Paola, rapina ad una sala slot da 12mila euro. I rilievi antropometrici incastrano l’autore

Gli uomini del commissariato di Paola hanno identificato e arrestato l’autore di una rapina avvenuto lo scorso 11 aprile ai danni di un sala slot. Una serie di rilievi antropometrici hanno permesso agli agenti di identificare e arrestare l’uomo

 

PAOLA (CS) – L’arresto da parte del personale del commissariato di Polizia di Paola è avvenuto ieri. In manette è finito M.F. di 50 anni, con l’accusa di essere il responsabile del reato di rapina aggravata nei confronti di un dipendente di una sala slot di Paola. I fatti risalgono all’11 aprile del 2019 quando l’uomo, con il volto travisato da un passamontagna fece irruzione nella sala slot intimando al dipendente di aprire la cassaforte sotto la minaccia di una pistola, per poi portare via un bottino quantificato in 12.150 euro. Allertata la polizia, il personale delle Volanti ha subito raccolto tutti gli elementi utili alle indagini per identificare il rapinatore.

Identificato grazie ai rilievi antropometrici

Per prima cosa gli agenti hanno acquisito e visionato le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza. Questo ha permesso una prima identificazione fisica dell’uomo (corporatura, fisionomia e andatura). Gli agenti si sono recati a casa dell’uomo ed hanno trovato un giubbotto del tutto simile a quello immortalato nelle immagini durante la rapina. A questo punto, per avere la certezza, gli uomini del commissariato di Paola hanno controllato tutte le telecamere presenti lungo il percorso che da casa del 50enne arriva alla sala slot. Questo ha permesso di accertare che l’uomo identificato era esattamente l’autore della rapina.