Inaugurato il nuovo plesso della scuola media di Camigliatello (FOTO-VIDEO)

Si è tenuta oggi a mezzogiorno la cerimonia di inaugurazione del nuovo plesso che ospiterà la scuola media a Camigliatello Silano

 

SPEZZANO SILA (CS) – Taglio del nastro questa mattina a Camigliatello Silano della nuova scuola secondaria di primo grado dunque, consegnata alla cittadinanza. Alla cerimonia il sindaco di Spezzano Sila, Salvatore Monaco, la dirigente scolastica e gli assessori ai Lavori Pubblici Mattia Caligiuri e all’Urbanistica Vincenzo Curcio, nonchè tantissimi ragazzi e cittadini che hanno potuto visitare la nuova scuola completamente ristrutturata, rispettando le norme antisismiche e soprattutto senza barriere architettoniche.

“Continuiamo a lavorare e a programmare – ha dichiarato il sindaco Monaco – per far crescere la comunità di Camigliatello”. Il nuovo plesso poi ha ricevuto la benedizione di padre Pasqualino vice parroco della Chiesa di Camigliatello silano. La struttura sarà ufficialmente aperta già il mese prossimo ai ragazzi.

Soddisfatta ed emozionata la dirigente scolastica Maria Paola Ferraro: “E’ importante questo giorno che stiamo programmando da tempo. Questo momento volevamo fosse di mattina, durante l’orario scolastico per far partecipare i ragazzi. Sicuramente ci incamminiamo per un percorso lungo, così come quando si ha una casa nuova. Dobbiamo conservarla nel miglior modo possibile così come la riceviamo. Un’occasione perché quando si inaugura una scuola è un momento di festa per la comunità e per gli insegnanti. Una scuola nuova vuol dire investire sulle nuove generazioni, sulla cultura, sull’educazione e di conseguenza sul futuro. La struttura testimonia – ha proseguito – l’attenzione dell’amministrazione comunale che vuole garantire a insegnanti e ragazzi una migliore vivibilità in edifici riqualificati e curati in ogni minimo dettaglio con particolare attenzione alla sicurezza. Valorizzare la scuola significa promuovere cultura, formazione, educazione, coesione sociale e democrazia, capitale umano e occupazione a beneficio degli studenti e dell’intera collettività”.

Dopo i ringraziamenti ai genitori, agli assessori, agli alunni e alla dirigente, il sindaco Monaco ha voluto porre l’accento “abbiamo deciso da quando ci siamo insediati di dare un taglio diverso e di fare scelte precise per la riqualificazione del territorio senza costruire ‘cattedrali nel deserto’. L’intento era di ripartire dalla riqualificazione dell’esistente. Sulle scuole abbiamo reperito e partecipato a bandi della Regione e del Ministero e recuperato in 3 anni e mezzo di legislatura 5 milioni di euro e 600mila euro sono sotto i vostri occhi. A breve partirà un altro cantiere a Spezzano e la progettazione e il lavoro vanno avanti perchè c’è molto da fare sulla scuola”.

“Nonostante qualche intoppo burocratico non di peso da noi – ha spiegato il primo cittadino – oggi questa scuola ha l’agibilità, è adeguata sismicamente, ed è una struttura all’avanguardia”.