Irregolarità in due impianti di depurazione comunali, scatta il sequestro

Ancora una volta nel mirino il settore della depurazione. Posti sotto sequestro i fanghi degli impianti di Cerchiara e Francavilla Marittima

 

CERCHIARA (CS) – I militari della stazione Carabinieri Forestale di Corigliano hanno controllato gli impianti di depurazione comunali di Francavilla Marittima e Cerchiara di Calabria ed hanno constatato alcune irregolarità. Nell’impianto del Comune di Francavilla, in località “Vigne”, erano presenti sei vasche di essiccamento che al momento del controllo, sono risultate colme di fanghi in stato solido e coperte dalla vegetazione. I fanghi erano ottenuti dalla conclusione del procedimento di trattamento delle acque reflue. Un quantitativo complessivo di 300 metri cubi che è ben oltre il limite massimo consentito di 30 metri cubi. La presenza inoltre della vegetazione evidenzia una lunga permanenza nell’impianto degli stessi, circa due anni, confermata poi dal controllo della documentazione.

Stesso problema è stato rilevato nell’impianto comunale di depurazione di Cerchiara di Calabria in località “Piana”; anche in questo caso i fanghi sono stati trovati allo stato solido e con presenza di vegetazione. Da un esame della documentazione fornita è emerso che i fanghi non vengono smaltiti da circa due anni ben oltre i limiti di permanenza previsti dalla deroga in materia di rifiuti del deposito temporaneo che fissa il termine massimo in un anno dalla produzione dello stesso. In entrambi i casi si è proceduto al sequestro dei fanghi individuando le responsabilità in capo all’Amministrazione Comunale.