Ombrelloni e sedie ad occupare il posto, sequestri lungo il litorale di Cetraro

L’azione della guardia costiera rientra nell’operazione Mare Sicuro 2020. Sequestri sono scattati su tutto il litorale per far tornare le spiagge “libere”. Sotto sequestro oltre 150 attrezzature da spiaggia

 

CETRARO (CS) – Per tutta la notte e fino all’alba gli uomini della Guardia Costiera di Cetraro, hanno lavorato per sgomberare le aree di litorale destinate alla libera fruizione dei cittadini e illecitamente occupate da ignoti con varie attrezzature da spiaggia, tra ombrelloni e sedie. Nel corso degli ultimi giorni infatti, le segnalazioni degli utenti relative alla sistematica e permanente presenza di ombrelloni e sdraio lungo tutto il litorale Cetrarese, anche di notte, sono state molteplici.

Una brutta abitudine, vietata dai provvedimenti emessi dal Comune di Cetraro, che di fatto privilegiava alcuni soggetti che si assicuravano gli spazi sulla spiaggia libera, ovviamente quelli più prossimi alla battigia, impedendone l’utilizzo a chi correttamente li rimuove al termine della giornata di mare.

L’attività si colloca nella più ampia operazione nazionale denominata “Mare Sicuro 2020” ed ha consentito la rimozione dalle spiagge libere, sottoposte all’odierno controllo, di oltre 150 attrezzature da spiaggia che sono state pertanto sottoposte a sequestro. La Guardia Costiera di Cetraro, sotto la guida del Tenente di Vascello Antonino Saladino, ha reso noto che i controlli proseguiranno serrati anche nel corso del mese di agosto e fino al termine della stagione balneare lungo tutto il territorio di competenza del Circondario Marittimo cetrarese.

L’Ufficio Circondariale Marittimo di Cetraro è sempre a disposizione, 24 ore su 24, per tutti gli utenti del mare ed è contattabile al numero telefonico 0982/971415 e, in caso di emergenze in mare, via radio sul canale VHF 16 o tramite il “Numero Blu” gratuito 1530 che consente di mettersi in contatto con la Sala Operativa della più vicina sede della Guardia Costiera Italiana.