Paola, arrestato 63enne per maltrattamenti e violenze anche sessuali

Gli uomini del commissariato di Polizia di Paola hanno arrestato l’uomo con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. In un’occasione avrebbe anche minacciato la figlia, minorenne, con un coltello

 

PAOLA (CS) – E’ stata la moglie a denunciarlo e l’uomo da qualche mese si trovava a Paola da alcuni parenti. La Polizia ha arrestato M.B., 63 anni, residente a Roma attualmente senza fissa dimora per maltrattamenti in famiglie. Nei giorni scorsi i colleghi di Monteverde (RM) avevano segnalato ai vari uffici di Polizia del territorio l’ordine di carcerazione dell’uomo per 2 anni, 11 mesi e 26 giorni di reclusione emesso a suo carico dallo stesso Tribunale di Roma.

L’uomo è accusato di aver tenuto nel corso del tempo una condotta violenta nei confronti della moglie, che lo ha denunciato: percosse e violenze anche di natura sessuale e veri e propri atti persecutori. In più di un’occasione infatti avrebbe seguito la vittima sul posto di lavoro o in altri luoghi da lei frequentati. E poi, in un’altra circostanza ancora, avrebbe anche percosso la figlia che, all’epoca dei fatti era minorenne, minacciandola con un coltello.

M.B., controllato negli ultimi mesi nel Comune di Paola è stato rintracciato nella cittadina tirrenica mentre si trovava da alcuni parenti e portato nella locale casa circondariale.