Mormanno, verso l’assunzione a tempo indeterminato dei lavoratori LSU/LPU

Il sindaco Regina: “i soldi del Ministero uniti al contributo regionale serviranno per la stabilizzazione dei precari. Lotteremo per dare dignità economica a questi instancabili lavoratori

 

MORMANNO (CS) – «Finalmente un passo in avanti verso l’assunzione a tempo indeterminato dei nostri LSU/LPU attualmente contrattualizzati a tempo determinato». Lo afferma il sindaco di Mormanno, Giuseppe Regina, comunicando le cifre del riparto da parte del ministero per ogni Lsu (pari a € 9.296,22) da integrare con il contributo regionale che consentirà, in forma totalizzante invece per gli Lpu, la stabilizzazione anche se con un «contratto molto ridotto rispetto all’attuale». Gli effetti saranno quelli del depotenzimento della forza lavoro del comune. Basti pensare che a Mormanno su 30 dipendenti ben 22 sono precari. «È del tutto evidente – aggiunge Regina – soprattutto per i piccoli comuni come il nostro, l’impossibilità di poter integrare ingenti risorse di bilancio tali da poter garantire l’attuale contratto».

Grazie al lavoro dei Lsu ed Lpu oggi si riesce a gestire il servizio idrico, il depuratore comunale, le manutenzioni, il servizio scuolabus, la manutenzione del territorio, l’ufficio tecnico, il supporto agli uffici comunali, il sevizio di pulizia delle strutture comunali, il centralino, il servizio vigilanza e potrei continuare, servizi essenziali per tutta la Comunità. Ora l’impegno è lavorare «insieme ai sindacati e le istituzioni per reperire ulteriori somme a livello regionale e governativo, ma come Amministrazione ci sentiamo di fare la nostra parte fino in fondo per garantire un punto di partenza adeguato e che serva a garantire alcuni servizi essenziali» ha concluso il sindaco Regina. Nei prossimi i lavoratori verranno incontrati in video conferenza per programmare il percorso di stabilizzazione. «Lotteremo per dare dignità economica a questi instancabili lavoratori così come fino ad ora abbiamo lavorato per assicurargli una stabilizzazione che è la giusta risposta ad anni di impegno a servizio della comunità».