Inaugurato a Camigliatello Silano il Museo della Biodiversità, nel Parco Nazionale della Sila

Il centro di accoglienza “Cupone” di Camigliatello Silano, nel Parco Nazionale della Sila, si è arricchito di una nuova struttura museale, il Museo della Biodiversità.

 

CAMIGLIATELLO SILANO (CS) – La struttura ha visto la luce grazie alla donazione dell’ing. Claudio Belcastro, antropologo, ecologista, amante della natura e dell’ambiente silano, originario di San Giovanni in Fiore. Alla cerimonia inaugurale erano presenti il Commissario dell’Ente Parco Nazionale della Sila, Sonia Ferrari, e il direttore, Michele Laudati. Il Museo, intitolato alla memoria del padre, Salvatore Belcastro, presenta una collezione di reperti naturalistici e faunistici di circa 22.000 esemplari tra farfalle, insetti, talpe, piccoli mammiferi ed altro ancora che non mancherà di stupire i visitatori del Centro.

 

La creazione di questo nuovo museo all’interno del Centro di accoglienza “Cupone” è finalizzata all’incremento delle attività di educazione ambientale del Parco ed alla conoscenza delle specie autoctone della Sila, della Calabria, del Sud Italia e di parte del resto del mondo, accrescendo certamente nel tempo un’attrattività turistica alla luce anche dell’atteso riconoscimento, da parte dell’Unesco, quale simbolo e valore di “patrimonio dell’umanità”, per il quale è in corso una campagna di sostegno attraverso il sito www.parcosila.it