Dipignano, abusivismo edilizio: denunciati proprietari di un immobile residenti in Belgio

Cantiere edile completamente abusivo: lavori mancanti di permesso a costruire, denuncia in materia antisismica ai competenti uffici regionali, nulla osta idrogeologico forestale

 

DIPIGNANO (CS) – I Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Cosenza, durante un servizio di controllo in un cantiere edile in località “Pantanelli” nel comune di Dipignano hanno riscontrato che i lavori erano svolti in assenza di permesso di costruire. In particolare durante il controllo due persone stavano procedendo alla messa in opera della travatura principale e secondaria del tetto in merito alla ristrutturazione di una vecchia stalla/fienile in muratura di pietrame risalenti agli anni 50 del secolo scorso, facente parte di un insediamento rurale presente nell’area. I lavori davano la possibilità di ampliare in modo rilevante la preesistente struttura tanto da modificarne l’area per ricavarne un organismo edilizio completamente diverso.

Dalla verifica dei titoli abilitativi si è accertato che i lavori erano completamente abusivi ovvero mancanti di permesso a costruire, denuncia in materia antisismica ai competenti uffici regionali, nulla osta idrogeologico forestale. Il fabbricato ed i materiali presenti sono stati quindi posti sotto sequestro penale ed i responsabili, identificati nei proprietari dell’immobile, residenti in Belgio, e gli esecutori materiali dei lavori che sono stati segnalati alla competente Autorità Giudiziaria del capoluogo bruzio per i reati di violazione della normativa urbanistico edilizia e antisismica.