Terme Luigiane aperte fino al 10 dicembre, nel 2016 dati in crescita per le cure termali - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

In Evidenza

Terme Luigiane aperte fino al 10 dicembre, nel 2016 dati in crescita per le cure termali

Avatar

Pubblicato

il

Le Terme Luigiane confermano l’incremento delle cure con una buona percentuale di curandi extraregionali e per questo saranno aperte fino al 10 dicembre 2016.

 

ACQUAPPESA (CS) – Si allunga la ‘stagione termale’ alle Terme Luigiane. Sebbene ci sia stato per l’anno in corso, un ritardo nella preparazione della stagione termale, il risultato delle presenze, alla data del 31 ottobre, mostra una riconferma e addirittura un miglioramento dei dati registrati negli anni precedenti. E i dati su cure e clienti potrebbero ancora crescere, dal momento che la chiusura della stagione termale è stata spostata dal 31 ottobre al 10 dicembre 2016.

termeA fine ottobre risultano, infatti, registrate 339.707 prestazioni di cure termali, delle quali quasi il 30% sono state fruite da curandi non calabresi. Altrettanto positive possono considerarsi anche le presenze negli alberghi delle Terme Luigiane, per un totale di 31.444 ospiti.

La direzione delle Terme è ottimista e ritiene che il trend dell’affluenza alle strutture termali, possa proseguire ancora positivamente in questo mese di novembre e nei primi dieci giorni di dicembre ma pensa già al nuovo anno, per il quale intende programmare una campagna adeguata di promozione, valutando le potenzialità derivanti da un possibile incremento dell’afflusso extra-regionale, che merita una particolare attenzione e cura.

Terme luigiane Guardia

Questo deve significare anche la predisposizione di un piano mirato che valorizzi il patrimonio turistico-alberghiero delle Terme e dell’area circostante, verso una efficace programmazione di marketing turistico, oltre che termale, culturale e religioso, che punti sulle principali risorse di cui l’area è ricca. Essa, infatti, oltre alle terme vanta attrattori importanti, quali il Santuario di San Francesco di Paola, il patrimonio ambientale e storico con il non distante Parco Nazionale della Sila e la vicina Cosenza, per non parlare della bellezza della costa tirrenica.

Una notizia importante per quanto riguarda la futura stagione termale 2017? Si aprirà con un evento sportivo di caratura nazionale e internazionale, ossia la sesta tappa di ciclismo della centesima edizione del Giro d’Italia, la Reggio Calabria – Terme Luigiane. Sarà la quinta volta che le Terme Luigiane ospiteranno il Giro d’Italia. Nel gran finale da Paola a Terme Luigiane tre salite brevi ma dure renderanno “piccante” la tappa calabrese del Giro. Un appuntamento sportivo che contribuirà a dare lustro alla struttura termale e al territorio tutto. Già questo richiederebbe da subito una mobilitazione per una giusta accoglienza da parte dei due Comuni di Acquappesa e Guardia Piemontese, della Regione Calabria, della cittadinanza e del mondo del commercio ed imprenditoriale del territorio.

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=CoMMQ7SViOw” width=”500″ height=”300″]
 

In Evidenza

Criptovalute: conviene puntare su Ripple? Le previsioni degli esperti

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Creata con l’obiettivo di migliorare la tecnologia di Bitcoin, Ripple è oggi la criptovaluta più controversa del momento, soprattutto in merito alla diatriba legale con la SEC, l’Autorità di vigilanza per i mercati finanziari degli Stati Uniti (altro…)

Continua a leggere

Area Urbana

Senza memoria

Omaggio dell’Associazione Nazionale Alpini al monumento dedicato a Dino Paolo Nigro, il giovane Caporalmaggiore degli Alpini che ha perso in Kosovo nel 2001.

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

MONTALTO UFFUGO – In questa puntata del Diario vi raccontiamo il saluto dell’Associazione Nazionale Alpini al monumento dedicato a Dino Paolo Nigro,  il giovane Caporalmaggiore degli Alpini che ha perso la vita durante un’esercitazione nei cieli del Kosovo nel 2001. Davanti alla stele in marmo, posta all’interno della villa comunale che porta tra l’altro proprio il nome del militare, il gruppo Ana di Cosenza ha formalmente chiesto all’Amministrazione a guida Caracciolo maggiore cura e attenzione per un posto ad altro valore simbolico:<<Siamo dalla parte della famiglia – ha sottolineato il segretario Sandro Frattalemi – per questo chiediamo la messa in sicurezza del monumento>>.

Solo qualche settimana fa, la lapide commemorativa era stata presa di mira da vandali che avevano agito indisturbati, complice la totale assenza di sistemi di telesorveglianza. La villa comunale del centro storico non è però il solo luogo a necessitare di manutenzione: nel report video vi mostriamo le immagini che documentano lo stato di trascuratezza di quella di Taverna, nella zona valliva, frequentata in larga misura da giovani e soprattutto dove le famiglie portano a giocare i bambini.

Continua a leggere

In Evidenza

Escursioni: ecco le mountain bike più gettonate del momento

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Una delle attività più interessanti che negli ultimi anni ha saputo calamitare l’attenzione delle persone è l’escursione in bici (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza