Un positivo ad Acri. Discoteca a Soverato, tamponi a una decina di giovani cosentini

La donna è asintomatica e si trova già in isolamento domiciliare. Il sindaco Capalbo ” importante la responsabilità di tutti”. Nei prossimi giorni l’Asp di Cosenza effettuerà i tamponi ad una decina di ragazzi cosentini che si sono autodenunciati e sarebbero venuti in contatto con il giovane di Girifalco positivo al Covid

.
ACRI (CS) – Una donna originaria di Acri, ma residente a Torino è risultata positiva al Covid-19. La donna è rientrata in Calabria da Torino facendo anche tappa Verona. Al suo arrivo nel paese di origine ha prenotato un tampone, che ha eseguito nella sede Usca – Unità speciale di continuità assistenziale – istituita ad Acri in sinergia con il Dipartimento di prevenzione dell’Asp di Cosenza e l’amministratore comunale. Ottenuto il risultato positivo, la task force dell’Asp bruzia ha avviato la ricostruzione della catena dei contagi. Secondo quanto si apprende da fonti interne, una volta terminato il cosiddetto periodo “finestra”, che varia da 7 a 14 giorni dopo il contatto con un paziente positivo, o nell’immediato se si presentano sintomi riconducibili al coronavirus, saranno eseguiti gli altri tamponi, che consentiranno di avere un quadro circoscritto della situazione. Il sindaco Capalbo ha disposto la quarantana con un ‘ordinanza sindacale “nel nostro comune si registra un nuovo caso positivo al covid 19- ha scritto – Il singolo caso è asintomatico: è sotto osservazione ed è stata disposta la quarantena con ordinanza sindacale. È importante la responsabilità di tutti, pertanto è assolutamente necessario una rigorosa osservanza delle misure di sicurezza”.

Discoteca a Soverato, tamponi ad una decina di cosentini

Intanto, nei prossimi giorni saranno eseguiti i tamponi anche sui ragazzi cosentini (sarebbero circa una decina) che si sono autodenunciati all’Asp Bruzia perché venuti in contatto con il ragazzo di Girifalco risultato positivo al Covid-19. Il giovane con un post sui social ha chiesto a tutti i giovani che si sono recati nello scorso fine settimana in due discoteche di Soverato nelle quali era presente anche il ragazzo ad effettuate il tampone.