Amendolara, stele marmorea in ricordo di Francesco Melfi

Un omaggio al compianto Francesco Melfi, già sindaco dal 1983 al 1993 e assessore provinciale dal 1995 al 1999

 

AMENDOLARA (CS) – Davanti a numerosi presenti – tra cui i rappresentanti del Consiglio comunale di Amendolara – il sindaco Antonello Ciminelli ha illustrato le motivazioni di tale riconoscimento. «In questo momento – ha esordito il primo cittadino – sono onorato di essere sindaco Siamo qui per riconoscere quello deve essere il filo conduttore di ogni amministratore, e cioè l’amore per la propria gente e per il proprio paese. L’intitolazione di una via – ha ricordato il sindaco di Amendolara – è il culmine per riconoscere l’importanza a livello istituzionale di una persona. Quando ho comunicato questo pensiero alla famiglia, abbiamo condiviso assieme il desiderio di ricordare».

Un sentito ringraziamento alla comunità di Amendolara – e all’Amministrazione comunale per aver pensato a questo momento commemorativo – è giunto dal figlio di Franco Melfi, Nicola. «Provando a tenere a freno l’amore incondizionato di un figlio verso suo padre – ha detto – voglio ricordare Franco Melfi come un uomo libero, libero di sognare per il suo paese, caparbio e determinato nel realizzare quanto sognato. Dedico questa giornata – ha continuato Nicola Melfi – ad Anna e Serena Melfi perché nel momento di maggiore solitudine e difficoltà hanno sorretto la croce della malattia di mio padre».
Prima della benedizione della via da parte del parroco don Nicola Arcuri, spazio allo svelamento della stele per mano del sindaco di Amendolara, Antonello Ciminelli assieme a Nicola Melfi con in braccio il figlioletto, Francesco.