Sbanca un terreno, tagliando centinaia di querce, per piantare ortaggi. Denunciato

I lavori di sbancamento e disboscamento in località “Ferrari” a Caloveto, effettuati senza alcuna autorizzazione, realizzati per rendere agricolo un terreno. Un’area di 5.000 mq è stata sequestrata dai carabinieri e il proprietario del terreno denunciato

.

CALOVETO (CS) – Ha disboscato un’area di 5.000 metri quadrati, tagliando ed estirpando centinaia di piante e querce, perché voleva rendere il terreno coltivabile e piantare ortaggi. Ma non aveva chiesto ne ricevuto alcuna autorizzazione e per questo è stato denunciato dai carabinieri forestali di Rossano che hanno nei giorni scorsi posto sotto sequestro una vasta superficie in località “Ferrari” nel Comune di Caloveto. Il sequestro è avvenuto a seguito di un controllo congiunto con i carabinieri di Cropalati su una area boscata interessata nel tempo all’esecuzione di lavori di sbancamento effettuati attraverso l’estirpazione di centinaia di piante in gran parte di essenza quercina. I lavori, effettuati senza alcuna autorizzazione prevista, sono stati realizzati come detto per rendere il terreno ad uso agricolo.

Tre le aree individuate sulla stessa particella e oggetto del disboscamento, alcune erano già coltivate a ortaggi. Sul terreno sono state inoltre trovate ceppaie varie che confermano lo sradicamento abusivo delle piante e la precedente presenza del bosco cambiandone, senza autorizzazione, l’uso del suolo. Per questo motivo i carabinieri hanno proceduto al sequestro dell’area, convalidato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari e denunciato il proprietario per aver effettuato uno sbancamento di terreno boscato senza alcuna autorizzazione, provocandone una alterazione dell’assetto urbanistico e territoriale, oltre che la distruzione di bellezze naturali.