La scuola al tempo del coronavirus: videoincontro con la scrittrice Annarita Briganti

La scrittrice ha conversato con i giovani studenti soffermandosi su tematiche fondamentali del mondo moderno: dalla scrittura all’amore, dall’uso dei social alla necessità di non smettere mai di credere nei propri sogni

 

PRAIA A MARE (CS) – Nonostante l’emergenza, ci sono urgenze che vanno ben oltre la didattica, che pure occupa un ruolo centrale nel percorso di apprendimento. L’IIS di Praia a Mare ha inteso dedicare, in un videoincontro sperimentale condotto dal professor Carlo Minervini, docente di Italiano e Storia, un momento di riflessione sui temi della scrittura e della bellezza al tempo della crisi in collegamento internet con la giornalista e scrittrice Annarita Briganti. Un modo di sfruttare davvero le potenzialità del web, al di là della pura lezione virtuale, e che porta a un livello superiore l’integrazione della tecnologia nell’ambito della formazione delle giovani menti.

Attraverso un colloquio veicolato da una piattaforma virtuale messa a disposizione da Google, gli studenti (delle classi VC, VD e IVA dell’istituto) si sono potuti confrontare per oltre un’ora e mezza proponendo domande e commenti, dialogando come fosse un vero e proprio incontro con l’autore.

Annarita Briganti, che scrive per il quotidiano la Repubblica e per la rivista Donna Moderna e che ha recentemente pubblicato per Cairo Editore il saggio “Alda Merini, l’eroina del caos”, ha conversato con i giovani studenti soffermandosi su tematiche fondamentali del mondo moderno: dalla scrittura all’amore, dall’uso dei social alla necessità di non smettere mai di credere nei propri sogni. “Se spesso il mondo virtuale è stato visto come appartenente alla sfera meramente ludica – dichiara Minervini – adesso siamo costretti a vederlo e viverlo per quello che è realmente: una dimensione del reale che si integra perfettamente con la vita di tutti i giorni e diventa opportunità di vicinanza in un momento storico complesso e delicato al tempo stesso”. Una grande opportunità e una prospettiva educativa e formativa che può ampliare la visione del mondo dei giovani di oggi.