Covid, 40esima vittima nel cosentino. Deceduta una 73enne di Cassano allo Ionio

La donna, residente a Sibari, si trovava ricoverata da alcune settimane all’Annunziata. Salgono a 109 le vittime per il Covid in Calabria

.

COSENZA – Salgono a 109 le vittime per il Covid in Calabria, 40 in provincia di Cosenza. Stamani è morta nell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza, dove era ricoverata da alcune settimana, una donna di 73 anni. Appresa la notizia il sindaco di Cassano Ionio, Gianni Papasso, con un post sulla sua pagina Facebook ha espresso il suo cordoglio. “Ho appena appreso – ha scritto – che la nostra concittadina rientrata dalla Toscana e residente a Sibari, risultata nelle scorse settimane covid-positiva e ricoverata all’ospedale civile di Cosenza, purtroppo è venuta a mancare. Personalmente e insieme all’amministrazione tutta, mi stringo al dolore della famiglia e porgo le più sentite condoglianze. Alla signora rivolgo a nome della cittadinanza tutta l’estremo saluto. Una notizia che non avrei mai voluto dare, che dimostra la pericolosità di questo virus. Dobbiamo essere prudenti e – ha concluso Papasso – non abbassare la guardia”.

Intanto una ragazza è risultata positiva, dopo un test effettuato privatamente, nella frazione Sibari di Cassano. La giovane ed i suoi familiari si sono subito messi in quarantena ed hanno comunicato la notizia al sindaco che sta predisponendo gli atti per la quarantena obbligatoria per la famiglia e per i contatti più stretti avuti dalla ragazza negli ultimi giorni.