ASCOLTA RLB LIVE
Search

Bisignano, sequestrato cantiere edile e scoperti due operai in “nero”

I carabinieri hanno denunciato il titolare dell’impresa e sequestrato il cantiere. Al vaglio degli inquirenti anche posizione del capo tecnico del Comune di Bisignano per omesso controllo

 

BISIGNANO (CS) – I carabinieri hanno sequestrato il cantiere edile dove questa mattina è avvenuto un’incidente sul lavoro e denunciato il titolare dell’impresa F.D., 40 anni, per lesioni personali colpose e violazione delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. L’operaio, di 48 anni, è rimasto gravemente ferito scivolando da un muro e finendo rovinosamente a terra. Successivamente all’incidente, dopo aver prestato tutte le cure del caso all’operaio, sono scattati i controlli da parte dei carabinieri e degli ispettori del lavoro che hanno riscontrato gravi violazioni in materia di sicurezza e la presenza sul cantiere di due operai in “nero”, di cui uno, il ferito, anche precettore di reddito di cittadinanza. Alla ditta edile, una srl del luogo, era stato affidato, da parte del Comune, il rifacimento di un muro di contenimento nella piazza centrale del paese. Per le gravi e rilevanti irregolarità accertate i carabinieri, coordinati dal comandante di stazione, il maresciallo maggiore Giuseppe Motta, hanno anche proceduto a sequestrare il cantiere. Al vaglio degli inquirenti anche posizione del capo tecnico del Comune di Bisignano per omesso controllo.

 

 

Bisignano, grave incidente su un cantiere. Operaio portato a Cosenza in elisoccorso