ASCOLTA RLB LIVE
Search

Sindaco di Diamante beve l’acqua del mare (VIDEO)

Ernesto Magorno vuole dimostrare che le acque del Tirreno sono pulite

 

DIAMANTE (CS) – Il sindaco di Diamante vuole dimostrare che il mare nel suo Comune è pulito. Dopo le numerose segnalazioni di presunte contaminazioni delle acque e di anomale chiazze marroni questa mattina in una diretta facebook Ernesto Magorno ha tentato di difendere l’immagine del proprio territorio con un’esilarante dimostrazione. Dalla spiaggia ‘grande’ di Diamante ha tenuto un breve discorso durante il quale ha prelevato con un bicchiere l’acqua salata del mare per poi berla. Magorno ha esordito attaccando la giornalista che ha pubblicato notizie sull’inquinamento del mare a Diamante definendola una ‘pseudo-chiacchierona’ che dirama comunicazioni costruite e falsificate.

 

«Il nostro mare è pulito. E’ in corso dall’inizio dell’estate una campagna diffamatoria nei confronti della nostra città. La nostra ricchezza – afferma il sindaco di Diamante – sono il mare e i turisti. Rifacciamo il gesto di bere l’acqua perché la volta scorsa l’ho fatto senza bicchiere e qualcuno ha dubitato. Noi difenderemo la nostra città dagli attacchi perché siamo amati e migliaia di persone vengono a visitare le nostre bellezze e bagnarsi nel nostro mare per vivere lo spettacolo che la natura ci ha donato. Non so di chi si vogliano fare gli interessi questi giornalisti che macchiano l’immagine mia e di Diamante. Noi rispondiamo a queste calunnie».

 

Sull’ordinanza che impone gli orari di chiusura dei locali alle 01:00 si è poi espresso ricordando l’accoltellamento dello scorso anno in cui perse la vita di Francesco Augeri, giovane cosentino. «Vogliamo dimostrare che i controlli ci sono. La presenza massiccia delle forze dell’ordine – sostiene Ernesto Magorno – non deve preoccupare, perché tranquillizza cittadini e turisti. Madri e ragazzi ci ringraziano. Chi non condivide la nostra ordinanza sui limiti di apertura dei locali invece di fischiare può rivolgersi al Tar se la ritiene illegittima, Noi non dobbiamo difendere gli interessi di nessuno. Ognuno di noi dovrebbe fare un passo indietro sulla movida per rendere la città più serena e pulita. Deve svolgersi in allegria senza ragazzini che circolano incontrollati alle 2:00 di notte. Il prossimo anno parlerò con i proprietari dei locali per rendere sicura l’offerta turistica. Il resto sono solo chiacchiericci a cui rispondiamo con la nostra linea politica».