Ospedale di Praia a Mare, dopo 5 anni la risonanza magnetica è in funzione

L’apparecchio arrivò nel presidio ospedaliero di Praia a Mare circa 5 anni fa e nonostante i collaudi e la predisposizione di quanto fosse necessario al suo funzionamento, lo stesso non è mai entrato in funzione

 

PRAIA A MARE (CS) – “La risonanza magnetica Tesla 1.5 all’Ospedale di Praia a Mare è in funzione”. A comunicarlo il consigliere regionale Antonio De Caprio (FI) che ieri, d’accordo con il commissario generale Saverio Cotticelli e con il commissario dell’Asp di Cosenza Giuseppe Zuccatelli, con il sindaco di Aieta Pasquale De Franco, il sindaco di Tortora Pasquale Lamboglia, il direttore sanitario dell’Ospedale di Praia a Mare e primario del reparto di Medicina interna Luciano Tramontano, la direttrice del Distretto sanitario Alto Tirreno cosentino Angela Riccetti – delegata dal commissario Zuccatelli- ed il primario del reparto di Radiologia del nosocomio praiese Antonio Lopez, hanno preso visione dei locali e verificato la funzionalità del macchinario di risonanza magnetica Tesla 1.5, di cui l’Ospedale di Praia a Mare dispone da diversi anni.

“L’apparecchio arrivò nel presidio ospedaliero di Praia a Mare circa 5 anni fa e nonostante i collaudi e la predisposizione di quanto fosse necessario al suo funzionamento, lo stesso non è mai entrato in funzione. Un ritardo che ha provocato conseguenze gravose sul piano della salute, un’inefficienza sanitaria, che ha privato i cittadini, negli anni, di un servizio indispensabile, mettendo in difficoltà i cittadini meno abbienti i quali, non potendosi rivolgere alle strutture private, si sono visti costretti a rimandare l’esame o a rivolgersi a strutture di altre regioni i cui ritardi, per far fronte a questo iter, come è facile intuire, hanno pregiudicato la salute e la vita dei pazienti”.

“Gli abitanti del comprensorio tirrenico usufruiranno di esami diagnostici più approfonditi e tempestivi, vedendosi garantito un servizio essenziale per la tutela della salute pubblica. Alla presenza del consigliere Antonio De Caprio e delle istituzioni e dirigenti medici suddetti, è stata sottoposta una paziente ad esame strumentale attraverso risonanza magnetica, potendo riscontrare l’immediata funzionalità dello strumento”. “Sin dal primo giorno del mio mandato ho seguito personalmente la questione risonanza – afferma De Caprio – perché, come cittadino prima e da consigliere regionale, poi non potevo accettare una situazione simile”. Entro fine mese è prevista una riunione operativa tra il Direttore dell’Ospedale di Praia a Mare e Primario del reparto di Medicina Interna Dr. Tramontano, il Primario del reparto di Radiologia Dr. Antonio Lopez, la Dott.ssa Riccetti direttrice del Distretto, per concordare il piano programmatico e calendarizzare l’attivazione della risonanza magnetica.