Maltempo, allerta arancione sul tirreno cosentino. Vento forte e possibili mareggiate

Attese dalla notte piogge sparse e temporali, ma sopratutto venti forti e possibili mareggiate lungo le coste esposte. Allerta arancione sull’alto Tirreno cosentino, gialla sul resto della costa

.

COSENZA –  Una violenta e intensa ondata di maltempo sta colpendo nelle ultime 24 ore buona parte dell’Italia, con piogge e rovesci davvero intensi sui versanti occidentali e sui quelli tirrenici, alle prese anche con fortissime raffiche di vento di libeccio e scirocco anche superiori ai 150 Km/h. Maltempo che si è accanito sopratutto in Liguria, spazzata dal vento e dalla pioggia, che hanno provocato esondazioni ed allagamenti, cedimenti stradali e lo schianto di diversi alberi anche a causa di alcune trombe d’aria. Nubifragi e smottamenti anche in Campania, in particolar modo nel salernitano (dove sono state evacuate per precauzione centinaia di persone) e nel casertano.

Maltempo che si sta spostando anche più a Sud e che nella notte interesserà anche la nostra regione a causa di un’ampia e profonda area depressionaria di origine atlantica presente sull’Italia che continuerà a determinare condizioni di spiccata instabilità con fenomeni significativi in estensione alle regioni centro-meridionali. La centrale operativa della Protezione civile regionale ha diramato un bollettino di allerta meteo per criticità marino-costiera per le prossime 24/36 ore. A partire dal pomeriggio di oggi e fino alle ore 24 di domani, si registra un livello di allerta arancione sull’alto Tirreno cosentino per piogge e temporali, ma sopratutto a causa del vento forte dai quadranti meridionali e delle possibili mareggiate lungo tutta la costa tirrenica dove nelle altre zone vige l’allerta gialla. L’avviso prevede venti forti o di burrasca sud-occidentali, con raffiche di burrasca forte, su Marche, Calabria, Puglia e Sicilia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Perturbazioni che a più riprese continueranno ad investire l’Italia anche nei primi giorni della settimana (un nuovo peggioramento è atteso mercoledì). Ci attende una fase abbastanza piovosa, ma anche mite, visti gli afflussi di correnti meridionali o e occidentali molto umide.