sono stato costretto a lasciare la mia terra per provare a curare mia figlia. Non e’ stato facile, spesso ho pianto guardando mia figlia e dicendole ‘Perdonami ma non sono stato io anche se tutti mi danno torto’. Ho sempre creduto nella giustizia e sono sempre stato certo che un giorno la verità sarebbe emersa”. In questi anni la bambina è stata sottoposta a vari interventi chirurgici in diversi ospedali: Bambino Gesù di Roma, Carlo Besta di Milano, Bosisio Parini di Lecco, Sant’Orsola di Bologna e Gaslini di Genova. Per aiutare la famiglia negli innumerevoli viaggi nei vari ospedali e’ stato creato anche un gruppo facebook.

In Evidenza

Criptovalute: conviene puntare su Ripple? Le previsioni degli esperti

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Creata con l’obiettivo di migliorare la tecnologia di Bitcoin, Ripple è oggi la criptovaluta più controversa del momento, soprattutto in merito alla diatriba legale con la SEC, l’Autorità di vigilanza per i mercati finanziari degli Stati Uniti (altro…)

Continua a leggere

Area Urbana

Senza memoria

Omaggio dell’Associazione Nazionale Alpini al monumento dedicato a Dino Paolo Nigro, il giovane Caporalmaggiore degli Alpini che ha perso in Kosovo nel 2001.

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

MONTALTO UFFUGO – In questa puntata del Diario vi raccontiamo il saluto dell’Associazione Nazionale Alpini al monumento dedicato a Dino Paolo Nigro,  il giovane Caporalmaggiore degli Alpini che ha perso la vita durante un’esercitazione nei cieli del Kosovo nel 2001. Davanti alla stele in marmo, posta all’interno della villa comunale che porta tra l’altro proprio il nome del militare, il gruppo Ana di Cosenza ha formalmente chiesto all’Amministrazione a guida Caracciolo maggiore cura e attenzione per un posto ad altro valore simbolico:<<Siamo dalla parte della famiglia – ha sottolineato il segretario Sandro Frattalemi – per questo chiediamo la messa in sicurezza del monumento>>.

Solo qualche settimana fa, la lapide commemorativa era stata presa di mira da vandali che avevano agito indisturbati, complice la totale assenza di sistemi di telesorveglianza. La villa comunale del centro storico non è però il solo luogo a necessitare di manutenzione: nel report video vi mostriamo le immagini che documentano lo stato di trascuratezza di quella di Taverna, nella zona valliva, frequentata in larga misura da giovani e soprattutto dove le famiglie portano a giocare i bambini.

Continua a leggere

In Evidenza

Escursioni: ecco le mountain bike più gettonate del momento

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Una delle attività più interessanti che negli ultimi anni ha saputo calamitare l’attenzione delle persone è l’escursione in bici (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza