ASCOLTA RLB LIVE
Search

Accusata di false fatturazioni. Assolta una giovane imprenditrice di Amantea

Una giovane imprenditrice di Amantea, titolare di più attività commerciali, era stata accusata del reato di fatture per operazioni inesistenti. Assolta dal tribunale di Paola perchè il fatto non sussiste

.

PAOLA (CS) – Il Tribunale di Paola, in composizione monocratica, accogliendo la richiesta avanzata dalla Difesa rappresentata dall’avvocato Franco Napolitano del Foro di Cosenza, ha assolto con la formula perché il fatto non sussiste una giovane imprenditrice di Amantea, titolare di più attività commerciali e accusata del reato di fatture per operazioni inesistenti. I fatti contestati risalgono al periodo dal 2008 al 2011. La Guardia di Finanza di Amantea, a seguito di una verifica fiscale presso altra attività commerciale ed in seguito alle dichiarazioni acquisiste nel corso della stessa verifica, aveva contestato all’imprenditrice, di avere contabilizzato nelle dichiarazioni annuali dei redditi fatture per operazioni oggettivamente inesistenti, al fine di evadere le imposte sui redditi e sul valore aggiunto.

Nel corso del dibattimento celebratosi dinanzi al Tribunale di Paola le accuse si sono rivelate insussistenti tant’è che il Tribunale ha assolto l’imputata con la formula più ampia.