Amantea, partiti verso il Celio di Roma i 13 migranti positivi. La palazzina resterà presidiata

Si sono svolte in totale sicurezza le operazioni di trasferimento dei 13 migranti pakistani positivi al Covid ospiti nella palazzina di Amantea e partiti in serata verso il Policlinico Militare Celio di Roma

 

AMANTEA (CS) – Non si sono registrati disagi ad Amantea dove in serata da Roma è arrivato il pulmann della Croce Rossa Italiana che trasporterà, nelle prossime ore, le tredici persone sbarcate nei giorni scorsi a Roccella Jonica e risultate positive al coronavirus verso il Policlinico Militare Celio di Roma. Alle operazioni di trasferimento erano presenti gli uomini dell’esercito italiano, le forze dell’ordine, medici e sanitari della task force dell’Asp di Cosenza insieme al personale della Croce Rossa. Alla partenza ha assistito una folla di curiosi ma non ci sono state reazioni, dopo le proteste dei giorni scorsi con il blocco della Statale 18. Presenti anche le forze dell’ordine e militari dell’Esercito che continueranno a presidiare la palazzina in cui i 13 cittadini pakistani erano ospitatati e dove rimangono in quarantena altri 11 loro connazionali sbarcati insieme a loro. Gli altri 11 migranti resteranno ad Amantea ancora in quarantena e la struttura resterà comunque sorvegliata. Il pulmann è ripartito alla volta della Capitale intorno alle 22.

 

 

Foto di Francesco Greco