FOTO – Non si ferma la protesta a Bocchigliero: “un paese senza scuola non ha futuro”

E’continuata anche oggi la protesta pacifica da parte del Sindaco Benevento, ma anche genitori, forze politiche, associazioni e cittadini contro la chiusura della scuola dell’infanzia nel comune di Bocchigliero

 

BOCCHIGLIERO (CS) – “Siamo pronti a continuare la protesta e non cederemo di un millimetro finché non sarà riattivata la scuola d’infanzia. I cittadini di Bocchigliero non sono cittadini di serie B e i nostri figli devono avere l’accesso all’istruzione esattamente come tutti gli altri. Su ciò non transigeremo.” Queste le dure parole del Sindaco di Bocchigliero Alfonso Benevento che da giorni, insieme a diversi genitori e cittadini del comune presilano, sta protestando contro la decisione dell’ATP di Cosenza di non attivare per l’anno scolastico 2020/2021 la classe/pluriclasse per i bambini, lasciando di fatto più di dieci famiglie senza scuola per i propri figli. Una scelta che non solo lede un diritto fondamentale e costituzionalmente garantito come quello all’istruzione, ma che penalizza un’intera comunità. Un borgo montano che cerca di sopravvivere, nonostante le mille difficoltà, e che dovrebbe essere tutelato, mentre con tali scelte subisce ulteriori depauperazioni e privazioni di ogni genere.

“Abbiamo presidiato nei giorni scorsi gli uffici dell’ATP senza mai essere ricevuti – ha chiosato Benevento – neanche la cortesia istituzionale di ricevere un Sindaco nel pieno esercizio delle sue funzioni. Si parla tanto di strategie per supportare e ripopolare le aree interne e poi si prendono misure come queste che, se sciaguratamente dovessero essere portate avanti, avrebbero come unico risultato quello di costringere le famiglie a doversi spostare per poter permettere ai propri figli di frequentare una scuola. Come sindaco ho il dovere di impedire tutto ciò e sto facendo quanto possibile per far annullare questa decisione. In un paese che spreca a non finire e in cui il tasso di scolarizzazione si abbassa ogni giorno di più, considerare una spesa da tagliare l’apertura di una scuola, è semplicemente pazzesco”. La protesta continua giorno 28 settembre alle ore 10: previsto un altro sit-in fuori gli uffici dell ATP di Cosenza in Via Romualdo Montagna a Cosenza.

 

Bevacqua sollecita il vice ministro dell’Istruzione Anna Ascani

“Ho avuto modo di interloquire oggi con la vice ministro dell’Istruzione Anna Ascani, alla quale ho inviato poi dettagliata mail per sollecitare un suo intervento in merito alla mancata attivazione da parte dell’ATP di Cosenza della scuola d’infanzia nel Comune di Bocchigliero. Ritengo, infatti, che dieci famiglie private del prezioso servizio siano importanti e abbiano pieno diritto alle garanzie costituzionalmente fissate”. È quanto dichiara il capogruppo Pd in Consiglio regionale Domenico Bevacqua. “Come ho sottolineato alla vice ministro – prosegue – Bocchigliero è un piccolo Comune montano, situato lontano da grandi e meglio serviti centri, segnato dalla insufficienza di collegamenti infrastrutturali: chi ci vive, lo fa con quotidiana fatica e quotidiani sacrifici, restando a presidiare quella montagna che in Calabria necessita di sostegni lungimiranti e non di ostacoli alla presenza antropica. La civile protesta attivata dai genitori e dal Sindaco è semplicemente sacrosanta. Per questo, confido che la situazione veda una rapida soluzione. Il diritto alla scuola è parte integrante del diritto alla democrazia”.