Sibari, Enpa parla ai giovani di amore e rispetto per gli amici a 4 zampe

Sensibilizzare i ragazzi al rispetto e all’amore verso il cane. Questo il senso della due giorni organizzata presso l’Istituto Comprensivo “Zanotti Bianco” di Sibari.

SIBARI (CS) – A dialogare con gli allievi, Giorgia Rozza, membro dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), che ha spiegato come negli ultimi anni, grazie anche a internet, siano diventate sempre più proficue le collaborazioni tra nord e sud Italia per l’adozione dei cani. Dopo avere spiegato quali sono state le origini di questo profondo legame tra uomo e cane, Rozza ha illustrato i dati preoccupanti del randagismo nel nostro paese, mettendo in evidenza che anche al sud il fenomeno è purtroppo molto esteso.

Uccidere gli animali è reato penale dal 2004 – ha evidenziato Giorgia Rozza- e molti cittadini pensano di risolvere il problema del randagismo avvelenando i cani, anche perché i canili, sempre più simili alle carceri, costano una retta alla collettività”.

L’ENPA sta cercando di marginalizzare questo problema con il progetto “Tutti a casa” per favorire l’adozione dei cani su scala nazionale. “Rispettare gli animali significa rispettare tutto ciò che abbiamo intorno – ha spiegato la Dirigente Rosanna Rizzo – quindi avere vicino un cane può agevolare realtà affettive e mediche particolari proprio in virtù della pet therapy, l’interazione uomo-cane che va ad integrare, rafforzare, coadiuvare i trattamenti medici tradizionali”.

Enpa Sibari
A fare incetta di carezze passando tra i ragazzi, la piccola Pietrina, meticcia di razza media trovata e adottata dalla dottoressa Maria Maddalena Salerno, volontaria presso il canile di Cassano all’Ionio, che ha raccontato la sua esperienza in merito. A stimolare la curiosità dei ragazzi e le loro conseguenti domande, i filmati e le raffigurazioni dei cani alle prese con “mansioni” importanti e delicate come il salvataggio in mare, recupero dei corpi durante le catastrofi, sotto le valanghe, il difficile compito dei cani poliziotto, le guide per le persone non vedenti e altro ancora che hanno contribuito a rimarcare negli alunni quanto sia unico e speciale il rapporto tra l’uomo e il suo amico a quattro zampe.