Discarica abusiva sequestrata a Luzzi, denunciate due persone

Oltre 1700 metri quadri di terreno nel quale si trovano pneumatici fuori uso, scarti di demolizione, scarti di lavorazione, rifiuti ingombranti, una carcassa di cabina di camion e pezzi di carrozzeria di veicoli

 

LUZZI (CS) – Sequestrata una discarica abusiva rinvenuta all’interno dell’autoparco comunale di Luzzi e deferite all’Autorità giudiziaria due persone per violazione alla normativa ambientale. È il risultato di un controllo del territorio ad opera dei carabinieri forestali, a seguito di una segnalazione. L’area, estesa per circa 1700 metri quadri, si trova in località “Gidora” e al suo interno sono stati rinvenuti notevoli cumuli di rifiuti speciali. In particolare cassoni per il recupero di spazzatura fuori uso, pneumatici fuori uso, scarti di demolizione, scarti di lavorazione, rifiuti ingombranti, una carcassa di cabina di camion, pezzi di carrozzeria di veicoli e RAEE. Tale materiale, oltre a causare un vistoso degrado dello stato dei luoghi, era stato depositato senza alcuna autorizzazione relativa alla realizzazione o gestione di una discarica e realizzata quindi in assenza delle prescritte autorizzazioni.


Inoltre, i rifiuti speciali erano depositati in modo incontrollato direttamente sul suolo senza alcuna copertura e senza alcuna precauzione atta a ridurre rischi per la salute e per l’ambiente. Pertanto, i carabinieri hanno proceduto al sequestro della discarica i cui accertamenti hanno confermato essere “non occasionale” e denunciato all’Autorità giudiziaria competente il custode dell’autoparco e il dipendente comunale addetto alla stessa.

 

Il PD di Luzzi chiede le dimissioni del sindaco

“Dalle ultime notizie sul sequestro di una discarica abusiva, nell’autoparco comunale, ho preso coscienza che la situazione oramai è fuori controllo”. Questo quanto scrive in una nota il segretario del Pd di Luzzi Michele Leone che chiede a gran voce le dimissioni del sindaco Umberto Federico “il silenzio sull’avvelenamento del fiume Mucone – si legge ancora – , le tante micro discariche presenti sul territorio ed ora  una discarica in un immobile del Comune, rendono la situazione insostenibile, ADESSO BASTA !!! Sindaco hai avuto la capacità di rendere il nostro paese una discarica a cielo aperto, con il tuo disinteresse per il bene comune, specialmente su una tua esclusiva competenza quella della tutela dell’igiene e delle salute pubblica. Da cittadino, segretario, e da uomo deluso, –  conclude Leone – credo di esprimere il pensiero di tanti luzzesi. Caro SINDACO DIMETTITI !!! Sicuro che le autorità competenti faranno luce sull’accaduto al più presto”.