Coronavirus, anche Bocchigliero in quarantena. La Santelli ordina la chiusura

Dopo alcuni casi di positività registrati in una casa di risposo per anziani, la Regione ha deciso di mettere in quarantena l’intero comune. È il settimo centro calabrese chiuso

.
COSENZA – Anche il piccolo comune silano di Bocchigliero, nel cosentino, finisce nella lista dei comuni messi in quarantena con ordinanza emanata della regione. In particolare nel comune silano era stato registrato nei giorni scorsi un caso di positività su un anziano all’interno di una casa di riposo che gestisce una ventina di persone. Anziano poi trasferito all’Annunizata di Cosenza dove si trova tutt’ora ricoverato. Successivamente, sarebbero stati contagiati anche due sanitari mentre altre persone positive sarebbero in isolamento. Per questo la Santelli, come fatto per altro con tutti gli altri comuni dove ci sono stati dei focolai ha deciso per la chiusura.

“Ho appena emanato l’ordinanza che dispone la ‘chiusura’ del Comune di Bocchigliero (CS) – scrive la Santelli in una nota – una misura che si è resa necessaria a seguito del numero di casi di positività al Coronavirus registrati negli ultimi giorni. Bocchigliero è il settimo comune calabrese per il quale è stata disposta un’ordinanza con ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019, così come avvenuto già per Serra San Bruno (VV), Montebello Jonico (RC), San Lucido (CS), Cutro (KR), Rogliano (CS) e Santo Stefano di Rogliano (CS). L’ordinanza prevede il divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutti gli individui ivi presenti oltre che il divieto di accesso nel territorio comunale. Nell’ordinanza è disposta la sospensione delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità. Possono transitare in entrata e in uscita nel comune gli operatori sanitari e socio-sanitari, il personale impegnato nei controlli e nell’assistenza alle attività relative all’emergenza nonché gli esercenti delle attività consentite sul territorio e quelle strettamente strumentali alle stesse, con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale. È comunque consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.