La Polizia contro la prostituzione, arrestata 33enne romena a Corigliano Rossano

Continua l’azione di contrasto al fenomeno della prostituzione. Una donna di nazionalità romena è finita in manette

 

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Nell’ambito di mirati controlli in alcune aree del territorio del comune di Corigliano-Rossano ed in particolare sulla Statale 106, finalizzati a contrastare anche il fenomeno della prostituzione la Polizia arrestato F.S.G. di 33 anni accusata di minaccia, violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L’intervento degli agenti di Corigliano-Rossano e del Reparto Prevenzione Crimine “Calabria Settentrionale” è avvenuto ieri. I poliziotti hanno individuato e controllato sulla 106 e nelle strade adiacenti, alcune donne straniere trovate in chiaro ed inequivocabile atteggiamento diretto all’attività di meretricio.

Ovviamente sono stati sottoposti a controllo, a bordo delle proprie autovetture, anche i potenziali clienti, e per tutti sono state elevati i previsti verbali di sanzione amministrativa.

La donna però priva di documenti e senza fissa dimora, si sarebbe rifiutata con fare minaccioso e atteggiamento facinoroso di esibire i documenti di riconoscimento tentando anche di aggredire i poliziotti che hanno scoperto come la donna, avesse numerosi precedenti penali e fosse già destinataria di un provvedimento emesso dalla Prefettura di Cosenza, con il quale era stato disposto il suo allontanamento del territorio nazionale. La donna è stata arrestata e portata presso la Casa Circondariale di Castrovillari.