ASCOLTA RLB LIVE
Search

Saracena, 2 milioni di euro per riqualificare e ammodernare gli edifici scolastici

I primi cantieri partiranno per la scuola dell’infanzia e quella primaria. Comporteranno cambiamenti per l’anno scolastico che inizierĂ  lunedì e un pò di disagio. L’assessore all’istruzione Ferrara “ponti ad accogliere tutte le segnalazioni utili al miglioramento del servizio dalle famiglie coinvolte”

.

SARACENA (CS) – SarĂ  un anno scolastico diverso quello che attende gli alunni delle scuole di Saracena. Nei prossimi mesi, infatti, l’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco, Renzo Russo, darĂ  avvio ai cantieri che interesseranno la riqualificazione e l’ammodernamento antisismico dei plessi cittadini secondo le norme vigenti. Una grande azione di intervento complessivo per un ammontare complessivo di spesa di oltre due milioni di euro che “oltre ad essere un fatto storico per la nostra comunitĂ  – ha commentato l’assessore alla pubblica istruzione, Adele Ferrara – assume un valore doppiamente importante perchè negli ultimi 50 anni nessun istituto aveva mai conosciuto un intervento integrato e definitivo sugli edifici scolastici di tale portata“.

Gli interventi in essere ovviamente porteranno un pò di disagi dovuti alla mobilitĂ  degli studenti in altre sedi per permettere gli interventi strutturali che riguarderanno le sedi di formazione. Si partirĂ  con i lavori che interesseranno la scuola dell’infanzia e della scuola primaria: la prima sarĂ  ospitata nell’ala sinistra della scuola secondaria (la scuola media di via Franco Senatore) mentre la scuola primaria troverĂ  ubicazione temporanea nell’edificio comunale di Piazza Castello (che ha ospitato fino a qualche giorno fa gli uffici comunali). In stretta collaborazione con gli uffici scolastici l’Amministrazione comunale è intervenuta sui due edifici interessati da questi cambiamenti per renderli idonei ad ospitare bambini e ragazzi. “Abbiamo prodotto una pulizia e igienizzazione completa degli ambienti – spiega l’assessore Ferrara – l’adeguamento dei servizi igienici, l’allestimento tecnologico delle sedi, oltre che l’allestimento degli spazi per la fruizione del servizio mensa, il trasferimento degli arredi e il conseguente adeguamento del servizio scuolabus, senza dimenticare piccoli interventi funzionali per rendere confortevole la nuova disposizione”. Il tutto per rendere meno traumatico e piĂą confortevole al massimo il passaggio ad un nuovo ambiente di formazione per i piccoli studenti che dovranno accogliere questa sistemazione in maniera temporanea. Terminati i lavori tutti ritorneranno nelle proprie sedi naturali che accoglieranno il percorso didattico degli alunni in maniera piĂą funzionale e confortevole, oltre che elevare gli standard di sicurezza.

“Confidiamo pertanto – ha concluso Ferrara a nome dell’esecutivo Russo – nella comprensione della cittadinanza di fronte ai piccoli disagi che dovessero manifestarsi e siamo pronti ad accogliere tutte le segnalazioni utili a migliorare l’ambiente scolastico. Buon anno scolastico a tutti”.