Altomonte, prospettiva e sviluppo. Opportunità per chi vorrà investire nell’area PIP

Un’iniziativa mirata a programmare ed organizzare azioni di animazione imprenditoriale tendenti alla promozione dell’area PIP. Condizioni di vantaggio e opportunità che potranno essere messe a disposizione di quanti vorranno insediarsi con le loro aziende sui lotti di terreno di proprietà comunale, già infrastrutturati ed immediatamente disponibili         .

.

ALTOMONTE (CS) –  L’amministrazione comunale di Altomonte ha organizzato per sabato 15 febbraio alle ore 9:30, presso il Castello di Serragiumenta, un incontro di lavoro per discutere delle prospettive di utilizzo e sviluppo dell’area PIP. Tale area è sita in contrada Serragiumenta, nei pressi della centrale elettrica dell’Edison, e nel nuovo PSA (Piano di Sviluppo Associato), in pratica il nuovo programma di fabbricazione in fase di approvazione, è proposta come zona di insediamento anche ad uso dei comuni di Acquaformosa, Lungro, Fimo e San Donato di Ninea.

Insieme agli altri comuni del comprensorio il comune di Altomonte vuole, con gli altri stakeholder dell’area e con tutti quelli che vorranno collaborare, programmare ed organizzare azioni di animazione imprenditoriale tendenti alla promozione dell’area PIP e delle condizioni di vantaggio che potranno essere messe a disposizione di quanti vorranno insediarsi con le loro aziende sui lotti di terreno di proprietà comunale, oltre 60.000 mq (6 ettari) già infrastrutturati ed immediatamente disponibili, anche a condizione di favore, purché il loro uso porti significative ricadute economiche e lavorative nel circondario, in cui rientrano anche i comuni di Castrovillari, Saracena e San Lorenzo del Vallo.

L’azione di promozione è rivolta alle imprese del settore agroalimentare ed agricolo, della logistica e della grande distribuzione organizzata, del settore delle energie rinnovabili, delle Start-Up/Spin-off, aziende operanti nel settore tecnologico ecc... Un ruolo importante si vorrebbe dare anche all’Università della Calabria, in un processo di trasferimento dell’innovazione tecnologica e della conoscenza, soprattutto nel settore dell’ingegneria ambientale e delle energie rinnovabili.

All’incontro di lavoro parteciperanno i sindaci dei comuni interessati, le associazioni e organizzazioni di categoria, sindacali, imprese ed imprenditori,agenzie di sviluppo del territorio, la diocesi di Cassano allo ionio e l’Eparchia di Lungro,