Coronavirus, guariti a Cetraro due pazienti di Paola e uno del distretto di Castrovillari

I pazienti dimessi dopo la terapia sono risultati negativi al primo e secondo tampone di controllo. Anche le tac hanno evidenziato la completa regressione della malattia

.
CETRARO (CS) – Il direttore dello spoke di Poala – Cetraro, il dottor Vincenzo Cesareo, ha comunicato la guarigione e le dimissioni di tre pazienti ricoverati che saranno seguiti a domicilio. Due di loro appartengono al distretto del Tirreno cosentino e  uno a quello di Castrovillari “la battaglia contro il Coronavirus nel P.O.di Cetraro dell’ASP di Cosenza continua a dare i risultati positivi – si legge nella nota –  per i quali ci siamo impegnati incessantemente in queste settimane come Direzione Sanitaria. Nel P.O. di Cetraro è stata attivata in tempi record l’U.O.di “Pneumologia Covid dedicata” con n. 6 p.l., diretta dal Dott. Giovanni Malomo e grazie anche alla lungimiranza del Commissario Straordinario Giuseppe Zuccatelli. Sabato 18 aprile sono stati dimessi altri tre pazienti dopo la dimissione di un altro paziente avvenuta giorni orsono”.

“I pazienti dimessi, dopo la terapia sono già risultati negativi al primo e secondo tampone di controllo e le tac di controllo hanno evidenziato la completa regressione della malattia. Gli stessi sono stati sottoposti nella stessa unità operativa di Pneumologia di Cetraro, dopo l’iniziale trattamento dell’insufficienza respiratoria acuta per mezzo di ventilazione meccanica e ossigenoterapia ad alti flussi, a terapia antivirale per come previsto dal protocollo siglato tra l’ASP e l’Azienda Ospedaliera di Cosenza. Il protocollo ha visto una stretta collaborazione tra l’U.O.di Pneumologia Covid dedicata di Cetraro con l’U.O. di Malattie infettive dell’A.O. di Cosenza. Due pazienti sono residenti nel Distretto del Tirreno Cosentino ed il terzo nel distretto di Castrovillari. Questo importante risultato è stato reso possibile grazie alla sinergia tra il personale medico, infermieristico e O.S.S. dell’U.O. di Pneumologia che ha consentito un trattamento complesso di questi pazienti critici. I pazienti verranno seguiti a domicilio tramite le USCA (unità speciali di continuità assistenziale), in fase di attivazione per mezzo dei Distretti Socio-sanitari, coadiuvati dal servizio di telemedicina già attivo della U.O.S.D. di Pneumologia Territoriale diretta dallo stesso responsabile del Centro Covid di Cetraro”. Alla notizia delle dimissioni l’amministrazione comunale di Paola ha volto “ringraziare tutti coloro che si sono impegnati per questo buon esito esprimendo compiacimento per il decorso ed invitando la popolazione a continuare nel rispetto delle regole.